1902 Panhard e Levassor

La Panhard e Levassor del 1902 fu una delle prime automobili, e influenzò altri modelli per decenni. Molti appassionati di automobili conoscono l’asta della Panhard, l’ingegnoso dispositivo che aiuta a posizionare gli assi posteriori sul piano laterale. Pochi conoscono l’azienda: Panhard & Levassor. It’s comprensibile.

Anche se l’ultima Panhard è stata costruita fino al 1967, i giorni di gloria dell’azienda erano passati mezzo secolo prima. Eppure la Panhard merita di essere apprezzata per il suo storico contributo al design automobilistico, che è stato fatto ben prima del XX secolo – questa è stata l’azienda che ha fatto da pioniere “il cavallo prima del carro,” il formato a motore anteriore/posteriore-drive che sarebbe stato tutto fuori-ma-universale per più di 50 anni.

Questo Systeme Panhard non è stato concepito da René Panhard, ma dal collega Emile Levassor. Entrambi avevano studiato presso la prestigiosa Ecole Centrale des Arts et Manufacturers , poi si incontrarono più tardi nel 1872 presso Perin et Pauwels, un costruttore parigino di macchine per la lavorazione del legno.

Alla morte di Perin nel 1886, Perin divenne l’unico proprietario del nuovo nome Panhard et Levassor. Entrambi conoscevano i motori, ma solo Levassor aveva esperienza nel campo della progettazione e della costruzione di motori. E aveva tre importanti conoscenze: la Otto e la Langen Gas Engine Works di Deutz, Germania (Nickolaus Otto era il padre del motore a combustione interna a quattro tempi), Gottlieb Daimler (che aveva lavorato alla Perin et Pauwels intorno al 1860), e l’amico Edouard Sarazin (agente parigino per i motori).

Articolo molto interessante
Gli ibridi plug-in richiedono un cablaggio domestico speciale?

Panhard & Levassor divenne così un produttore su licenza del motore a gas Deutz progettato da Daimler, che, come altre centrali elettriche del suo tempo, era utilizzato principalmente come fonte fissa per il funzionamento delle macchine di fabbrica. Il contratto con la P&L&apos terminò quando Deutz aprì il proprio stabilimento francese, ma Sarazin rimase in contatto con Daimler anche quando quest’ultima si stava installando da sola a Canstatt. Nel 1887 i due cercavano di nuovo un costruttore di motori per una nuova unità Daimler che potesse raggiungere i 750 giri al minuto.

P & L potrebbe non aver mai provato l’automazione se non fosse stato per la morte improvvisa di Sarazin&apos alla fine del 1887 – e per sua moglie, Louise. Sarazin l’aveva implorata; “continua a lavorare con Daimler. Nessun vivente oggi ha la minima idea delle possibilità dei brevetti Daimler.” la vedova Sarazin rimase così l’agente parigino di Daimler&apos, strinse un’amicizia con Levassor e lo sposò nel 1890 (dandogli un interesse finanziario nel motore della Daimler).

Nella pagina successiva, scoprite lo sviluppo del Panhard e del Levaassor del 1902.

Volete maggiori informazioni sulle auto? Vedi:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per i consumatori
  • Consumer Auto Guide Ricerca Auto Usate

Lascia un commento