1923-1931 Lancia Lambda

La Lancia Lambda del 1923-1931 è stata la pioniera del metodo di costruzione della carrozzeria che oggi viene utilizzato dalla maggior parte delle automobili.

“Nessuno può guardare alla storia dell’automobilismo senza vedere la Lancia Lambda come una grande pietra miliare tecnica”, scriveva il compianto Michael Frostick. “Lasciando da parte il suo nuovo motore, le sospensioni indipendenti e tutta una serie di altre piccole innovazioni, la sua unica costruzione unitaria, in cui carrozzeria e telaio erano un tutt’uno, sono passati ben dieci anni prima che Budd riuscisse a vendere la sua idea di monoscocca ad Andre Citroen”.

Esattamente dove Vincenzo Lancia, quel brillante pioniere, ha avuto l’idea di un corpo-corpione è sconosciuto. L’unico racconto che si ripete comunemente è quello che luccicava a bordo di una nave sull’Atlantico, forse per il modo in cui lo scafo di una nave tiene insieme la sua struttura – che è probabilmente vero quanto quello su Isaac Newton e la mela.

Non importa, perché l’ultimo giorno del 1918 la Lancia depositava il brevetto italiano per un’auto in cui la carrozzeria era “una scocca autoportante senza telaio separato”, e lo aveva in produzione quattro anni dopo. Se la Lambda rappresentava un rischio enorme per la sua azienda, sottolineava anche l’approccio alla progettazione della Lancia.

Uno dei suoi obiettivi era un centro di gravità estremamente basso, pur mantenendo un’adeguata distanza dal suolo e un adeguato movimento di sospensione. Una tale disposizione precludeva il convenzionale telaio e la carrozzeria separati, come si sapeva all’epoca. Lancia adottò un guscio d’acciaio saldato e rivettato con un tunnel centrale a fondo aperto per l’albero motore e un altro tunnel perpendicolare ad esso per l’asse posteriore, che contemporaneamente rinforzava il guscio complessivo.

Le gallerie, a loro volta, consentivano di montare i sedili bassi e i poggiapiedi progettati in modo che i cuscini dei sedili potessero poggiare anche più in basso. Il guscio è stato reso più resistente estendendo i lati verso l’alto – con le portiere più piccole possibili – per formare il corpo, mentre un hardtop rimovibile forniva protezione dalle intemperie e maggiore rigidità.

La sospensione anteriore indipendente era un sistema a montanti scorrevoli con una balestra trasversale; il motore un V-4 stretto e a corsa lunga di 2,1 litri che sviluppava 49 cavalli. La prima Lambda aveva un cambio a tre velocità, ma nel 1925 fu sviluppato un cambio a quattro velocità.

Per saperne di più sulla Lancia Lambda del 1923, vai alla pagina successiva.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento