1927-1932 Mercedes S/SS/SSK/SSKL

The Mercedes-Benz SSK, basically a lighter model S (by 66 pounds), went into production in late 1927. It remained available through 1931. See more classic car pictures. La Mercedes-Benz SSK, fondamentalmente un modello S più leggero (di 66 libbre), entrò in produzione alla fine del 1927. Rimase disponibile fino al 1931. Vedi più immagini di auto d’epoca . ©Nicky Wright

Le grandi Mercedes S/SS/SSK/SSKL supercaricate del 1927-1932 erano tra le auto più veloci, e alcune delle più belle, mai messe in gomma su strada. In assoluto. Erano trionfanti su strada e in pista, magnifiche da vedere, e più veloci di qualsiasi automobile contemporanea che potesse qualificarsi anche solo part-time come auto sportiva da strada.

Eppure il giovane Ferdinand Porsche, appena 48enne, quando divenne direttore tecnico della Daimler-Benz, era arrivato ad ingegnerizzarli quasi per caso, succedendo a Paul Daimler, figlio del co-proprietario dell’azienda. Eppure tutto il lavoro non è stato fatto dalla Porsche. Anche Hans Nibel, che ha sostituito la Porsche ed è stato dipendente della D-B dal 1904, merita il merito per la serie.

Daimler aveva vinto il plauso per il suo Gran Premio del 1908 con la Mercedes da corsa del 1908 e il 4,5 litri del 1914, ma il suo più grande risultato fu il motore Mercedes sovralimentato. La sua prima unità soffiata fu un motore per aerei Daimler, costruito tra il 1915 e il 18, con un soffiatore di tipo Roots-type pilotato da un ingranaggio sul volano. La sua tecnologia portò al primo motore auto sovralimentato nel 1919, che tre anni dopo si era evoluto in un quattro cilindri di produzione di 2,6 litri, il 10/40/65 (10 CV tassabili, 40 CV non soffiati, 65 CV soffiati).

Articolo molto interessante
Buick Pisano/Ogden: Profilo di un'auto personalizzata

Simile è stata la 28/95 supercharged six con 120 CV, mai installata in un modello di serie, ma importante per aiutare la Mercedes a tornare alle corse internazionali alla Targa Florio del 1921. I piloti successivi non ebbero però successo e la Daimler si dimise alla fine del 1922. La Porsche fu poi incaricata di sviluppare i magistrali motori sovralimentati che la Daimler lasciò in eredità per trasformarli in vincitori di gara e vetture sportive da strada estremamente capaci.

Le auto da turismo veloci erano sempre state la scorta della Mercedes in commercio, ma dopo gli ultimi 28/95 costruiti nel 1924 la formazione non aveva avuto un degno sostituto. I primi passi della Porsche furono quelli di accorciare il telaio del modello 24/100/140 (un mostro da 6,3 litri che pesava 3.400 libbre) e di aumentarne le prestazioni sotto sforzo.

Il risultato fu il modello K (per kurz o “short”), introdotto nel 1926 come Mercedes (non Mercedes-Benz), del peso di soli 3.153 libbre. Le sue due candele per cilindro (una alimentata da bobina e interruttore, l’altra da magnete) e un rapporto di compressione di 5,0:1 davano 110 CV senza soffiatore o 160 CV con soffiatore inserito: ufficialmente 24/110/160. Il cambio era inalterato, ma i rapporti di trasmissione finali sono stati abbassati numericamente per ridurre i giri del motore in relazione alla velocità della strada, che era poco più di 90 mph.

Articolo molto interessante
1968 Pontiac Firebird Sprint Convertibile

La K era un’auto da turismo ammirevole, ma essendo alta e sgraziata, non era certo un’auto sportiva. Il suo successore lo era.

Continuate a leggere per saperne di più sul successore di K.

Volete maggiori informazioni sulle auto? Vedi:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per i consumatori
  • Consumer Auto Guide Ricerca Auto Usate

Lascia un commento