1932 Custom Roadster – Corridore a lunga distanza

Una roadster ¿ 32 costruita per guidare in terra straniera

Vedi tutte le 7 fotoTim BernsauwriterJun 1, 2011

Immaginate un paese con un’area all’incirca uguale a quella dei 48 stati più bassi degli Stati Uniti, ma con solo il 10% circa della quantità di strade asfaltate, dove quasi tutti vivono nel raggio di 30 miglia dalla costa e quasi nessuno vive nel mezzo. Queste notizie non hanno impedito all’Australia di avere una delle più alte classifiche di qualità della vita e un numero impressionante di hot roders, ma per gli australiani che amano la guida su lunghe distanze può essere un problema.

Peter e Toni Satherley, marito e moglie di Bunbury, Australia Occidentale, hanno trovato una soluzione a questo problema. Hanno deciso di fare la loro crociera in un altro paese, gli Stati Uniti. Peter e Toni sono lettori di STREET RODDER, quindi sanno tutto sul Road Tour annuale. Alla fine, hanno detto, eravamo stanchi di leggere di questi viaggi e hanno deciso che era il momento di farne uno. Possiedono alcune hot rod, camion e muscle car a Bunbury, ma invece di spedire un’auto dall’altra parte del mondo, hanno deciso di trovare un’auto qui.

Avevano capito tutto. Volavano a Louisville, Kentucky, per gli Street Rod Nationals in agosto, compravano un hot rod ai Nats e si univano al Road Tour per Bonneville. I piani cambiarono quando Toni trovò su Internet un’auto costruita da Adams Hot Rod Shop a Rydal, Georgia. Quella specifica auto non era quello che i Satherley stavano cercando, ma gli piaceva la lavorazione e subito dopo contattarono il costruttore Chad Adams per costruire una roadster del ’32 per loro.

Articolo molto interessante
1939 Chevrolet Coupé - Custode

Adams ha utilizzato i corpi in fibra di vetro Kaenenen di Melbourne, Florida, per diversi progetti Deuce, tra cui questo. Il parabrezza è stato tagliato di 5 centimetri e le porte sono state allungate nella stessa misura. Non è stata aggiunta alcuna ferramenta esterna o rifinitura per mantenere le linee il più pulite possibile. Tutto quel “vetro liscio” è contrastato dal cofano in acciaio a lamelle di Rootlieb. Una calandra Kaenenen incornicia l’inserto della Dale’s Manufacturing. I fari sono della Ford del ’32 e i fanali posteriori sono della Pontiac del ’50. Un BopTop color osso della Sid Chavers Company è il tocco finale perfetto. La verniciatura è stata fatta da Adams. L’Hummer Black è stato girato con base paramotore e trasparente. Papa Studios a Mableton, Georgia, ha aggiunto la gessatura, compresi alcuni disegni elaborati sul guscio della calandra, sul decklid e sul serbatoio del gas, oltre a una ‘striscia lungo la linea di cintura e a strisce d’accento su tutte le 72 lamelle, per non parlare di alcuni tocchi ben posizionati altrove sulla roadster.

Adams dice che la maggior parte delle auto che costruisce rotolano su pneumatici a tele diagonali, ma dato che la Satherleys roadster è stata costruita per far uscire le ruote da essa, avvolgere quelle ruote in radiali aveva più senso. Bianchi larghi e una grande e piccola combinazione mantengono l’aspetto tradizionale. Le ruote Vintiques 15×5 e 15×10 steelies sono state verniciate per abbinare l’inserto della calandra e vestite con i berretti e gli anelli Ford del ’48. Coker ha fornito le BFG 165R15 e P285/70R15 Silvertown BFG. I freni sono calze da 8 pollici nella parte posteriore con dischi GM davanti.

Articolo molto interessante
6.1L Hemi in una Plymouth GTX del 1972 - Cavalli!

Un filtro dell’aria in lega alettato e le coperture delle valvole vestono le cose sotto il cofano, e un collettore Edelbrock Performer e un carburatore da 600 cm3 mantengono il motore della 350 Chevy. I tubi personalizzati passano da un paio di collettori a blocco alle marmitte Flowmaster. Il piccolo blocco è legato ad un cambio automatico Turbo 700-R4. Il differenziale Ford da 8 pollici a slittamento limitato ha rapporti 3,5:1. Il rearend è tenuto in posizione da una sospensione triangolare a quattro maglie, con coilover Aldan. American Stamping Rails, e una traversa Modello A sono stati utilizzati per costruire il telaio ad Adams, dove Dennis Elmore è l’esperto di telai. La Lucky 7 Enterprises di Milton, Ontario, Canada, ha fornito i tradizionali componenti delle sospensioni anteriori, tra cui tornanti, travi a I forate, fusi e molle.

Il rossetto rosso pelle copre i pannelli delle porte e i sedili personalizzati. Come tutto il resto della roadster, l’interno è stato rifinito da Adams Hot Rod Shop. Il volante a quattro razze Sprint Carstyle di Lobeck su una colonna di Mullins. Il cruscotto repro Deuce è riempito di indicatori VDO e accentuato con un po’ più di quel gessato. Un impianto stereo Kenwood fornisce la colonna sonora della crociera e l’A/C sarà sicuramente aggiunto prima del prossimo viaggio a lunga distanza.

Il tempo trascorso tra il giorno in cui Peter e Toni hanno chiamato Adams e il giorno in cui hanno guidato il loro fresco ’32 fuori dall’Adams Hot Rod Shop è stato di cinque mesi. Adams aveva fatto 250 miglia di shakedown sulla Deuce nuova di zecca. I Satherley ne hanno aggiunti quasi 4.500 nel Road Tour da Louisville a Bonneville, poi a Las Vegas e nel sud della California, fino a Pleasanton, vicino a San Francisco. Peter e Toni sono tornati in Australia, ma la roadster è ancora nel nord della California, in attesa del loro ritorno. Il piano a lungo termine è quello di logorare l’auto che attraversa gli Stati Uniti, ci hanno detto. E poi c’è la Tudor del ’32 in stile lago di cui dobbiamo parlare con Adams.

Articolo molto interessante
1957 Ford F100 Panel - Orologio Storm Watch

Vedi tutte le 7 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento