1933 American Speed Convertible – Red Ryder

Bill Coulter¿ s Speed33 Convertibile

Vedi tutte e 4 le fotoEric GeisertwriterDec 7, 2013

Solo i fatti
Anno: 1933
Marca: American Speed
Modello: Convertibile
Proprietario: Bill Coulter
Stato: Arizona

È sempre un buon segno quando, dopo aver lavorato in un settore per un paio di decenni, si ottengono dei clienti abituali. Forse nessuno lo sa meglio di Bill Coulter, la cui famiglia ha avviato una concessionaria di automobili nella zona di Phoenix nel 1926 (solo 14 anni dopo che il territorio è diventato uno stato!) A capo dell’azienda che il suo prozio ha iniziato e che suo padre ha costruito, è imperativo per il franchise Coulter lavorare solo con le persone e le aziende migliori che possono.

Negli anni Ottanta, quando Doug Jerger lavorava con suo padre (e omonimo dell’azienda con sede in Arizona nota a tutti come Squeeg’s Kustoms), hanno avuto la fortuna di conoscere Bill Coulter, che ha usato il loro talento per fare dei lavori di verniciatura su alcuni veicoli speciali.

Jerger, che gestisce Kustoms di Squeeg a Chandler dal 2004, è rimasto sorpreso quando Bill è entrato nel suo negozio ed è stato interessato a costruire un hot rod. Bill aveva qualche idea su quello che voleva, e aveva visto il lavoro che Squeeg’s aveva fatto sulla roadster di Daryl Wolfswinkel del 1933 (quella che ha vinto il premio America’s Most Beautiful Roadster al Grand National Roadster Show nel 2011).

Jerger gli mostrò quali tipi di auto erano disponibili, e la coppia alla fine decise per una carrozzeria americana Speed33 con il suo top pieghevole convertibile. Essendo un importante rivenditore di nuovi veicoli GM, Bill voleva una trasmissione GM per il suo giro, e voleva che fosse sostanziosa. Con la maggior parte dei principali parametri allora in vigore, Squeeg ha deciso di realizzare il sogno di Bill.

Per far sedere l’auto come volevano, sarebbe stato necessario costruire un telaio personalizzato. Jerger si rivolse a Terry Palmer per realizzare il telaio che presentava un passo più lungo rispetto a quello di serie (la traversa anteriore era stata spostata in avanti di 2 pollici), con tutte le traverse necessarie progettate da Jerger e tagliate con precisione con un getto d’acqua. Il rearend si basa su una sezione centrale a cambio rapido Winters con bracci di controllo e semiassi della Kugel Komponents. Un totale di sei ammortizzatori Aldan coilover sono stati utilizzati¿ quattro per la parte posteriore e un altro paio davanti per andare insieme con il setup IFS Kugel IFS. Kugel ha anche fornito il gruppo freno a 90 gradi (che fa girare la pompa del freno di 90 gradi in modo che possa adattarsi meglio sotto il cruscotto), che funziona con i pedali di Squeeg’d fab’d per l’auto. Lo sterzo è gestito da una cremagliera manuale collegata ad una colonna inclinabile Tri-C Engineering, che è sormontata da un volante che Squeeg ha progettato e fatto fresare. A completare la base dell’auto ci sono le ruote di Real Rodders: 16×10 e 15×5,5 avvolte in gomma Hoosiers da 30 pollici e Maxxis 195/50.

Articolo molto interessante
1939 Dodge Truck Gazing

Essendo un importante rivenditore di auto GM, Bill ha pensato che sarebbe stata una buona idea utilizzare una trasmissione GM nella vettura, e voleva qualcosa che fosse aggressivo. Speed Sports, con sede a Gilbert, Arizona, è specializzata nella costruzione di motori ad alte prestazioni e nella messa a punto delle prestazioni, e ha iniziato con un blocco World in alluminio (che era basato sul motore LS7) e un set di teste World. Mark Clark ha fatto il montaggio, che comprendeva un albero motore Scat, aste Calais, pistoni JE e una camma su misura. La cilindrata sarebbe stata composta da 481 cubi e il rapporto di compressione del motore era impostato a 10:1.

È stato utilizzato anche un sistema a cinghia Front Runner, così come un radiatore personalizzato di Ron Davis. Un collettore di aspirazione e un sistema di iniezione Kinsler LS7 copre il motore, con la scintilla erogata da un sistema di accensione ACCEL attraverso fili MSD. Terry Palmer è tornato nel progetto per creare i collettori una tantum, mentre Joe Spovati ha realizzato il sistema di scarico in acciaio inossidabile utilizzando marmitte Stainless Works. Una volta finito, tutto è stato lucidato dalla Russell’s Custom Polishing. Il trans, assemblato da Arizona Precision Transmission, è un 700-R4 controllato da un Gennie Shifter.

La carrozzeria in acciaio repro è stata realizzata dalla American Speed Company, e utilizza il loro top convertibile completamente integrato che si nasconde sotto un pannello della carrozzeria quando non viene utilizzato. Squeeg ha rimosso le maniglie delle portiere e del bagagliaio, ha arrotondato gli angoli dell’apertura del bagagliaio e Matt Tomb of Tomb Enterprises ha srotolato un cofano e una serie di fiancate del cofano per l’auto. Squeeg ha poi aperto tutto alla perfezione prima di far rotolare l’auto nella loro cabina di verniciatura. Bill Coulter, insieme a sua moglie, Julie, aveva guardato diversi pannelli di vernice rossa che Jerger aveva realizzato, tutti con un tono e sfumature diverse, e Julie aveva scelto quello che volevano per l’auto. Squeeg ha mescolato la vernice a base di paramotore, soprannominata Cult Red, e l’ha spruzzata nella cabina di verniciatura interna.

Articolo molto interessante
1950 Chevy Pickup Truck - Copertura estesa

Una volta terminato il lavoro di verniciatura, si potevano aggiungere pezzi esterni, come i fari della Greening Auto Company e la griglia della DF Metalworks. Su molte parti della decappottabile è stata utilizzata una finitura spazzolata, mentre il nichel spazzolato è stato realizzato da Jon Wright della Custom Chrome Plating, mentre l’inossidabile e l’alluminio sono stati realizzati dalla Custom Polishing di Russell.

Squeeg ha anche aggiunto dei tocchi speciali alla vettura, come quando ha progettato i fanali posteriori e i coperchi delle valvole personalizzati, tutti realizzati da Bill Karas di Karas Kustoms a Mesa, Arizona, o l’inserto del cruscotto per i sei misuratori Auto Meter, collegati da un cablaggio a 21 circuiti di Haywire.

Per la seduta e la tappezzeria del veicolo, Squeeg’s si è rivolto a Gabe’s Street Rod Custom Interiors a San Bernardino, California, per una panchina unica con una base divisa. Gabe ha realizzato anche la console, che ospita i comandi per il sistema di aria condizionata Vintage Air A/C e il necessario portabicchieri. La moquette a tessitura quadrata ricopre il pavimento dell’abitacolo e del bagagliaio, mentre la pelle abbronzata ricopre i pannelli delle sedute e delle porte.

Mentre questa vettura andava insieme (era un progetto di quattro anni dall’inizio alla fine) Bill prese una roadster del 1932 in commercio presso una delle sue concessionarie. È interessante notare che si trattava di un’auto che Squeeg aveva costruito per un cliente qualche anno prima, così Bill finì per possedere un’auto costruita da Squeeg prima della sua Speed33. Julie ha anche una Bel Air del 1956 in garage, un regalo di compleanno di Bill. Quell’auto è destinata a subire dei lavori di sospensione e alcune modifiche nel prossimo futuro, quindi non sembra che l’associazione di Bill con la Squeeg finirà con la decappottabile appena finita. Anche se sta già iniziando a rompere il motore accumulando i primi 1.000 km facili, muore dalla voglia di mettere il piede nella 481 per vedere cosa farà veramente. È stata costruita per guidare, ed è esattamente quello che Bill ci farà.

Articolo molto interessante
Passato a scacchi Ridler-vincitrice della Ford Coupé del 1940

Vedi tutte e 4 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento