1934 Ford Pickup – Programma doposcuola

Il talento viene in tutte le dimensioni

Vedi tutte le 24 fotoKevin LeewriterNick LicataphotographerAug 21, 2006

Crescendo avevamo tutti delle faccende da fare (non è cambiato niente, anche da adulti), e per un adolescente di solito è un lavoro da cortile, portare fuori la spazzatura e tenere pulita la camera da letto. Ricostruire una Ford Flathead e saldare un telaio non sarebbe in cima alla lista delle cose da fare della maggior parte dei ragazzi, ma per Roy Flake, questi erano solo alcuni degli oggetti che aveva nella lista delle cose che avevano bisogno della sua attenzione quando non era a scuola. Questi “lavori” sono stati resi più piacevoli grazie al fatto che suo padre, Rick, era in giro a supervisionare e insegnare.

Sono sicuro che ci sono più di alcuni di voi che hanno dato un’occhiata a queste foto e sono già saltati alla conclusione che si trattava di un altro hot rod allevato in negozi professionali che chiamiamo “homebuilt” perché il proprietario si è imbullonato ai fari. Non potreste essere più lontani dalla verità. Le uniche cose che i Flakes non hanno fatto da soli sono state la lavorazione del motore, alcune delle tappezzerie e la gessatura. Il resto è stato fatto in un’officina personale, certo ben allestita, ma il talento è stato coltivato in casa.

Quando Rick ha comprato la sua prima auto a 14 anni ha avuto la fortuna di avere un padre che era anche appassionato di hot rod e aveva un bell’assortimento di attrezzi che era disposto a condividere insieme alle sue conoscenze. Diversi anni dopo, Rick stava lavorando ad un pickup in acciaio nudo basato su molti degli elementi del noto camioncino di Jimmy Shine. Suo figlio, Roy, stava entrando nell’adolescenza e Rick pensò che fosse il momento di passare la torcia e iniziò a cercare un progetto padre/figlio in cui Roy potesse affondare i denti. Hanno avuto fortuna e hanno trovato un pickup Ford del ’34 composto da una cabina di ciliegie e alcuni altri pezzi che riposano in un fienile nella vicina Clovis.

Durante le sue prime vacanze estive con il pickup, Roy ha acquistato una Ford Flathead e, dopo aver fatto lavorare il blocco e gli interni, ha portato a casa i pezzi freschi e, con l’aiuto di suo padre, ha assemblato il motore e lo ha fatto funzionare su un banco di prova. Il progetto è poi andato in pausa per quasi un anno fino alle prossime vacanze estive di Roy. Durante questo periodo Rick e Roy hanno avuto un po’ di tempo per formulare un piano per la costruzione. Papà voleva parafanghi, vernice lucida e muri neri; il figlio lo voleva basso senza parafanghi, rivestito di nero scamosciato, e rotolando sui muri bianchi.dopo un po’ di dare e prendere erano pronti a partire sulle fondamenta del camion. Un nuovo set di rotaie American Stamping ‘rails sono stati tagliati e presi a calci nella parte posteriore, pizzicati al firewall, e buttati fuori un po ‘alla griglia. I cornicioni sono stati tagliati via e sono state aggiunte alcune traverse personalizzate. Roy ha imparato a saldare (sia MIG che TIG) durante la costruzione del telaio. Un assortimento di nuovi pezzi di sospensione in stile tradizionale sono stati assemblati e mischiati con alcune parti personalizzate e aggiornate. La cabina non ha avuto bisogno di molto lavoro ed è stata tenuta abbastanza in magazzino con l’eccezione di perdere 4 pollici dal tetto. Il letto era un’altra storia. Dopo aver dato una bella occhiata al letto fornito con il pickup, Rick ha deciso che sarebbe stato più facile costruirne uno da zero. Ordinò un portellone posteriore e alcune tasche per i paletti da Mac’s Products e li tagliò per adattarli ai lati del letto personalizzati che lui e Roy piegavano e arrotolavano alla perfezione. La parte superiore arrotolata del letto proveniva da un letto Dodge della metà degli anni ’50 che avevano tagliato a pezzi. Il tocco finale è stato il pavimento del letto in mogano che Roy ha levigato, macchiato e ripulito come se lo facesse da anni. Rick ha spruzzato il paramotore Black in persona una volta che il duo aveva il lenzuolo in forma.

Articolo molto interessante
1966 Ford GT 40 - Roaring To Go

Rick e Roy hanno portato il tema semplice ma ben eseguito all’interno. Il cruscotto di stock è stato mantenuto, ma vestito con alcuni inserti personalizzati in alluminio fresato Rick ha montato e poi riempito con Stewart Warner Winged calibri Stewart Warner. Ha anche costruito il sedile della panchina e alla fine ha dovuto affidare parte della costruzione al suo amico Richard Baskin per far cucire la Naugahyde rossa. Rick ha tenuto la mano in parte delle faccende di tappezzeria, ha fatto l’headliner e ha rifilato il tappeto. Ai ragazzi adolescenti piace la loro musica, così hanno installato un’unità principale JVC in una console a soffitto personalizzata e hanno nascosto un quartetto di altoparlanti da 4 pollici nella cabina stretta. Il risultato finale dell’esperienza non è stato solo un legame più stretto tra padre e figlio, ma anche un bel camion. Al di là del grande stile e della qualità costruttiva, la cosa che ci è piaciuta di più è stato quanto diverso potesse apparire il camion con solo un paio di cambi di cinque minuti. Tira i dischi lunari e il cofano e ne uscirà un pickup completamente diverso. Se i Flakes sono un’indicazione di quello che succede nei garage di tutto il paese quando i padri passano le loro abilità ai figli, l’hobby è in buona forma.

Vedi tutte le 24 foto

Rick e Roy Flake

Articolo molto interessante
Il tour del paramotore 2003 Street Rodder Road Tour

1934 Ford Pickup

Fresno, California

Drivetrain

La Ford 239ci Flathead del ’46 è stata spedita a Steve Moody a Fresno per una pulizia e un’annoiata .060-over. Rick e Roy hanno poi lavorato insieme per assemblarla con una manovella Merc da 4 pollici, pistoni Ross 9:1 e una camma Isky 3/4 da corsa. Le teste affilate e l’aspirazione 2×2 forniscono l’aspetto e un po’ di punch in più. Le Flakes hanno realizzato le loro testate e le staffe degli accessori e hanno modificato il filtro dell’olio Speedway Motors Beehive per un sistema a flusso totale. Un adattatore trans Wilcap si accoppia con una Ford del ’65 a quattro velocità alla Flathead. David Kee a San Antonio, Texas, ha assemblato il trans e ha adattato un cambio Jeep.

Telaio

I Flakes sono partiti con una serie di rotaie nude American Stamping ’34 e hanno proceduto a tagliare e saldare fino a quando le rotaie sono state prese a calci nella parte posteriore, pizzicate al firewall, e poi sono corse dritte alla griglia per adattarsi al contorno del cofano. Una trave a I di Chassis Engineering con fuseruole Magnum e freni Wilson Welding è appesa a una molla monolitica, con batwing e tornanti personalizzati che permettono alla molla di montarsi dietro l’asse. Una scatola dello sterzo Vega si occupa della maneggevolezza e gli ammortizzatori posteriori Ford ’40 smorzano gli urti della leva posteriore. Sotto il pianale risiede un cambio rapido Winters con marce 4.11:1 supportato da forcelle modificate e da Air Ride Technologies ShockWaves.

Articolo molto interessante
Visto al SEMA

Le ruote personalizzate Rick e Roy sono partite come centri Oldsmobile del ’33 prima di essere saldate in nuovi cerchi 17×4,5 e 18×6 pollici. L’aggiunta dei dischi Moon quando l’umore colpisce può cambiare l’intero aspetto del pickup. I bianchi larghi in pietra focaia (6.00/6.50-17 e 7.00-18) di Coker forniscono un po’ di rastrello di gomma.

Per ottenere il nero lucido per avere un aspetto così bello, o si deve iniziare con un corpo davvero bello o passare un sacco di tempo per ottenerlo in questo modo. Rick e Roy hanno fatto un po’ di entrambe le cose. Hanno tagliato la cabina vergine di 4 pollici, hanno modificato il guscio della griglia del camion del ’33 per usare un inserto per auto del ’32 e hanno costruito il letto su misura. Rootlieb ha fornito la parte superiore e i lati del cofano allungato di 3 pollici. Quando hanno finito, hanno sparato a tutto con una dose liberale di paramotore nero. I fari guida su una barra modificata e i fanali posteriori Ford del ’37 su supporti personalizzati si occupano dei problemi di illuminazione. Il cognato di Roy, Jimmy Ogawa, ha dato al pick-up un accento appena sufficiente con qualche sottile gessatura.

Interno

I Flakes hanno continuato il loro lavoro all’interno costruendo il sedile del banco, fresando gli inserti personalizzati del cruscotto e la console del tetto, e installando una colonna LimeWorks, una ruota Ford del ’40 e un’unità di riscaldamento/sbrinamento Vintage Air. Richard Baskin a Fresno ha cucito la Naugahyde rossa e ha steso il tappeto nero.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2006\08\0610rc-p-1934-ford-pickup-.jpg

Lascia un commento