1935-1940 Peugeot 402

The 1935 Peugeot 402 Familiale was on a wheelbase. See more pictures of classic cars. La Peugeot 402 Familiale del 1935 era su un interasse . Vedi altre immagini di auto d’epoca.

Lo sviluppo della Peugeot 402 del 1935, come molti dei suoi contemporanei, fu fortemente influenzato dai principi che governavano l’efficienza del trasporto aereo.

Galleria di immagini di auto d’epoca

Il pionieristico volo aereo dei fratelli Wright nel 1903 non solo ha aperto la strada alla padronanza dei cieli da parte dell’umanità, ma ha anche infuso nel mondo tecnologico il sogno di volare. Ben presto ci si rese conto che le forme delle superfici di un aereo avevano un’importante influenza sul potere e sull’economia.

Questo ha lasciato il posto a uno stile “aerodinamico” di tendenza per tutti i tipi di veicoli – e anche per le cose che non si muovono, come gli elettrodomestici. Ma, a parte alcuni prototipi sensazionali, le comuni auto a motore continuarono ad assomigliare più a delle carrozze scatolate a metà degli anni Trenta.

Un grande cambiamento arrivò quando l’azienda di Walter Percy Chrysler introdusse i nuovissimi modelli Airflow nel 1934. Progettati da Carl Breer, gli Airflow Chrysler e DeSoto erano caratterizzati da una carrozzeria con muso arrotondato e griglia a “cascata”, fari integrati e parabrezza angolati separati che ricordano la cabina di pilotaggio di un aereo d’epoca. Non è stato solo l’insolito stile aerodinamico dell’Airflow a renderla una nuova auto sensazionale.

La costruzione semi-unibody a trave, il motore posizionato più in avanti per una migliore distribuzione del peso, i sedili posteriori posizionati all’interno del passo per una guida più confortevole e molti altri dettagli sono stati lungimiranti. Ma per tutti i suoi vantaggi intrinseci, l’accettazione del flusso d’aria era limitata.

Articolo molto interessante
1918 Chevrolet Serie FA e 490

A molti non piaceva lo stile radicale. Altri sono stati scoraggiati da voci (per lo più infondate) di problemi tecnici che si sono diffuse quando la produzione della vettura è iniziata lentamente. DeSoto rinunciò al modello nel 1936. La produzione di Airflow con la Chrysler durò fino all’estate del 1937. I modelli più convenzionali Airstream, lanciati in fretta e furia per il 1935, mantennero la Chrysler Motors dal disastro.

A year after the 1935 Peugeot 402 was introduced, its basic styling was extended to a new, smaller 302.” ” Un anno dopo l’introduzione della Peugeot 402 del 1935, il suo stile di base è stato esteso ad una nuova, più piccola 302.

Intanto, dall’altra parte dell’Oceano Atlantico, l’introduzione dell’Airflow veniva guardata con grande interesse in un quartiere molto improbabile: la Peugeot, un produttore noto ancora oggi per il design conservatore.

Con la sua sede centrale a Parigi e la sua fabbrica principale a Sochaux, nel nord-est della Francia, vicino al confine svizzero, Peugeot è una delle case automobilistiche più antiche del mondo. La storia dell’azienda risale ai primissimi anni del XIX secolo, quando la famiglia Peugeot iniziò a produrre beni che nel tempo sarebbero arrivati a comprendere utensili, macina caffè e macinapepepe, utensili da cucina, biciclette e molto altro ancora.

Nel 1889, l’azienda mostrò la sua prima autovettura – un piroscafo alimentato da Serpollo – alla “esposizione universale” tenutasi a Parigi. Poco dopo arrivò una Peugeot di tipo 2, questa volta con un motore a combustione interna costruito in Francia su licenza di Gottlieb Daimler.

Articolo molto interessante
1992-1993 Profilo Dodge Viper RT/10

Nel 1896, Armand Peugeot, uno dei due cugini che all’epoca dirigevano l’azienda di famiglia, scorporò l’attività automobilistica ancora speculativa dall’azienda industriale. Più tardi, i suoi nipoti, che ereditarono l’azienda familiare di vecchia linea, iniziarono a produrre motociclette e auto leggere da soli, ma una fusione nel 1910 portò di nuovo sotto lo stesso tetto tutte le attività della Peugeot nel settore automobilistico.

Negli anni ’30, affidabilità e robustezza erano due parole comunemente associate alle Peugeot, ma nello stile e nella tecnologia le auto erano conformi agli standard europei. Poi, nel 1934, le case automobilistiche del continente si scaldarono con una scossa: André Citroën introdusse la Traction Avant che segnò l’inizio di un’era con il suo design a trazione anteriore, il pavimento piatto dell’abitacolo e la carrozzeria unita senza pedane.

Qui, dall’interno della stessa Francia, è arrivata una sfida che i designer Peugeot avrebbero accettato. Catturati dal fascino contemporaneo della razionalizzazione aerodinamica, i talentuosi ingegneri Peugeot non esiterebbero a produrre una seconda sensazione basata sul look dell’American Airflow.

La Peugeot risultante avrebbe lo stesso parabrezza in due pezzi, ma ancora più inclinato. Avrebbe lo stesso naso — ma ancora più arrotondato. Avrebbe la stessa fiammeggiante linea laterale curva, sì, anche una decorazione fluida sulle gonne dei parafanghi — tutte ispirate all’Airflow.

A questa Peugeot è stato dato il numero di modello 402. Per saperne di più sulla Peugeot del 1935, passare alla pagina successiva.

Articolo molto interessante
1965 1966 Ford Mustang

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento