1940 Chevy – I Bowers Boys – Roddin’ Around

Vedi tutti i 1 fotoswpengineWordsDec 15, 2006

Ray e George Bowers si sono uniti al Philadelphia Modifiers Street Rod Club poco dopo la costituzione del club nel 1955. I Bowers Boys erano ben noti nei dragstrip della Pennsylvania orientale. Il loro coupé a motore posteriore del ’34 li fece bandire dalla pista dell’ottavo miglio di Hatfield, in Pennsylvania, nel 1958 perché troppo radicale. George (a sinistra nella foto in bianco e nero) e Ray (a destra) hanno avuto più fortuna con questa dragster a carrozzeria Fiat, che guidava una 346ci Olds con un soffiatore a manovella, e aveva le chiazze posteriori infilate all’interno della carrozzeria. La Twistmobile detiene ancora il record per la defunta Classe C Altered C (10.56/155.6), ambientata a Petersburg, Virginia, nel 1961. I fratelli si sono ritirati dalle gare di drag racing, ma sono ancora oggi dei veri e propri “hot roders” e membri molto attivi dei Modifiers. L’attuale moto di Ray è una Ford cabriolet del ’50 con 350 cavalli, costruita da Ray da zero. George guida una Chevy del ’40, costruita da Ray.

Grazie al membro dei Modifiers Tom Hover per averci inviato queste foto e le informazioni sui Bowers Boys.

I tesori di A Cool MillVintage sono ancora là fuori. Brian Benzing della SO-CAL Arizona ci ha inviato un avviso su un motore fresco che è finito nel loro negozio. Questa Ardun Flathead convertita è stata trovata trascurata in un vecchio parcheggio di roulotte non lontano dal negozio di Phoenix. Si dice che questa vecchia Flathead – con testate costruite in casa, e due magneti gemelli, e i resti della presa d’aria originale – dormisse dagli anni ’50, quando alimentava una vecchia pista circolare o un’auto da traino. È stata esposta nello showroom SO-CAL, dove ha ricevuto più attenzione di un bambino marziano o di una statua che piange, ed è ora parte di una collezione privata nel Wisconsin. Riuscirà mai più a trainare un’auto da corsa? Lo spero.

Articolo molto interessante
1955 Ford F100 - Cinquecento dollari Ford

Hot Rod Heroes Build For CharityQuando 10 dei più noti costruttori di hot rod iniziano a lavorare su un progetto, si pensa che debba essere qualcosa di grande. Si scopre che è qualcosa di piccolo. Chip Foose, Bobby Alloway, Roy Brizio, Boyd Coddington, Pete Chapouris, Jesse Greening, Steve Moal, Rolling Bones, Thom Taylor e Troy Trepanier stanno creando auto a pedali personalizzate per raccogliere fondi per beneficenza. Il programma di auto a pedali per beneficenza Hot Rod Heroes fa parte delle celebrazioni della Ford Motor Company per il 75° anniversario della Ford del ’32. Ogni costruttore personalizzerà una versione in miniatura, in acciaio stampato, a pedali, di una Deuce, donata dal Magazzino 36. Le auto finite saranno esposte in tutto il paese nel corso del prossimo anno. Alla fine del 2007, le 10 auto personalizzate saranno messe all’asta, il cui ricavato sarà ripartito tra la Juvenile Diabetes Research Foundation e gli enti di beneficenza scelti dai costruttori. Cercate queste 10 piccole auto del ’32 quando si presentano nella vostra zona.

Chip In to Help Out ChipPer anni, il designer automobilistico Chip Foose è stato molto attivo nella battaglia contro la progeria, una malattia infantile che accelera il processo di invecchiamento, dando ai bambini le caratteristiche fisiche di uomini e donne anziani. Non esiste una cura e la maggior parte dei bambini affetti da questa malattia non vive oltre la prima adolescenza. Amy Foose, la sorella di Chip, è morta per la malattia della progeria nel 1985 all’età di 16 anni. La famiglia Foose ha recentemente contribuito a creare un nuovo capitolo della Progeria Research Foundation, dedicato alla raccolta di fondi e alla ricerca di una cura. Potete aiutare partecipando a fiere automobilistiche che sostengono questa causa (come la recente fiera dell’auto di Braselton Bash in Georgia) o visitando il sito www. progeriaresearch.org su Internet e facendo una donazione.

Articolo molto interessante
La Plymouth Coupé del 1949 di Dean & Pat Jodry

Leggi tutto “Deuce: 75 anni della Ford del ’32”

Nel caso non l’aveste sentito, la Ford del ’32 festeggerà il suo 75° anniversario nel 2007. Nell’ambito della festa, CarTech ha pubblicato un omaggio di 192 pagine all’auto che è diventata un’icona di hot roding.

Lo scrittore e fotografo automobilistico Robert Genat è l’autore di “Deuce: 75 anni della Ford del ’32”, e ha riempito quelle pagine con una storia approfondita della Deuce. Genat risale a quando queste incredibili auto sono state progettate, sviluppate e prodotte dalla Ford Motor Company, e continua la storia di come hanno continuato a essere progettate e costruite da un numero infinito di piloti e piloti dai primi giorni fino ad oggi. Il libro si conclude con uno sguardo al futuro (alzate la mano se ne state costruendo uno proprio ora).

Dopo i capitoli iniziali sulla storia, Genat divide il libro per stili di carrozzeria, con capitoli separati su auto aperte, coupé, berline e veicoli commerciali. Dedica inoltre un capitolo a parte alla storia e allo sviluppo del rivoluzionario motore Ford V-8, che condivide il suo anniversario con la Deuce. Il testo è illustrato con più di 300 fotografie di alcune delle più belle e significative Deuce mai costruite, tra cui alcune straordinarie vecchie foto degli archivi Ford.

Procuratevi la vostra copia di “Deuce: 75 anni della Ford del ’32” per 39,95 dollari in qualsiasi libreria decente o libreria su Internet o fresca di CarTech. Chiamate il numero (800) 551-4754 o andate su www.cartechbooks.com.

Articolo molto interessante
Convertibile GTX del '67 GTX - Scelta del pacchetto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento