1941-1947 Hudson

“Lo stile sinfonico inizia con un nuovo design brillantemente moderno”, diceva la brochure di Hudson del 1941, “… corpi più lunghi di 5,5 pollici e mezzo, più bassi di 2 pollici e più spaziosi che mai”. Questo potrebbe aver confuso molti acquirenti di auto, perché, almeno dal davanti, le 1941 assomigliavano molto alle auto dell’anno precedente.

Galleria di immagini di Hudson
The Hudson Commodore Eight debuted in 1941.

Gli Otto Hudson Commodore hanno debuttato nel 1941.

Vedi altre immagini di auto Hudson.

L’Hudson del 1940 aveva un aspetto sorprendentemente nuovo. Un’ampia griglia di sette feritoie orizzontali si estendeva da parafango a parafango, e i parafanghi stessi erano un’escrescenza del corpo, non grumi bulbosi collegati al corpo da una passerella come sulle auto della General Motors. Una piega affilata si trovava sulla prua, su un cofano incernierato per aprirsi dal retro, una caratteristica Hudson introdotta l’anno precedente.

Sì.
Una sospensione anteriore a molla elicoidale completamente indipendente sostituì l’asse del 1939 del fascio a molla a balestra, anche se va detto che quello di Hudson non era stato un normale asse del fascio: con la caratteristica accuratezza di Hudson, oltre alle molle semiellittiche, era dotato di bracci di raggio e, nel 1939, aggiunse una barra stabilizzatrice che Hudson chiamò “Auto-Poise”.

Quest’ultimo dispositivo collegava una ruota anteriore all’altra con una barra di torsione, una disposizione che sarebbe diventata comune qualche anno dopo, ma che all’epoca era un’esclusiva Hudson. Hudson vantava il “Center Point steering”, che utilizzava un braccio folle montato al centro della traversa anteriore e due “mezzi tiranti”.

Sì.
Uno sguardo attento, tuttavia, ha dimostrato che la novità degli Hudson del 1940 è ingannevole. L’aspetto fresco era in realtà solo un lavoro al naso sui corpi del 1939, anche se intelligente. La stessa pubblicità di Hudson ha giocato l’illusione evidenziando il naso e nascondendo il resto dell’auto nell’ombra.

E la sospensione anteriore era l’unico cambiamento meccanico significativo, anche se i passi sono cresciuti sulle vetture inferiori e superiori, e le trasmissioni sono state riprogettate per il funzionamento “side shift” dal leveraggio a colonna (i cambi del 1939 sono stati convertiti in “top loader”, con azionamento a cavo e biella).

Sì.
L’Hudson del 1940, quindi, fu un’avventura molto evolutiva nel nuovo decennio. In realtà, l’ingegneria e lo stile della Hudson erano quasi sempre stati evolutivi, in larga misura a causa della perenne scarsità di liquidità dell’azienda. Mentre l’azienda aveva goduto dello status di terza migliore vendita del settore nel 1929, gli anni ’30 erano stati un po’ come le montagne russe. L’inchiostro rosso apparve nel 1931, e durò – ma per tre anni di modesti profitti nel 1935-1937 – fino al 1940.
From the rear, differences between the 1940 and 1941 Hudsons were more obvious.

Dalla parte posteriore, differenze tra il 1940 e

Il 1941 Hudson era più ovvio.

Così i motori a sei e otto cilindri avevano molto in comune; entrambi erano discendenti in linea retta del sei dell’Essex del 1924, un propulsore molto male allineato la cui carente lubrificazione spesso causava il guasto dei cuscinetti durante la discesa. Tuttavia, molti anni di ingegneria incrementale avevano reso i motori affidabili, compresa la loro lubrificazione “a schizzo” — e gli otto Hudson schizzarono fino a quando non lasciarono la produzione alla fine del 1952. Il forte di Hudson era la metallurgia, ed i blocchi cilindri in lega di cromo dell’azienda erano quasi indistruttibili.

Sì.
Una serie di caratteristiche meccaniche erano uniche per Hudson, e questo è interessante:

  • L’ingegnere capo Stuart Baits era rimasto gravemente ferito in un incidente mentre provava i nuovi freni idraulici della Hudson. Giurando di non permettere mai più un tale fallimento, Baits ha progettato il sistema “Double Safe” che attivava automaticamente i freni di emergenza meccanici sulle ruote posteriori se il pedale del freno sprofondava sotto un certo limite.
  • Quasi fin dall’inizio, Hudson aveva usato una frizione con la faccia di sughero, che è in olio. Era insolitamente liscia, e abbastanza affidabile.
  • I seguaci di altre marche hanno trovato strane serrature della porta di Hudson. Invece di premere i pulsanti della serratura interna per bloccare le porte come nelle altre auto, i proprietari di Hudson hanno tirato su la loro. Il motivo di questa anomalia è stato incredibilmente semplice: È molto più difficile entrare in un’auto spingendo il bottone verso il basso con un appendiabiti, piuttosto che tirarlo su.

Se l’Hudson del 1940 era stata un’auto vecchia e nuova, il 1941 era un’auto nuova e familiare, quasi troppo familiare. Da davanti, c’è voluto un esperto per distinguere una Hudson del 1941 da una del 1940: Due barre della calandra aggiuntive e le rifiniture del cofano rivisitate erano gli unici cambiamenti evidenti.

Sì.
I manuali delle parti raccontano una storia diversa e più drammatica. Solo i parafanghi anteriori si scambiano con le auto precedenti. Inoltre, dal cofano posteriore, gli Hudson del 1941 erano innegabilmente tutti nuovi, più lunghi e più bassi, con un piacevole “trambusto” in cui le auto del 1940 avevano un tema fastback degli anni Trenta.

Per ulteriori informazioni sui modelli dell’Hudson del 1941, passare alla pagina successiva.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento