1941 Packard Uno Ottanta

The 1941 Packard One Eighty was available through special pictures of classic cars. La Packard One Eighty del 1941 era disponibile attraverso immagini speciali di auto d’epoca . .

Il Packard One Eighty del 1941 ha avuto un inizio semplice. Nel 1899, James Ward Packard cavalcava nella prima carrozza senza cavalli di sua creazione. James e suo fratello, William Doud Packard, presero il loro background nel campo delle apparecchiature elettriche e dei macchinari, e aggiunsero l’ex ingegnere principale e sovrintendente d’officina di Alexander Winton, gettando le basi per una dinastia automobilistica che durò fino al 1958.

Quando la Packard pubblicò i modelli della diciannovesima serie One Ten, One Twenty, One Sixy e One Eighty nel 1941, nessuno dovette “chiedere all’uomo che ne possiede uno” cosa significasse guidarne uno. Le modifiche di questa serie comprendevano fari modellati nei parafanghi, griglie laterali dei radiatori più grandi, un cofano più lungo e luci di parcheggio montate sul parafango. Il One Eighty era disponibile su ordine speciale con carrozzerie costruite su misura da carrozzieri indipendenti, e LeBaron era uno dei migliori.

Roger e Gerri Gibb, di Irvine, California, hanno acquistato il loro Packard LeBaron Sport Brougham del 1941 da Russ Murphy, che ha trovato l’auto in una rimessa di proprietà della sorella di Nelson Rockefeller. Murphy ha passato due anni a riparare il deterioramento di anni di abbandono, completando il restauro nel 1979, che ha guadagnato 100 punti al Classic Car Club of America’s Midwest Grand Classic. Per i 16 anni successivi, Murphy e gli One Eighty sono stati uno spettacolo familiare nel circuito dello show.

Articolo molto interessante
1940 Chevrolet Master e Speciale

Vent’anni di divertimento alla guida hanno avuto il loro tributo sul Carmine Red Metallic Sport Brougham. Roger ha sostituito e riparato una serie di parti meccaniche, come la trasmissione selettiva sincronizzata a tre velocità con overdrive e il Dual-Stream Heater con sbrinatore ausiliario. Ha riportato l’interno all’opulenza originale con i davanzali intarsiati in noce e un cruscotto in legno di radica.

La Gibbs possiede il numero 2041, una delle 99 berline speciali a quattro porte commissionate a LeBaron; si stima che ne esistano ancora 26. Un acquirente originale ha pagato 3.545 dollari per i suoi distintivi supporti laterali, gli emblemi smaltati del coprimozzo e la mascotte del radiatore Cormorant. Le pedane da corsa erano un’opzione gratuita che poteva essere ordinata al posto degli scudi di ghiaia cromati forniti con l’auto.

Come l’ex proprietario, Roger e Gerri guidano la loro auto e si affrettano a dirvi che viaggiava in un rimorchio solo quando è passata di mano. Con le sue sospensioni anteriori Safety Flex, l’auto viaggia a 70 miglia orarie senza sforzo, superando le aspettative di comfort dei Gibbs.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore: Ricerca auto nuove
  • Guida per il consumatore: Ricerca auto usate

Lascia un commento