1946 Pickup Ford – Malito’s Way

Meglio tardi che mai

Vedi tutte le 10 fotoMike HarringtonphotographerJohn GilbertphotographerDakota WentzwriterOct 1, 2006

Il mondo è un posto strano. L’intera popolazione umana è distribuita in diverse città, città, paesi, montagne, oceani e altro ancora, eppure in qualche modo tutti noi finiamo per ricevere gli stessi detti e messaggi, indipendentemente dalle differenze culturali. Noi del CCT possiamo capire come tutti noi riceviamo gli stessi messaggi nel mondo di oggi, che funziona a fibre ottiche, cavi di computer, TV, valvole hyfernutter e molto altro ancora, ma ciò che è incredibile è che questi detti e lezioni non sono comparsi negli ultimi 20 anni. Prendiamo, ad esempio, Confucio o Esopo, quei tizi sono vissuti… non sappiamo esattamente quando, ma è stato tanto tempo fa, e le loro lezioni sono ancora qualcosa che tutti abbiamo sentito, messaggi tramandati di generazione in generazione. Stranamente, sono raccontati in tonnellate di lingue e stili, ma alla fine sono lo stesso concetto. Prendiamo, per esempio, questo detto: Meglio tardi che mai. Lo sappiamo tutti e lo usiamo tutti, e alcuni di noi vivono anche per raccontarlo.

Jim Porter è uno di quei ragazzi che vive il suo stile di vita meglio tardi che mai. Jim è cresciuto amando sempre le hot rod e le vecchie auto, ma non ne ha mai posseduta una, e nemmeno ci ha mai lavorato. Invece, ha passato le sue giornate a crescere una famiglia ed essere un tipico americano. E fedele alla forma di molti americani, una volta che i ragazzi sono cresciuti e sono andati avanti con la loro vita, si sono presto trovati in una strana situazione. All’improvviso il tempo non era più essenziale, e ogni minuto e dollaro non doveva essere speso per l’ultima e più grande tendenza. Cosa deve fare un uomo? La moglie di Jim ha suggerito di sviluppare una sorta di hobby. Invece di coltivare l’amore per l’indossare pantaloncini bianchi stretti con un cerchietto rosso, bianco e blu e dondolare una racchetta a una palla gialla, o salire su un paio di pantaloni a quadri per dondolare una mazza a una palla bianca che sembra una luna, ha pensato di rivisitare una fantasia che risale alla sua infanzia. Anche se Jim non aveva mai posseduto una hot rod o non aveva mai lavorato su una di queste, ha sempre pensato che sarebbe stato fico saltare al volante di una di quelle che poteva chiamare la sua.

Articolo molto interessante
1963 Dodge 330 - Fulmine pallido

Quando Jim ha iniziato a cercarne uno quasi otto anni fa, gli è capitato di imbattersi in un camion Ford del ’46 in vendita per 1.600 dollari. L’unico problema era che il camion non seguiva esattamente le linee di un ’46. Invece, seguiva le linee dei bordi frastagliati dei pezzi sparsi in un angolo. Il camion fu completamente smontato, ma con la parola dell’amico di Jim, Kevin Shea, che potevano aggiustarlo, Jim si biforcò sui soldi e si diresse a casa.

Una volta che tutto è stato sistemato a casa ed esaminato, il camion è stato un po’ più rozzo del previsto. In effetti, il telaio era piuttosto malconcio. Così, invece di cercare di sistemarlo completamente, Jim ha trovato un fermaglio anteriore della Camaro dell’81. Kevin e Jim innestarono la clip sul telaio e inscatolarono il resto del telaio per ottenere una base solida. La cosa bella della clip della Camaro è che ha dato a Jim freni a disco, servosterzo e sterzo a cremagliera nello stesso scambio.

Nella parte posteriore hanno ribaltato le molle a balestra sull’asse a 10 bulloni per dare al telaio la posizione desiderata. Mentre il telaio veniva finito, Jim ha lasciato la carrozzeria in una carrozzeria locale. La carrozzeria mostrava decisamente la sua età con ammaccature, ammaccature, ruggine e anche qualche ferita di guerra che aveva raccolto durante alcune prove di tiro. Il negozio locale ha schiaffato un po’ di Bondo sul camion, lo ha innescato e ha chiamato Jim quando era pronto a partire.

Articolo molto interessante
1965 Ford Mustang Fastback - Lakota Legend

Nel frattempo, Jim stava aspettando che finisse la 350 del ’94 che aveva ricevuto da un’auto della polizia. Il motore era in procinto di essere annoiato a 0,30 e completamente ricostruito. Insieme ad alcune lavorazioni meccaniche, Monty Peltier ha anche installato un collettore di aspirazione Edelbrock insieme ad un carburatore Edelbrock 650 cm3. In cima al motore il tradizionale filtro dell’aria circolare è stato sostituito da un filtro per uccelli. Una volta che il corpo e il motore sono tornati a casa, Jim e Kevin hanno assemblato il camion, e Jim lo ha guidato tutte le volte che ha potuto.

Circa un anno fa Jim si è rivolto a una coppia di fratelli, Rick e Randy Murray. Insieme possiedono un negozio personalizzato, Krazy Kreations a Westminster, Colorado, proprio fuori dalla città natale di Jim. L’hanno convinto che doveva abbandonare il primer e andare a fare un giro sul camion. Da lì KK prese il camion sotto la loro ala. La prima cosa che hanno fatto è stato spogliare il camion. Trovarono che il negozio precedente aveva fatto un bel lavoro di carrozzeria. Invece di saldare tutte le cuciture, hanno fissato le cose al loro posto e hanno spalmato il resto a Bondo. Così hanno saldato completamente tutte le cuciture lungo il cofano e i parafanghi anteriori, poi hanno rasato le maniglie e hanno liberato i fari. Nella parte posteriore KK ha usato il roll pan posteriore di una Ford del ’55 e l’ha accoppiato al ’46. Per i fanali posteriori Jim ordinò ad Hagans alcune luci a incasso che KK installò.

Articolo molto interessante
1971 Ford F-100 - Il secondo figlio

Con la carpenteria metallica fuori mano, il camion è passato alla fase due, verniciatura e carrozzeria. Il camion è stato bloccato in linea retta, e Rick Murray ha posato la finitura PPG Diamond Pearl White. Murray ha anche steso delle deboli fiamme rosse e rosa perla attraverso i parafanghi anteriori e la copertura tonneau in fibra di vetro. Aggiunta di qualche dettaglio alla carrozzeria è una griglia cromata e l’inserto del cofano di Macs.

L’ultima cosa all’ordine del giorno era l’interno. I sedili sono stati piratati da una Camaro del ’67, e l’intero interno è stato rivestito in pelle ultra bianca perla e rossa. Il cruscotto è stato dipinto di bianco perla e decorato con inserti lucidi e indicatori VDO. Jim ha persino fatto costruire ad Andrew Pacheco della KK una console personalizzata e rivestirla nello schema degli interni. Insieme all’interno, il tema rosso e bianco è stato portato nel letto.

Da quando ha acquistato il camion del ’46, meglio conosciuto come Malito (in spagnolo per il piccolo cattivo ragazzo), Jim ha accumulato più di una mezza dozzina di hot rod. Quando gli parlerai del nuovo mondo in cui si è tuffato otto anni fa, sarà il primo a dirti che il mondo delle hot rod è cambiato e ha ampliato completamente la sua vita in meglio, anche se gli ci è voluto un po’ di tempo per immergere finalmente i piedi nell’acqua. CCT

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites200610610cct-01-ps-1946-ford-pickup-.jpg

Lascia un commento