1948 Chevy Pickup – Qualunque cosa voglia la moglie di Wayne

La Chevy Pickup del ’48 di Barbara e Wayne Moore

Vedi tutte le 8 fotoD.Brian SmithwriterTerry McGeanphotographerMay 1, 2005

Un buon modo per essere (e rimanere) felicemente sposati è quello di fare ciò che tua moglie desidera. Le faccende come portare fuori la spazzatura e il giardinaggio possono non essere molto allettanti, ma qualcuno deve farlo. D’altra parte, se il tuo coniuge volesse che tu le costruissi un pickup vintage personalizzato, lo faresti, giusto? Qualsiasi testa di ingranaggio dal sangue rosso salterebbe per esaudire un tale desiderio. Tuttavia, Wayne Moore ha l’olio motore mescolato al suo sangue rosso, così ha costruito un pluripremiato furgone Chevy del ’48 per sua moglie Barbara che ha raccolto molta attenzione.

Ma stiamo correndo un po’ troppo. Non molto tempo dopo che Barbara ha chiesto a Wayne di costruire un camion d’epoca, ha trovato e comprato una Chevy del ’48 da 1/2 tonnellata e l’ha smontata completamente. Wayne pensò che non avrebbe potuto cambiare idea se fosse stata a pezzi. Inscatolò i framerails e sostituì l’asse anteriore originale con un Fatman Fabrications IFS con i bracci di controllo superiore e inferiore dell’Hot Rod Shop di Heidt’s Hot Rod Shop. Per il resto, Wayne si è procurato un differenziale Chevy Nova a 10 bulloni con cambio 3.31:1 e l’ha sospesa con un Fatman Fabrications a quattro bracci. Per fermare l’autotrasportatore più frettolosamente, i freni a disco ventilati Engineered Components sono stati installati su entrambe le estremità.

Spostando il suo talento verso l’esterno della Chevy, Wayne ha convinto il suo amico Tom Morgan a dare una mano con la carrozzeria preverniciata. Hanno scambiato le cerniere delle porte, accorciato il letto di 5 pollici e saldato su un roll pan posteriore personalizzato. Curvare la parte anteriore del letto tutto intorno al retro della cabina per uno spazio di 1 pollice ha richiesto un sacco di tempo per farlo bene, così come inclinare il parabrezza che si apre di 1 3/4 di pollice per rastrellare il vetro anteriore. Usando una cerniera del cofano della BMW, Wayne ha realizzato un cofano apribile, guadagnandosi il soprannome di “The Modifier” dai suoi amici. Dopo la preparazione finale della vernice, Tom ha impugnato la pistola a spruzzo e ha lavato tutti i pannelli esterni con PPG Orange Glow, Cinnamon Candy e smalti trasparenti.

Con il ventre del camion, il gruppo propulsore e la parte superiore regolati a dovere, Wayne ha cablato la Chevy con un cablaggio EZ. Gli strumenti dell’Auto Meter sono entrati nel cruscotto, così come i registri HVAC della Vintage Air. Poiché i Moore volevano un abitacolo lussuoso, hanno scelto la Langdon Custom Interiors di Lawrenceburg, Indiana, per rifinire gli interni.

Il progetto ha richiesto a Wayne 3 anni e mezzo per essere costruito. Da quando la Chevy è stata completata, ha partecipato a spettacoli di strada con le aste e i camion in almeno sette diversi stati del Nord-Est, del Midwest e del Sud-Est, oltre a numerosi spettacoli locali. Considerando che guidano il pickup ad ogni evento e che hanno vinto molti trofei, diremmo che Wayne ha soddisfatto piuttosto bene i desideri di sua moglie. Sospettiamo che le mogli e le fidanzate di altri proprietari di camion d’epoca faranno una richiesta simile – se dovessero vedere una copia di questo numero.

Vedi tutte le 8 foto Vedi tutte le 8 foto

Langdon Custom Interiors ha rifinito le superfici di seduta della Cadillac SLS del ’92 senza poggiatesta in Ultraleather color papiro. Il tappeto in lana dello stesso colore ricopre il pavimento. Il proprietario ha posizionato i diffusori per l’impianto stereo/CD Kenwood nella console centrale della Cadillac SLS del ’92 prima di riempirla con un caricatore Kenwood a sei CD nel bracciolo. Un volante avvolto in Ultraleather Specialties Billet Specialties si appollaia sul cruscotto riempito di strumentazione Auto Meter.

Vedi tutte le 8 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento