1948 Chevy Suburban – Basta chiamare un taxi!

La Chevy Suburban del ’48 di Dick Feile

Vedi tutte le 10 fotoTerry StevenswriterJan 22, 2007

La maggior parte dei lettori capirà la targa di questo taxi Chevy Suburban del ’48. Ma per i lettori più giovani, il termine “hack” qui usato non si riferisce a chi si infiltra nei computer, ma piuttosto al termine gergale derivato dalle prime carrozze trainate da cavalli e dai loro autisti a Parigi e Londra. Agli hack, o taxi, il termine più comune, era richiesto di avere una medaglietta ufficiale del comune in cui operavano e un contatore che registrasse il tempo e la distanza e lo traducesse in una tassa monetaria per i passeggeri. Erano identificati come in servizio dal cartello dei taxi illuminato che generalmente indicava il proprietario della compagnia di taxi.

Questo hack di Theresa e Dick Feile può davvero trasportare i passeggeri con stile. Non capita spesso di trovare un taxi con i servizi e i dettagli in questo Suburban modificato. Il corpo è tutto d’acciaio. Richie Royer ha aggiunto la terza porta e inscatolato il telaio. Le bocchette di ventilazione del cofano sono state saldate e il cofano è stato chiuso con il toro. Angelo Andaloro ha aggiunto le luci di parcheggio personalizzate, i fanali posteriori della Ford del ’37, e ha completato la carrozzeria e altre modifiche. Angelo sparò alla carrozzeria in vernice bicolore, con la carrozzeria inferiore che ottenne una Dodge Viper Yellow del ’04, e la carrozzeria superiore che ricevette un giallo più chiaro complementare. Angelo ha anche progettato e applicato le pedine argentate e carboncini progettati su misura che scorrono in fiamme, per poi tornare a una linea di pedine lungo il portellone del portellone. Angelo ha anche disegnato gli accenti multifoglia e la gessatura verde.

Articolo molto interessante
1939 Dodge Truck Gazing

I dettagli continuano in tutte le aree di seduta in pelle e l’headliner e le porte rivestite in velluto. Chuck Hanna ha fatto un magnifico lavoro di adattamento dei sedili Trailblazer del ’02 e ha creato un sottile motivo a fiamma per completare il gessato all’esterno. La porta sul lato del conducente tiene un ombrello pronto per i passeggeri VIP in un comodo scompartimento illuminato. Anche il portellone posteriore e i vani portaoggetti sono illuminati, e sotto le pedane sono installate lampadine aggiuntive per illuminare il terreno per le uscite sicure di notte. La strumentazione classica in un cruscotto personalizzato monitora il motore della GM 383, mentre il moderno stereo e la radio satellitare XM permettono di ascoltare tutta la musica o di parlare mentre si gira per la città nel comfort di Vintage Air.

Sì, diceva 81,5 cavalli netti a 3.100 giri al minuto per il vecchio Iron Duke in linea sei. Grazie a Michael Morris e alla tecnologia moderna, il 383ci V-8, molto più grande, che ora risiede tra i “rails cranks out enough docile torque and horsepower attraverso il 700-R4 modificato da Bruce Bastedo per aiutare questo baby cruise on the road o per raggiungere i punti caldi della città in tutta comodità e stile.

Vedi tutte le 10 fotoMooresville, North Carolina1948 Chevy Suburban CHASSIS Frame: Stock, in scatola, nuove traverseModifiche da: Richie Royer, Harrisville, RIRearend / Ratio: Currie:9″ / 3.73:1Sospensione posteriore: Posiziona le molle, Kugel regolabile coiloversFreno posteriore: Sospensione anteriore a tamburo Ford: Freni Kugel IFSFront: Kugel-JFZ a discoScatola di guida: Dodge Omni rackRuote: Stockton 15″ Steelies c/anelli scanalatiGomme: BFGoodrich Silvertown radiale whitewallsCisterna a gas: SERBATOI 25-gal. INOX DRIVETRAIN Motore: ’74 Chevy 383ci V-8Machining / Montaggio: Michael Morris Racing Engines, Mooresville, NC Coperture valvole: alettate WeiandManifold / Induzione: Edelbrock/ Edelbrock 600Sistema 600Serpentine:Accensione: GM HEI w/Taylor wiresHeaders: Sanderson cast ironExhaust: stainless by Dick Feile, Turbo marmitteTrasmissione: 700-R4 by Bruce BastedoShifter: su colonna BODY Style: Suburban CarryallModifications: 3a porta aggiunta, ’94 maniglie Impala, finiture rasate di Richie RoyerFenders anteriore/posteriore: stock con lampeggiatore / stock con porta a gas a filoHood: stock, nosedGrille: stock, lampeggiatori rimossiBodywork and paint by: Angelo Andaloro Tipo di vernice / Colore: R-M / ’04 Viper Yellow w/custom-mixed light yellowHeadlights / Fanali posteriori: frenched / ’37 FordOutside mirror: ’92 MiataBumpers: stock INTERNO Cruscotto: custom made by Richie RoyerGauges: Strumenti classiciAria condizionata: AirStereo d’epoca: Kenwood con volante RadioSteering XM: Colonna dello sterzo LecarraSteering: ididitSeats: ’02 TrailblazerTelaiatura di: Chuck Hanna, Mooresville, NCMateriale/Colore: pelle, velluto / rossoCarpet: short pyle red woolShow All

Articolo molto interessante
1965 Chevy Suburban - Nostalgia subliminale

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento