1949 Buick Roadmaster Estate Wagon del 1949

New for the 1949 Roadmaster were the sweepspear side chrome moldings and VentiPorts -- would-be Buick hallmarks. See more classic car pictures. Le novità per il Roadmaster del 1949 erano le modanature cromate laterali a spazzola e i VentiPorts – aspiranti marchi di fabbrica della Buick. Vedere più immagini di auto d’epoca . ©2007 Publications International, Ltd.

La Buick Roadmaster Estate Wagon del 1949 era la più rara delle Buick station wagon del 1949, con soli 653 esemplari, di cui 21 costruiti per l’esportazione. In totale, furono costruite solo 2.500 station wagon.

Galleria di immagini di auto d’epoca

Le Buick Roadmaster Estate Wagon del 1949 erano anche le più costose a 3.734 dollari. Sono 500 dollari in più rispetto al modello successivo più costoso, la Riviera da 3.203 dollari. Era anche la più pesante, con un peso di 4.490 libbre, un fatto che la Buick pubblicizzava l’Estate in quell’epoca con orgoglio: “Quattro ruote con molle a spirale e un peso onesto che livella i chilometri con una maestosa scorrevolezza.”

Inside the 1949 Roadmaster were mahogany veneer panels, leather upholstery and the floor and cargo areas were carpeted.” ” All’interno del Roadmaster del 1949 c’erano pannelli impiallacciati in mogano, rivestimenti in pelle e il pavimento e le aree di carico erano rivestiti con moquette. ©2007 Publications International, Ltd.

Novità per il 1949 sono anche due elementi di design che diventeranno il marchio di fabbrica della Buick: le modanature laterali cromate Sweepspear e VentiPorts. Le prime sono state montate su alcune auto della fine del 1949 per poi essere utilizzate fino agli anni Cinquanta. Il secondo, chiamato da alcuni “mouseholes”, sarà utilizzato da Buick off e on in varie forme fino agli anni Ottanta.

Articolo molto interessante
Come funzionano le auto Tucker

Come per i modelli del 1949, i VentiPort erano rotondi e montati sui parafanghi anteriori. I Supers ne avevano tre per lato, mentre i Roadmaster top di gamma ne avevano quattro.

Weighing in at 4,490 lbs., the 1949 Roadmaster was the heaviest Buick car at the time.Con un peso di 4.490 libbre, la Roadmaster del 1949 era la Buick più pesante dell’epoca. ©2007 Publications International, Ltd.

Tra gli altri punti di identificazione delle Buick del 1949 c’erano la griglia dentellata, vista per la prima volta negli anni ’42; l’ornamento del cofano “bombsight”, che richiamava l’auto da esposizione Y-Job del 1940; e la scritta Dynaflow sui parafanghi posteriori, che si riferiva al cambio automatico con convertitore di coppia che la Buick debuttò nel 1948 e che era di serie su tutti i Roadmaster del 1949.

I Roadmaster hanno condiviso la piattaforma del corpo a C della GM, con un interasse di 126 pollici e una misura complessiva di 214,125 pollici. Erano alimentati dal più grande otto cilindri rettilinei a valvola in testa della Buick, un’unità da 320,2 pollici cubici che erogava 150 CV con un rapporto di compressione di 6,9:1. I dischi di assetto delle ruote e le gonne dei parafanghi hanno aggiunto un tocco di eleganza a una linea di automobili già di classe.

Only 653 1949 Roadmaster Estate wagons were built.Sono stati costruiti solo 653 carri Roadmaster Estate 1949. ©2007 Publications International, Ltd.

Il Roadmaster Estate (modello 79R) era ancora legnoso, anche se la sua carrozzeria in Ionia utilizzava molto meno legno rispetto ai carri precedenti. All’interno, i pannelli impiallacciati in mogano e i rivestimenti in pelle danno il tono. Il pavimento e il vano di carico erano rivestiti con moquette, naturalmente.

Articolo molto interessante
Auto sportive Mazda

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento