1949 Chevy 3100 – Attacco furtivo

Questa Chevy può sembrare innocente, ma Schwartz Performance sta ridefinendo il termine “dormiente”.

Vedi tutte e 4 le fotoRobert McGaffinphotographerPhil SchwartzewriterJan 17, 2014

Immaginate di aver visto questo camion in un parcheggio. Se non foste al corrente del nome Schwartz Performance, probabilmente pensereste che si tratti di un’altra Chevy 3100 del 1949 con alcune modifiche estetiche, e ve ne andreste dimentichi dei suoi beni nascosti. Ora, cosa succederebbe se sentiste per caso il proprietario dire che ha vinto numerose gare di autocross Goodguys? Se avete partecipato ad autocross, potreste pensare: “Sì, certo. Il giorno della gara potrei andare faccia a faccia con questo tizio e fare una piccola scommessa”. Ma come molti che non lo sapevano, come il pilota di una Camaro 2012 che è stato sconfitto in un evento di autocross da questo stesso camion, ti renderesti subito conto che l’orgoglio non vince le gare… il talento sì.

Schwartz Performance è diventato uno dei nomi più importanti dell’industria automobilistica. Il background del proprietario Jeff Schwartz come ex pilota professionista su strada e la sua passione per le auto gli hanno dato la possibilità non solo di sapere cosa fa funzionare bene un’auto, ma anche come migliorarla. La sua ricerca di un primo Advance Design è stata ispirata dal fatto che suo nonno possedeva una 3600 del 1949. Jeff ha trovato questo camion attraverso un amico. Aveva già una verniciatura fresca, era stato modificato con un IFS, ed era la piattaforma perfetta per le intenzioni di Jeff di usarlo come un veloce autista quotidiano.

Articolo molto interessante
HPP Pavement Pounders Shootout! - Summit Motorsports Park Edition

Un interessante colpo di scena del destino ha permesso a Jeff di utilizzare il telaio che aveva già in fase di sviluppo per questa serie di camion. Un acquirente tedesco lo chiamò per acquistare uno dei suoi telai per un camion della stessa annata, ma in seguito scoprì che la legge tedesca proibiva l’uso di telai aftermarket su veicoli d’epoca. Questo permise a Jeff di vendere all’acquirente tedesco il telaio di serie modificato su cui il camion era seduto all’epoca e di perfezionare ulteriormente la propria versione per avvicinare la geometria dello sterzo e il montaggio al design delle sospensioni del suo telaio G-Machine per muscle car. Il camion stava rapidamente diventando una specie di lupo travestito da pecora.

Il telaio stesso è dotato di ammortizzatori più lunghi, che consentono di viaggiare di più all’altezza della corsa, rendendo la corsa più fluida. I binari da 6 pollici, le molle più morbide e le barre d’oscillazione scanalate, in stile corsa, con i giunti di Heim aiutano a controllare l’inclinazione. I supporti del paraurti e della pedana da corsa sono tutti sul telaio, quindi l’applicazione è rigorosamente un lavoro da imbullonare. Su questa particolare versione, i freni anteriori a sei pistoni e posteriori a quattro pistoni Wilwood da 13 pollici a sei pistoni mantengono sotto controllo le funzioni di arresto. A poppa troverete un Moser full-floating 9-inch rearend e un Detroit Truetrac (motorizzato a 3,70 su questo camion) con un triangolo a quattro maglie con cuscinetti sferici. Il design a pieno galleggiante è utilizzato per evitare che i fermi dei cuscinetti premano sull’asse ad alte forze g, il che potrebbe portare a giochi di lisciatura e a guasti ai freni. Ciò che tutto ciò equivale a una tecnologia all’avanguardia per la strada o la pista in un pacchetto a prezzi ragionevoli.

Articolo molto interessante
2014 AMSOIL Engine Masters Challenge Formato sfida

Il camion è dotato anche di coilover Viking a doppia regolazione, sterzo a pignone e cremagliera AGR e siede su un quartetto di ruote XXR 18×9,5 avvolte in gomma BFGoodrich. Jeff ha tirato fuori una Chevy Savana del 2009 4,8 LS da una Chevy Savana e gli ha dato un lifting con coperchi per valvole Holley, testate Hooker, un radiatore Afco e un filtro dell’aria Spectre con un coperchio di aspirazione realizzato su misura da Schwartz Performance. Lo scarico è indirizzato verso un sistema da 2,5 pollici, anch’esso realizzato da Schwartz Performance, e marmitte Pypes. L’impianto di alimentazione è supportato da un trans 4L65E.

Se sbirciate all’interno della cabina, nulla vi allarmerà per la potenza in agguato nelle viscere del 1949. Gli strumenti analogici del Dakota, la colonna di Flaming River, il volante di Lecarra e la Vintage Air sono tutto ciò che c’è di straordinario sul cruscotto in pelle scamosciata. Anche il sedile di serie rifatto in pelle nera sembra piuttosto modesto, anche se Schwartz Performance ha realizzato un nuovo schienale, l’ha inclinato all’indietro di circa 10 gradi e l’ha svuotato per fornire un sostegno laterale in curva. Jeff l’ha mantenuta abbastanza fedele al magazzino per mantenere un po’ del sapore originale e ricordargli quei giorni di formazione in sella al camion del nonno.

In questi giorni, Jeff sta accumulando un bel po’ di vittorie autocross con questo agile pickup in tutto il paese. Come molti concorrenti che pensavano di poter battere il camion di Jeff, possono lasciare l’evento cercando di dimenticare la loro umile perdita, ma ricordando che Schwartz Performance era il nome dietro questa Chevy ingannevolmente sottile. Tenete gli occhi aperti per questo camion in pista. Tuttavia, vi incoraggiamo a tenere il libretto degli assegni a casa se pensate di avere il succo per scommettere sulla sua sconfitta quando la bandiera a scacchi viene sventolata.

Articolo molto interessante
1967 Oldsmobile 4-4-2 - Deja Vu

Vedi tutte e 4 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2014\01\1949-chevy-3100-front-three-quarter.jpg

Lascia un commento