1950 Plymouth Special DeLuxe Convertibile

The 1950 Super Deluxe Convertible was probably the most striking Plymouth during this time. See more classic car pictures. La Super Deluxe Convertibile del 1950 è stata probabilmente la Plymouth che ha colpito di più in questo periodo. Vedi altro immagini di auto d’epoca . nessuna

Sebbene la Chrysler abbia celebrato il suo Anniversario d’argento nel 1949, ciò non ha impedito alla Corporazione di trotterellare fuori identici, ristampati del 1948 – inclusa Plymouth – per aprire l’anno del modello 1949. Nel frattempo, la Ford aveva debuttato la sua splendida novità del 1949 nel giugno del 1948. Come la Plymouth, la Chevrolet annunciò il suo 1949 nel gennaio 1949, ma le Chevys erano tutte nuove. Plymouth zoppicò insieme alla Prima Serie 1949 fino alla primavera, quando i modelli “veri” del 1949, la Seconda Serie P-18 e P-17, si piegarono in marzo e aprile.

Galleria di immagini di auto d’epoca

Anche se in ritardo, almeno “The Great New Plymouth” era tutto nuovo, e – come le sue sorelle corporative – di stile conservatore e pratico. Rispetto alle sue tre grandi rivali, la Plymouth sembrava più alta e più pugile. Questo era intenzionale – il presidente della Chrysler, K.T. Keller, in precedenza, aveva detto al pubblico del dopoguerra che la Chrysler avrebbe evitato le mode. Il 1949 lo dimostrò: nuovo ma poco radicale, completamente rinnovato, ma ancora più alto e pugile di prima. Solo Chrysler le chiamava “eleganti”.

A cleaner grille was one of the small changes for the 1950 Plymouth.” ” Una griglia più pulita è stato uno dei piccoli cambiamenti per la Plymouth del 1950. nessuno

Articolo molto interessante
Quanto tempo ci vuole per costruire una Ferrari?

Non importa, la Plymouth del 1949 ha venduto bene – 520.385 in tutto – e la Plymouth del 1950, “The Beautifully New Plymouth”, leggermente a faccia in su, ne ha costruite 610.954. Le modifiche comprendevano una griglia a barra orizzontale singola più pulita, paraurti più liscio in sostituzione delle unità a tripla scanalatura e un lunotto posteriore più grande su alcuni modelli. Solo la Plymouth tra le Low-Priced Three sfoggiava qualsiasi nuova lamiera: parafanghi posteriori leggermente a picco con fanali posteriori orizzontali a filo. In particolare mancava la luce dei freni centrale (lunga, un marchio di fabbrica della Chrysler Corporation), quindi anche la ferramenta decklid è stata rielaborata.

This 1950 Plymouth (owner Paul A. Leinbohm of NY) is probably the finest example anywhere of the 12,697 convertibles Plymouth produced that year.Questa Plymouth del 1950 (proprietario Paul A. Leinbohm di NY) è probabilmente il più bell’esempio in assoluto dei 12.697 convertibili che la Plymouth ha prodotto quell’anno. nessuna

La serie P-17 Deluxe da 111 pollici con base a ruote da 111 pollici è diventata la P-19, con coupé business, berlina fastback a due porte e carro Suburban a due porte tutto in acciaio come prima. La P-18 con telaio da 118,5 pollici e mezzo, ora P-20, elencava le berline DeLuxe a due e quattro porte, più le berline Special DeLuxe, l’ultimo vagone di legno a quattro porte di Plymouth e – per gli amanti del sole – una decappottabile.

Con 1.982 dollari, il ragtop – ufficialmente elencato come Special DeLuxe Convertible Club Coupé – è stato il secondo modello più costoso della gamma. Era anche il secondo più pesante: 3.295 libbre. Solo il carro a quattro porte lo superava: 2.372 dollari, 3.353 libbre. Ma quando si trattava di “un bell’aspetto sportivo”, l’unica Plymouth del 1950 che si avvicinava a quella descrizione era la cabriolet. Nonostante lo stile conservatore, l’aspetto più pulito del 1950 si combinava con l’ariosità dall’alto verso il basso per dare alla Plymouth un aspetto piacevolmente sbarazzino.

Articolo molto interessante
1969 Chevrolet Camaro ZL1

The Plymouth convertible interior was just as attractive as the exterior.L’interno della Plymouth convertibile era attraente quanto l’esterno. nessuno

All’interno, la cabrio trasmetteva una sensazione di ricchezza, con tappezzeria plissettata, volante deluxe e cruscotto bicolore generosamente rifinito in cromo. L’ultimo ha posto tre gruppi di strumenti rotondi davanti al guidatore: un tachimetro affiancato su entrambi i lati dall’allora consueta serie di indicatori. La parte centrale del cruscotto era dominata da una griglia per gli altoparlanti della radio, con la radio sotto di essa e i comandi del riscaldatore/sbrinatore in basso. A destra c’erano un orologio rettangolare e un vano portaoggetti.

Considered unimpressive by some, the Plymouth engine still has many fans.Considerato poco impressionante da alcuni, il motore Plymouth ha ancora molti fan. nessuno

Come dal 1942, Plymouth correva con la sua fedele testa a L di 217,8 pollici cubici. Nel corso degli anni, la potenza era aumentata di due a 97 cavalli a 3600 giri al minuto, con un rapporto di compressione di 7,0:1. Anche se non entusiasmante, il motore aveva guadagnato legioni di seguaci nel corso degli anni. Fu accoppiato ad un cambio manuale a tre velocità.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento