1951-1954 Muntz Jet

La prima automobile Muntz Jet è stata veloce, capace, comoda e con un anticipo di ben sette anni sulla prima Thunderbird a quattro posti. Dietro di essa c’era un genio pazzo e folle che ha venduto praticamente di tutto e che è ancora forte dopo aver fatto e perso diverse fortune, Qui incontriamo l’auto – il Muntz Jet del 1951-1954 – e l’incontenibile “Pazzo” che lo ha fatto accadere.

Galleria di immagini di auto d’epoca

front view of a red 1954 Muntz Jet automobile

Lo stile del frontale del Muntz Jet era disarmantemente semplice per gli anni ’50 carichi di cromo. Questo esempio del 1954 porta ruote non a stock. Vedi altre immagini di auto d’epoca.

Dice che “potrebbe tagliare la coda a un XK-120”. “Lui” e’ Earl “Pazzo” Muntz. “Lui” è l’automobile che portava il suo nome più di 50 anni fa.

“La Jaguar aveva un motore molto più piccolo, ovviamente”, dice. “Erano all’incirca pari al decollo, ma sulla parte superiore potevamo tagliarli! Direi che la XK ha gestito meglio, però. Eravamo molto, molto pesanti”.

Muntz guarda alla sua auto come “troppo avanti”. E poi, riflettendo, aggiunge: “Semplicemente non avevamo le strutture per competere con i maggiori produttori. Però ci hanno tolto qualche idea”.

Sì.
Certo. Per il Muntz Jet era un’auto di lusso a quattro posti veloce, potente e sportiva, proprio il concetto che ha permesso alla Ford Thunderbird del 1958, nonostante la grave recessione, di raggiungere quasi il doppio del volume di vendite della “Little Bird” che la Ford aveva costruito l’anno precedente. E il Jet ha preceduto la prima “Squarebird” di ben sette anni!

Articolo molto interessante
Ferrari 288 GTO

Muntz Jet collectible automobile from the 1950s

Il Muntz Jet del 1954 visto da dietro.

I record di produzione sono ormai perduti, quindi nessuno è sicuro di quanti Jet siano stati costruiti. Muntz stesso stima il totale a 394, e ricorda ironicamente di aver perso 1.000 dollari su ogni getto venduto.

“Costano 6.500 dollari l’una per costruire”, osserva, “e a quel prezzo non si vendono. A 5.500 dollari non riuscivo a guadagnarne abbastanza, ma non potevo permettermi di continuare così”. Ma per quanto riguarda l’auto in sé, siamo stati molto fortunati. Non abbiamo avuto troppi problemi”.

Sì.
Muntz in realtà non ha progettato la sua auto, anche se si potrebbe dire che l’abbia ridisegnata. Come la maggior parte degli appassionati sa, il Jet era derivato da una biposto in alluminio sviluppata da Frank Kurtis, che alla fine degli anni ’40 aveva ottenuto il riconoscimento nazionale come progettista/costruttore di una serie di auto da corsa che andavano dai nani su pista sporca ai campioni della 500 miglia di Indianapolis.

Le sue piccole auto sportive, la maggior parte delle quali alimentate da Ford V-8 a testa piatta, hanno ricevuto recensioni entusiastiche dalla critica, ma la mancanza di capacità di produzione in volume di Kurtis ha comportato prezzi molto alti che hanno limitato fortemente le vendite, e ha costruito poco più di 20 delle sue auto stradali nel 1948-1949.

Articolo molto interessante
Chevrolet Lumina

In passo il “pazzo”, che ha offerto 200.000 dollari per gli utensili di Kurtis, i diritti di produzione e gli avanzi assortiti di componenti. Improvvisamente, il venditore di auto usate trasformatosi in impresario televisivo si è trovato il proprietario di una fabbrica di automobili, anche se modesta.

Sì.
Muntz si è impegnato a rendere i Kurtis più vendibili. Il passo è stato allungato da 100 a 113 pollici, è stato aggiunto un sedile posteriore, e la testa piatta Ford da 100 cavalli ha lasciato il posto alla nuova Cadillac, leggera, 331 centimetri cubici, V-8 a valvole in testa con 160 cavalli.

All’interno sono stati aggiunti tocchi di lusso, ma Muntz ha mantenuto lo stile Kurtis di base, con la sua forma liscia, a forma di lastra. Il risultato è stata la prima auto di lusso personale ad alte prestazioni in America.

Come venderebbe questa bellezza ridisegnata? Scopritelo alla pagina successiva.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento