1951 Coupé di mercurio – Scarlatto e crema

SSmooth di Tom Kowalski, Simmering ’51 Merc

Vedi tutte le 1 fotoDamon LeewriterJan 1, 2007

Anche se sarebbe difficile da dimostrare, siamo disposti a scommettere che oggi ci sono più Mercury del ’49-51 di quanti ce ne siano mai stati negli anni ’50. In effetti, siamo abbastanza sicuri che le versioni tritate ora sono più numerose di quelle con il coperchio di scorta, e a volte ci chiediamo se qualche esemplare originale sopravvive.

Qualche coupé Merc deve aver evitato il blocco di taglio, perché il ’51 di Tom Kowalski era uno di questi fino a un paio di anni fa. Dalla storia che Tom ha scoperto, sembra che la sua Merc sia stata più volte destinata al coltello. Solo che non ci è mai arrivata. “A quanto pare l’auto è stata acquistata nuova da un veterano di guerra coreano con la sua paga di separazione dall’esercito”, dice Tom. “Il matrimonio e la famiglia hanno sviato i suoi piani per l’auto, e alla fine è stata venduta a un venditore ambulante che sperava di poterla un giorno personalizzare come le auto in stile Barris dell’epoca”. Passarono gli anni e l’auto fu venduta in un accordo di divorzio.

“Il Merc è passato attraverso un altro paio di proprietari fino a quando un ministro battista non l’ha acquistato dalla tenuta di una delle sue congregazioni”, continua Tom. “Il ministro l’ha messa in vendita per pagare un nuovo tetto della chiesa. È così che ho avuto la macchina, per un nuovo tetto di una chiesa battista”. Ho pensato: Quest’auto è passata attraverso così tanti proprietari, tutti con sogni per essa che non si sono mai realizzati. Perché non provare a costruirla come avrebbero fatto se avessero potuto?”.

Anche Tom aveva motivi più egoistici: voleva una Merc personalizzata fin dagli anni ’50. “Se sei cresciuto in quell’epoca, alla fine dovevi solo procurartene una”, dice Tom. “Per anni ho cercato una Merc Merc indisturbata da un capo all’altro del paese”. I dadi fuzzy e i coprimozzi Fiesta erano le uniche parti non in stock dell’auto quando Tom l’ha avuta. Non per molto tempo. Tom ha perso poco tempo a portare la Merc dalla sua casa in Colorado a Hot Rods di Dean a Phoenix. È stata una scelta audace e Tom dice di aver passato molto tempo “a spiegare alla gente che un negozio relativamente nuovo gestito da un ragazzo di 35 anni poteva far nascere un progetto [tradizionale] come questo”. Vedere il lavoro precedente di Dean ha dato a Tom tutte le garanzie di cui aveva bisogno.

Un altro fattore a favore di Tom è stato il suo buon gusto e il suo senso del design. Le modifiche da lui richieste comprendevano una serie di trattamenti classici, a partire da una raffinata tritacarne superiore – 2 pollici davanti, 3 pollici dietro, più un pollice in più nella corona – con i montanti B inclinati e il vetro posteriore del ’50. I fari sono stati fresati con anelli Merc del ’54, mentre l’apertura della griglia modellata è stata riempita con denti DeSoto del ’53. Gli angoli arrotondati del cofano anteriore e posteriore e un paraurti DeSoto del ’53 rimodellato completano l’aspetto anteriore.

Tornando indietro, la firma Mercury “gobbe” sono state rimosse dalle porte, lasciando linee di parafango dritte e aggraziate. Queste sono state completate con le rifiniture laterali della Buick del ’53 rivestite con piccoli pannelli di luci a bilanciere in alloggiamenti fatti a mano. Gli angoli arrotondati delle porte, i pannelli a quarto modellato e le gonne a filo del parafango hanno levigato ulteriormente le cose. L’aspetto di poppa è stato rifinito con fanali posteriori Merc del ’54 frenched e un paraurti costruito con due unità DeSoto del ’53. Quel paraurti, e tutte le altre luci, sono state placcate al Finishing Touch di Chicago. Quando il negozio di Dean ha finito con la carrozzeria, Doug Jerger alla Squeeg’s Kustoms ha caricato la sua pistola con un osso di paramotore misto bianco e rosso caramello per dare una finitura fantastica.

Mentre scintille e vernice volavano in Arizona, Earl Floyd Engines a Portland, Oregon, stava rinfrescando la 276ci Merc Flathead con nuovi cuscinetti e anelli. Il piccolo mulino era sormontato da teste Offy, accessori in alluminio alettato, testate Fenton e tre Stromberg 97 su una presa Offy prima di essere consegnato a Dean per la verniciatura e i dettagli. Earl ha anche ricostruito l’originale trasmissione overdrive a tre velocità.

La maggior parte dell’auto è rimasta fedele alla forma degli anni ’50, ma alcuni aggiornamenti del telaio sono stati fatti per la sicurezza e il comfort. L’equipaggio di Dean ha installato un kit di conversione del giunto sferico Jamco, freni a disco e barra d’oscillazione, insieme a bracci di controllo superiori personalizzati. Il telaio aveva un intaglio a C prima che un’altra barra d’oscillazione Jamco e molle a balestra disarmate fossero installate sul retro. Tru Design ha costruito ruote anteriori personalizzate per accettare i coprimozzi Cadillac, e sono stati utilizzati radiali Diamondback Classic whitewall tutto intorno. Il maestro del cucito Lance Troupe è stato chiamato a rifinire la Merc con tappezzeria in stile periodo, e consegnato avvolgendo il sedile anteriore di serie e il posteriore personalizzato in morbida pelle color crema. Anche l’interno del firewall ha ottenuto il trattamento arrotolato e plissettato, in contrasto con il cruscotto di colore della carrozzeria. Un’imbracatura Autowire americana ha dato vita a un’esplosione.

Dopo aver aspettato un mezzo secolo per grattarsi il suo prurito da mercurio tritato, Tom ha apprezzato il fatto di vedere la sua abitudine di caramelle e creme arrivare a compimento in soli 18 mesi. “Da bambino, l’unico modo in cui potevo permettermi un’auto era lavorarci da solo”, dice Tom. “Ora ho la fortuna di avere la macchina costruita come sarebbe stata in passato”. È ben consapevole del fatto che gli sforzi di conservazione dei precedenti proprietari dell’auto hanno contribuito a rendere possibile questo progetto. “Se fossero stati qui per vederla,” dice Tom, “mi piacerebbe pensare che avrebbero sorriso”.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2007\01\0701cr-01-z-1951-mercury-coupe-front-side.jpg

Lascia un commento