1951 Ford Berlina Ford – Ford a quattro ruote

Marty e Pat Wells’ ’51 Ford

Vedi tutte le 13 fotoKevin LeephotographerNick Licataphotographerjim austwriterMarty Wellswriter9 giugno 2006

Sono nato nel 1951, e come appassionato di auto da tutta la vita speravo di trovare un’auto costruita nello stesso anno da aggiungere alla mia scuderia di hot rod. Volevo davvero una Mercury del ’51 per poter finalmente avere l’abitudine che avevo sempre sognato. Nella mia ricerca, mi è capitato di imbattermi in una Ford del ’51, che da lontano sembrava essere una decappottabile. Avvicinandomi all’auto ho scoperto che si trattava in realtà di una berlina Tudor del ’51 da cui qualcuno aveva tagliato il tetto. I pezzi del tetto tagliuzzati sono stati gettati all’interno dell’auto.

Per quanto mi riguardava, l’auto era rovinata, ma osservandola più da vicino ho scoperto che quello che non era stato fatto a pezzi senza pietà era in ottime condizioni e totalmente privo di ruggine. L’affare è diventato ancora più allettante dopo che mi è stata offerta la macchina “gratis”; tutto quello che mi è stato chiesto di fare è stato di tirarla fuori dal vialetto del proprietario il prima possibile! Ho agganciato la mia roulotte, l’ho portata a casa e ho trovato subito un’auto da donatore, così ho iniziato un progetto di due anni.

Avevo una buona idea di come volevo che fosse la mia scatola di scarpe, così ho colpito lo swap incontra per trovare i pezzi di cui avevo bisogno. Mentre cercavo, mi sono imbattuto in un telaio Buick Regal del ’77 e l’ho acquistato perché mi è stato detto che si adattava bene sotto la Ford. Si è rivelata una sfida dopo aver scoperto che il passo del telaio era troppo corto di 5 centimetri e troppo largo nella larghezza della carreggiata. Ho finito per allungare il telaio la quantità necessaria e ho ristretto il posteriore di un pollice su ogni lato. Ho anche dovuto restringere i bracci A anteriori tubolari per ottenere il corretto gioco del parafango.

Articolo molto interessante
Costruire il progetto NASCAR LMSC - Correre il nostro ultimo modello di auto di scorta

Il corpo è stato portato a Joseph Garcia per riparare i torti fatti in precedenza alla lamiera e tagliare i primi 5 pollici. Mentre Joseph era lì, ha anche inclinato i montanti B, ha sollevato il parabrezza nel tetto e ha aggiunto un lunotto Chevrolet del ’41 perché volevo che l’apertura posteriore avesse una rifinitura inossidabile come il resto dei finestrini. L’auto è stata poi portata a casa per il resto dei lavori. Il parabrezza e il pavimento sono stati completamente rimossi in modo da poter costruire un nuovo pavimento e incanalare 3 1/2 pollici e mezzo sopra il telaio della Buick. Un nuovo firewall e un nuovo tunnel di trasmissione sono stati costruiti per adattarsi strettamente al trans 700-R4 che segue dietro il piccolo blocco ricostruito della Chevy 350ci. Un nuovo cruscotto è stato formato a mano da un telaio di tubi da 1 1/4 di pollice e ricoperto da un foglio di lamiera calibro 18.

Quando ho iniziato sul retro della carrozzeria, ho rimosso le bodyline che si estendevano dagli alloggiamenti dei fanali posteriori. Dopo aver lasciato cadere la parte posteriore del corpo di un pollice, ho iniziato a lavorare sui pannelli dei quarti di pagina. Il corpo è stato esteso 2 1/2 pollici e mezzo sulla parte superiore e si è allungato di 7 pollici nella parte inferiore. Ho usato un paraurti Chevy del ’56 per avvolgere i pannelli posteriori appena estesi e l’ho ristretto di 9 pollici per adattarlo. Passando alla parte anteriore, ho iniziato con i parafanghi. La maggior parte delle persone francese i fari, ma ho optato per estendere la parte superiore dei parafanghi 4 pollici e innestare in un paio di anelli di fari Oldsmobile del ’55. Questa modifica ha creato una linea del corpo allungata, dritta e liscia. Ho deciso di utilizzare un paraurti anteriore Chevy del ’57, che ha richiesto un pesante lavoro di massaggio. Ho avuto diverse idee su possibili griglie che avrei potuto usare, ma ho finito per costruirne una da zero, estendendo le estensioni delle griglie su entrambi i lati per soddisfare il paraurti della Chevy del ’57.

Articolo molto interessante
1970 Pontiac Trans Am - Unobtanium

Dopo innumerevoli ore di carrozzeria, l’auto era finalmente pronta per la verniciatura. Avevo sempre detto ai miei amici che quest’auto non avrebbe mai visto la strada se non fosse stata verniciata – niente primer per me. Abbiamo miscelato una miscela speciale di DuPont Chromabase Green Pearl e l’abbiamo sepolta sotto molti strati di paramotore trasparente. Una volta che la vernice era asciutta, l’auto è stata inviata a Frank Solis di Sew What auto upholstery dove ha montato un look raccolto ‘n’ plissettato in pelle marrone chiaro.

Dopo aver completato i lavori di cucitura, la macchina è stata portata a casa per gli ultimi ritocchi, e non appena l’ultimo pezzo è stato imbullonato, ci siamo diretti a Paso Robles con solo 12 miglia sul contachilometri. Fin dall’inizio quest’auto è stata costruita per essere guidata e ha partecipato a molti eventi, sempre con le proprie forze. Non credo nelle regine dei rimorchi, e questa macchina (come me) ama l’autostrada aperta!

Vedi tutte e 13 le foto

Marty e Pat Wells

Yorba Linda, California

1951 Ford Sedan

Telaio

Marty ha deciso di ricominciare da capo con una tabula rasa, che in questo caso significava un telaio Buick Regal del ’77 infilato sotto la sua scatola da scarpe. Si è scoperto che il passo della Regal era troppo corto e la pista era troppo larga per la Ford. Il rimedio è stato l’allungamento del telaio di 2 pollici e il restringimento delle sospensioni di 2 pollici su entrambe le estremità. Gli airbag Firestone e gli ammortizzatori Monroe sono montati su tutte e quattro le curve.

Driveline

I tappi Cadillac del ’57, equipaggiati con pallottole, vestono un set di ruote in acciaio cromato 15×6 che montano un set di radiali bianchi 205/75R15 di The Candy Store.

Articolo molto interessante
L'AMSOIL/Street Rodder Aeromotive Road Tour

Quando Marty si imbatté per la prima volta nella sua Ford berlina del ’51 qualcuno aveva già tagliato la parte superiore della scatola da scarpe, così Marty fece sostituire da Joseph Garcia con un tettuccio da donatore montato 5 pollici più basso del normale e aggiunse un’apertura per il lunotto della Chevy del ’41. Il bilanciamento della carrozzeria personalizzata è stato fatto da Marty stesso, che ha iniziato estendendo i pannelli posteriori a quarto di pannello e montando un paraurti Chevy del ’56 stretto. Davanti, un paraurti Chevy del ’57 rivisitato è completato da un paio di anelli per fari Oldsmobile del ’55 montati sui parafanghi estesi. Dopo che Marty ha completato la sua carrozzeria personalizzata, ha tirato fuori la sua pistola a spruzzo e ha posato sui diversi strati di vernice personalizzata DuPont Pearl Green miscelata con vernice PPG trasparente.

Interno

La lavorazione del metallo personalizzata continua all’interno con un cruscotto a mano che spazza indietro nella console personalizzata. Ad affiancare ogni lato della console personalizzata c’è un paio di sedili a secchiello Honda Prelude rivestiti in pelle abbronzata tuck ‘n’ gathered di Frank Solis a Montebello, California. Un volante Chevy del ’61 che copre il piantone dello sterzo inclinabile di una Buick e i segni vitali sono visualizzati su un pannello digitale nascosto che scende sotto il cruscotto. Anche i componenti per il comfort delle creature di Vintage Air e Kenwood sono stati nascosti alla vista all’interno dell’abitacolo.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20066608rc-p-1951-ford-sedan-front-quarter.jpg

Lascia un commento