1951 Ford F1 – Autotrasporti a lungo raggio

Todd Doyle ’50 F-1

Vedi tutte e 5 le fotoDarrel ArmentwriterJan 22, 2007

Ogni volta che sentiamo storie di storie di camion a lunga percorrenza costellate di verità, mezze verità e una quantità liberale di menzogne, veniamo deliziati da racconti di avventure di più giorni. Sono tutte storie che riguardano l’alta velocità, le lunghe distanze, i ripetuti scontri con la legge, la resistenza sovrumana e l’astuzia necessaria per superare questi e altri ostacoli minori lungo il percorso. Beh, questa volta non c’è niente di così banale. Questa storia parla di un uomo, del suo camion e dei decenni che sono stati insieme.

La storia inizia nel 1966 quando il padre di Todd Doyle ereditò da un vecchio amico una cabina e un camion Ford del ’50. Il camion rimase al capanno e fu usato per le commissioni, per trasportare la legna, per le escursioni di caccia e per i rimbalzi ricreativi nel bosco – in generale, per i lavori di sbrigativo che venivano fatti. Beh, la prima volta che Todd l’ha visto, aveva 5 anni, ed è rimasto agganciato. Doveva averla, così ha tormentato suo padre fino a quando alla fine si è arreso e ha promesso di dargliela quando fosse stato più grande. Naturalmente, papà pensava che Todd avrebbe superato la cosa e gli avrebbe lasciato tenere il camion alla cabina fino a quando non avesse finalmente respirato il suo ultimo respiro. Non così Todd resistette e, fedele alla sua parola, suo padre gli consegnò il camion quando compì 15 anni. Nei sette anni successivi Todd ne ha fatto uscire le ruote. Certo, ci sarebbero stati diversi lavori di verniciatura, varie combinazioni di ruote e pneumatici, e un po’ di lavoro all’interno, ma per la maggior parte, era solo il puro divertimento di guidarlo.

Articolo molto interessante
La Ford Roadster del '31 di Bobby Green - L'affare reale

Dopo il college, Todd ha sposato la sua fidanzata del liceo, Suzanne, ha acquistato una casa e ha avviato un’attività. Come potete immaginare, questo non ha lasciato molto tempo al camion, così è rimasto nel retro del garage per i successivi 17 anni. Ci sono stati altri progetti che hanno attraversato la vita di Todd, ma quando sono finiti non c’è stata una vera soddisfazione; la sua passione era ancora il camion, e si stava rafforzando. Quando finalmente agì, conosceva ogni bullone che doveva essere rimosso e con cosa sarebbe stato sostituito. C’erano liste di cose da fare: doveva avere uno sterzo moderno, freni moderni, ed essere in grado di correre tutto il giorno con le berline di una famiglia media senza un attimo di esitazione. Un ordine piuttosto alto per un motore piatto – oh sì, abbiamo detto che doveva essere una Flathead?

Vedi tutte e 5 le foto

Quando Todd era sicuro che la Flathead era sulla buona strada per diventare un classico che funziona come un moderno mulino, ha rivolto la sua attenzione al telaio, dove sarebbe stato necessario lo stesso tipo di magia. Un pacchetto completo di sospensioni anteriori della Mustang II di Heidt e un paio di molle posteriori Chassis Engineering hanno portato le sospensioni a un livello superiore, o meglio, a un livello inferiore. Naturalmente, la combinazione di ruote e pneumatici da 17 e 20 pollici, ciascuno con freni a disco, ha aggiunto anche le caratteristiche di maneggevolezza aggiornate.

Todd e Jeff Early si sono occupati di tutto il corpo e della verniciatura. Poiché il corpo era la cosa che in origine aveva attirato l’attenzione di Todd, è stato lasciato quasi in magazzino, comprese tutte le finiture cromate e inossidabili. L’unica vera concessione a questo approccio è stato il taglio della parte superiore da 2 pollici, che è appena sufficiente per proporzionare correttamente la parte superiore e il corpo. Per mantenere tutto il più leggero e arioso possibile, i 2 pollici nella parte posteriore della cabina sono stati prelevati dalla lamiera sotto il lunotto posteriore. I parafanghi sono stati così malconci dal loro tempo nel bosco che sono stati sostituiti con pezzi di vetroresina. Tutta la lamiera rimanente è stata raddrizzata, e una pesante dose di Casa del Kolor Tangelo è stata applicata a tutto ciò che è stato applicato all’interno e all’esterno. Per un po’ di pizzicore in più, Early ha applicato le fiamme fantasma PPG Hot Hues Gold, delineate in verde Sublime, un emblema V-8 davvero pulito per l’aerografo sul coperchio della scatola del Pro’s Pick box, e una foglia d’oro per l’emblema Ford sul portellone posteriore.

Articolo molto interessante
1966 Camion Ford Truck - Nuttin' Fancy

Vedi tutte e 5 le foto

L’interno è stato trattato molto simile all’esterno. Il pannello degli strumenti è stato aggiornato con una serie completa di strumenti classici, un sistema audio Pioneer e una colonna cromata ididit. Sono stati aggiunti dei pannelli delle portiere morbidi e un headliner per ammorbidire l’aspetto utilitaristico del camion prima che questi e il sedile originale sono stati rivestiti con vinile bianco e arancione in un rotolo e una piega molto tradizionale di Mike Hudyma a Duluth, Minnesota.

Il camion finito è tutto ciò che Todd aveva in mente. Certo, col senno di poi avrebbe dedicato più tempo ai piccoli dettagli, ma è così che i ragazzi del progetto lo vedono sempre. Il fatto che sia stato in grado di percorrere 800 miglia (l’ultimo capitolo del lungo raggio) in un giorno, mentre la temperatura aleggiava negli anni ’90, senza alcun problema se non lo smalto standard per la strada, che a un certo punto si è fatto strada, è una vera e propria testimonianza della qualità di questa costruzione.

Todd DoyleDuluth, Minnesota1950 Ford F-1 CHASSIS Telaio / Fabbricazione:r Steel / Ford Motor Co. Parte posteriore / Rapporto: 9″ Ford / 3,73:1Sospensione posteriore: Molle di ingegneria del telaioFreno posteriore: Ford Explorer a discoSospensioni anteriori: Freni indipendenti di Heidt, QA-1 coiloversFront: GM 11″ a discoCilindro master: Freni Master PowerSteering: pignone e cremaglieraFront ruote marca e dimensioni: Colorado Custom 17×8″ marca e dimensioni delle ruote posteriori: Colorado Custom 20×11 “Marca e dimensioni pneumatici anteriori: Goodyear Eagles 235 45 R17Gomme posteriori marca e misura: Goodyear Eagles 235 45 R17Gomme posteriori marca e misura: Colorado: Goodyear Eagles 295 40 R20Gas serbatoio: 20-gal DRIVETRAIN Motore Marca: 255ci Ford FlatheadInduzione:Ignition: MalloryHeaders: Trasmissione Red’sTransmission: Tremec 5 marce CORPO Carrozzeria: F-1Modifiche: top tritato 2 “Parafanghi: fibra di vetro anteriore e posterioreCorpo / Vernice da:Paint type / Colore: House of Kolor / TangeloGraphics: PPG Hot Hues Fiamme d’oro di Jeff Early INTERNO Cruscotto: stockGauges: Classic InstrumentsStereo / Amplificatore: PioneerWiring: Ron FrancisSteering wheel: GrantSteering column: ididit chrome tiltSeat: stock benchUpholsterer: Mike Hudyma, Duluth MNMateriale/colore: vinile / bianco e arancioCarpet: black woolShow All

Articolo molto interessante
1940 Mercury Coupé - Lusingato

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento