1951 Lincoln Ruby Custom

Candy Land Lincoln

Vedi tutte le 11 fotoDave WallacewriterWes AllisonphotographerSep 26, 2013

Palle.

Ci vorrebbe una bella coppia e/o un cervello di pisello per osare il debutto di un’usanza rosso caramella all’Autorama di Sacramento, uno spettacolo storico i cui giudici sono l’inventore della pittura a mela candita. Essere così coraggioso nel cortile di Joe Bailon, una regione che ha prodotto più leggende di qualsiasi altro posto sulla terra (Bailon, i Barris boys, Bertolucci, Bagdasarian, DeRosa, Westergard, Winfield, e così via), è rischiare di essere ridicolizzati dai maestri, di persona. Anche se i sopravvissuti hanno ormai ottant’anni e novant’anni, la maggior parte di loro riesce ancora a realizzare un evento che fa e rompe la carriera dei personalizzatori dal 1950. Quindi non si può biasimare i costruttori dell’Autorama che scelgono un colore diverso dal rosso mela caramella.

Vedi tutte le 11 foto

Meno di due mesi prima della 63a edizione della mostra (tratta da Roddin’ at Random, pagg. 1014), Mike Garner e questo Lincoln del 1951 erano rimasti bloccati sul ciglio della strada. La gloria del car-show era l’ultima cosa in mente a Mike. Egli sapeva che questa vecchia abitudine, tagliata e mostrata brevemente a metà degli anni ’60, era stata ripetutamente distrutta, riparata in modo improprio, e parcheggiata per anni, se non decenni. “Un amico voleva scaricare l’auto e ho pensato di guidarla fino a quando non l’avessi girata”, spiega. “La linea del tetto era a posto, e la trasmissione era buona”. Tutto il resto andava sistemato”. Qualche macellaio aveva persino strappato un parafango a una Mercury e l’aveva ritoccato per adattarlo al cofano della sorella maggiore, più o meno. Il chiavistello era malamente disallineato. Mike lo scoprì nel modo peggiore: “Tornando a casa dopo aver preso la macchina, il cofano si è aperto in autostrada. Si ripiegò sul tetto, schiacciò il cofano, schiacciò il cofano, scricchiolò il firewall, scombussolò i parafanghi”.

Articolo molto interessante
Turbo per la strada

Vedi tutte le 11 foto

Ironia della sorte, quello sfortunato disallineamento tra le lamiere di Lincoln e Mercurio all’inizio di gennaio ha scatenato una catena di eventi che avrebbe mandato un Rubino ricostruito a Sacramento a metà febbraio. Nel vaporoso cumulo di acciaio piegato e Bondo, John D’Agostino, amico di Mike e 10 volte hall of famer, ha visto l’opportunità di sovralimentare il lancio della loro joint venture, Celebrity Kustoms (CelebrityKustoms.com; 209/832-3320). “Trentacinque giorni prima dello show di Sacramento, Mike ha detto: ‘Dal momento che dobbiamo sistemare questa dannata cosa, tanto vale che ci diamo da fare’,” ricorda John. “Sapevamo di avere il talento e le attrezzature necessarie per costruire una custom completa. Senza quel controllo, non sarebbe stato possibile farne uno in cinque settimane”.

Vedi tutte le 11 foto

Sì, alcuni compromessi sono stati inevitabilmente accettati in uno scontro continuo che ha consumato più di 1.000 ore di lavoro. Mike, un piegatore di metalli e figlio di un operaio del ferro, è ansioso di modificare le sospensioni anteriori della Mustang II che ha ereditato e scambiare in un sedile da panchina. John ha anche in mente alcune piccole modifiche, una volta che l’interesse dei fan si placa. Questo strappo potrebbe dover aspettare un po’; il loro debutto da trofeo della Lincoln punta a una popolarità sostenuta e a una tournée. A Sacramento, la West Coast Kustoms ha conferito l’onorificenza di Outstanding Nostalgia alle cinque settimane di meraviglia. Non ha fatto male neanche quella chiamata coraggiosa nel cortile di casa del signor Bailon. Il dolce rivestimento di caramelle di Ruby ha contribuito a guadagnare l’ambito premio Joe Bailon, un trofeo Autorama realizzato a mano e consegnato personalmente dal pioniere novantenne.

Articolo molto interessante
1971 Chevy K5 Blazer - $51.266

Vedi tutte le 11 foto

Trattamento delle celebrità

Vedi tutte le 11 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento