1953 Custom Chevy Pickup – Canne da lettura

Vedi tutti i 1 fotoswpengineWordsNov 19, 2006

Dopo aver festeggiato le sue nozze d’oro, Kenneth ha posseduto la sua Ford del ’36 per quasi altrettanto tempo. Originariamente acquistata come regalo da sua moglie per 300 dollari, Kenneth ha messo per la prima volta in circolazione l’auto come mezzo di trasporto giornaliero con la Mercury Flathead del ’48 nel 1957! Un piccolo blocco Chevy iniettato da Rochester è stato installato nel 1958, seguito da una 327 da 300 CV nel 1970. Seguirono molti anni di fedele servizio e attualmente una Chevy V-6 da 4,3 litri alimenta il raro drop top. Dopo decenni di pendolarismo, drag racing e crociere da diporto, la famiglia Wells gode ancora oggi del suo ’36 il più spesso possibile sulle piste locali e di fondo.

Negli anni ’60, Robert aveva una Olds del ’56, e qualche anno fa ha deciso che era ora di iniziare a cercarne un’altra. La fortuna ha voluto che ne trovasse rapidamente una nelle vicinanze che si adattasse perfettamente al progetto. Il proprietario della Olds era interessato a scambiare con un pickup Chevy del ’53 che Robert aveva costruito, ma alcune scartoffie sulla Olds hanno ucciso il commercio. Qualche tempo dopo Robert trovò un annuncio per un’altra Olds simile che si rivelò essere la stessa auto con un nuovo proprietario e documenti corretti. Questa volta Robert non ha perso tempo e si è precipitato a comprare l’auto. Seguì un restauro completo, e Robert ora rivive la sua giovinezza il più spesso possibile nella sua Oldsmobile del ’56 con motore 324ci V-8.

Dopo aver inviato un paio di serie di foto del suo splendido giro con zero informazioni, ci limiteremo ad andare con quello che vediamo (e ci piace molto quello che vediamo!) del gustosissimo hardtop Chevy hardtop personalizzato di Ernie del ’54 di Ernie. Ciò che è ovvio all’esterno è la griglia pesantemente rielaborata, i fari frenched, i fanali posteriori Caddy, le aperture delle ruote rielaborate e le splendide fiamme tangerine su una base bianca. Sotto il cofano c’è un sei fori estremamente ben dettagliati con un coperchio per valvole alettate Wayne e una tripla presa d’aria che funziona con carboidrati a corrente laterale. A completare la corsa c’è un set complementare arancione e bianco di rotoli ‘n’ pieghe. Chiunque altro voglia inviare qualche scatto si senta il benvenuto; ricordatevi solo di inviare un po’ di informazioni per evitare di dover indovinare.

Partendo da un telaio in tubi d’acciaio 2×6 a forma di telaio Ford del ’32, insieme a un serbatoio di gas Ford del ’29 e a pezzi di un firewall Ford del ’32, Tom ha aggiunto delle porte realizzate con un cofano Toyota e una sezione di carrozzeria posteriore ricavata da un decklid Ford del ’39 e un paio di enormi parafanghi N.O.S. di origine sconosciuta per costituire le fondamenta della sua hot rod fatta a mano. Un cofano Ford del ’35 accoppia la carrozzeria a una calandra Ford del ’32; entrambi i pezzi si montano sopra un asse Magnum e una molla POSIES. Non sono state fornite informazioni sulla trasmissione, ma Tom riferisce di averla già venduta per costruire una berlina Ford del ’40 montata su un telaio Ford del ’32.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento