1955-1956 Ford Fairlane Crown Victoria

La Ford Fairlane Crown Victoria del 1955-1956 è stata la gemma del coronamento dell’era delle bicromie luminose e del cromo. Una delle auto più fantasiose di un decennio fantasioso, decollò per il cielo nell’aspetto, ma mai nelle vendite.

Diciannove e cinquantacinque anni è stato un grande anno di acquisti per la vostra prima auto nuova. La Chevy aveva finalmente un V-8 e sembrava cool come Kim Novak in un costume da bagno stretch-nylon. E Plymouth era più calda del Mambo cubano, che si pavoneggiava il primo anno di Virgil Exner’s “Forward Look” styling e vantava un V-8 tutto suo. La Ford, il cui V-8 a valvole in testa era ormai al secondo anno, sfoggiava molti temi di stile avanzato, con un’associazione volutamente forte alla nuova Thunderbird.

Galleria di immagini di auto d’epoca
1955 Ford Fairlane Crown Victoria<br>
La Ford Fairlane Crown Victoria’apos;s del 1955 rivendica la sua fama <br>
era un diadema avvolgente che sfoggiava dipinto <br>
nero slot sul retro. Vedi altre immagini di auto d’epoca.

È stato l’anno dei parabrezza avvolgenti, dei pneumatici tubeless, dei dischi delle ruote dei dischi dei dischi volanti e di più opzioni, dei colori vivaci e delle bicromie appariscenti di un mese di tramonti canadesi. Non c’è da stupirsi che la nuova intelligente Crown Victoria di Ford’s sia diventata un classico simbolo dei tempi, se non uno dei più caldi venditori dell’anno’s. Road tester Tom McCahill, scrivendo in Mechanix Illustrated , lo ha chiamato “caricato con più angoli vendibili di un carico di Marilyn Monroes.”

Articolo molto interessante
1960 Corvette

Con la gara ad alte prestazioni già in alta marcia, la gara di vendita tra l'”Big Two” era iniziata nel 1954. Fu un omicidio per i concessionari, e lasciò gli indipendenti senza altra scelta se non quella di fondersi o diventare storia. Ma nel complesso, il 1955 è stato un anno di grande successo per l’industria, con una produzione di appena un capello sotto gli otto milioni di unità.

Nel 1954, la Ford aveva effettivamente superato la produzione di Chevy (a malapena) per l’anno del modello: 1.165.942 contro 1.143.561. Ma nella gara di vendite dell’anno solare, la Chevrolet ha superato la Ford, 1.417.453 contro 1.400.440, ovvero poco più di 17.000 unità. Questo portò a infinite rivendicazioni da parte di entrambi su chi fosse veramente “USA-1.” Ford pensò di avere la possibilità di leccare la Chevy nel 1955, ma quando il fumo si stabilì fu la Chevrolet con 1.640.081 vendite a Ford’s 1.573.276, un vantaggio di circa 67.000 unità. La produzione dell’anno del modello, tuttavia, fu molto più decisiva: 1.704.677 per la Chevrolet, contro le 1.451.157 della Ford’apos;s. La Plymouth, come sempre, ha preso il sedile posteriore in uscita con 705.455 unità, e mentre questo è stato un impressionante guadagno di 240.000 unità rispetto al 1954, è stato’apos;t abbastanza per superare la rapida carica Buick’s 737.035 produzione model-year.

Articolo molto interessante
Muroc Roadsters: Profilo di un Hot Rod

Ad abbinare il carro Chevrolet Nomad nella sua freschezza di design c’era la Ford’s Crown Victoria, re della nuova serie Ford Fairlane, che prende il nome da Henry Ford Senior’s Fair Lane a Dearborn. L'”quot;Crown Vic,” come è stato affettuosamente soprannominato, era uno splendido “quot;non-hardtop hardtop” con un diadema in acciaio inossidabile (o “quot;basket handle”) avvolto sopra il tetto del corpo hardtop. Ford prosaicamente lo ha chiamato “quot;tetto in metallo lucido modanatura trasversale.” Avvolgendo dalla base della posizione del montante B rispetto all’altra posizione del montante B, era fisso — così la Crown Vic era’t veramente un “true” hardtop con una vista laterale senza ostacoli.

Rispetto alla Victoria standard, il tetto della Crown Victoria’s era più basso (la prima Ford chiusa sotto il metro e mezzo di altezza), molto più piatto e più lungo (i montanti posteriori sono stati spazzati indietro di altri tre pollici). Questa serra, per inciso, fu condivisa con le Mercury Montclair hardtops del 1955, mentre i modelli Mercury’s Custom e Monterey ottennero la linea del tetto Victoria più alta. Anche il parabrezza della Crown Vic’s era più basso, condiviso con la cabriolet Sunliner.

Non mi sorprende. Le Crown Vics sembravano più lunghe dell’hardtop standard, anche se non lo erano — tutte le automobili Ford del 1955 misuravano complessivamente 198,5 pollici e avevano lo stesso passo di 115,5 pollici del 1954. Su Crown Vics c’erano anche una modanatura a visiera del parabrezza in acciaio inossidabile, interni in vinile pseudo-sedile a secchiello in colori al sapore di caramella, cromo accecante e finiture in acciaio inossidabile brillante ad ogni curva e angolo, e un bracciolo centrale per i sedili posteriori.

Articolo molto interessante
1959-1960 Chevrolet El Camino

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento