1955-1963 Mercedes-Benz 190SL

The 190SL distilled Mercedes-Benz's thinking about sports cars into a simpler, more affordable format. See more pictures of Mercedes-Benz cars. La 190SL ha distillato il pensiero di Mercedes-Benz su auto sportive in un formato più semplice e più conveniente. Vedi altre immagini di Mercedes-Benz . .

Lo sviluppo della Mercedes-Benz 190SL del 1955 è nato come un modo per dare ai consumatori di tutti i giorni una versione della potente Mercedes-Benz 300SL. Purtroppo, secondo l’opinione di molti intenditori, non è così ben considerata come il suo bel fratello maggiore, bello e atletico, e non è considerata un vero e proprio oggetto da collezione.

Galleria immagini Mercedes-Benz

L’opinione generale è che la 190SL è sottodimensionata e manca di prestazioni. Se lo si confronta con il suo compagno stabile, il 300SL, o il 507, allora la critica è valida. La 356 aveva meno potenza, ma era molto più leggera e molto più agile.

Forse la colpa è della Mercedes-Benz stessa e del suo approccio al momento dell’introduzione della piccola 190SL. Nel suo stile e nel suo concetto generale, era considerata un’auto sportiva sia dalla stampa che dal pubblico, ma l’azienda la promuoveva tranquillamente come una sportiva turistica. Non c’era però molta convinzione nella posizione del turista, e all’introduzione dell’auto, il costruttore parlò apertamente di una versione specifica per la pista da corsa.

Dopo la distruzione delle sue fabbriche di Stoccarda durante la Seconda Guerra Mondiale, la Daimler-Benz iniziò la ricostruzione del dopoguerra con la produzione limitata della berlina Mercedes Serie 170, completa di stile e di un motore a quattro cilindri a valvole laterali da 1,7 litri, rigorosamente anteguerra. Allo stesso tempo, la Germania del dopoguerra aveva un disperato bisogno di autocarri e la Daimler-Benz ne fu obbligata.

I profitti di queste operazioni sono stati investiti nella costruzione di nuovi impianti e nella progettazione e sviluppo di nuovi importanti modelli. Mentre il 170 anteguerra è stato aggiornato tra il 1946 e il 1951, in parallelo è stata sviluppata una gamma completamente nuova di berline e coupé di lusso a sei cilindri. Queste apparvero nel 1951 come la 220 e la 300, i motori di entrambi i modelli con un unico albero a camme in testa azionato da una catena.

An optional top turned the two-seat Mercedes-Benz 190SL convertible into a ” ” Un top opzionale ha trasformato la Mercedes-Benz a due posti 190SL convertibile in una “coupé”.

Con una storia di successo prebellica sui circuiti d’Europa con le Frecce d’Argento, molti ingegneri della Daimler-Benz, in particolare Rudolf Uhlenhaut, hanno spinto per il reinserimento dell’azienda negli sport motoristici. La Formula 1 era fuori discussione – le risorse semplicemente non erano disponibili – ma lo sviluppo di un’auto da corsa sportiva che utilizzasse il maggior numero possibile di componenti di produzione della nuova serie 300 attirò l’attenzione del management.

Da queste discussioni è nata la brillante, ma complessa, 300SL. Il successo fu immediato, conquistando un bel secondo posto alla Ferrari nella Mille Miglia del 1952, vittoria a Berna, in Svizzera, due settimane dopo, seguita da una vittoria assoluta alla estenuante 24 ore di Le Mans.

Per saperne di più sull’introduzione della 190SL, proseguite alla pagina successiva.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento