1955 Chevy Stepside – Meant To Be

Gail e Butch Fairchild’s Silver Bullet

Vedi tutte e 2 le fotoChuck Vranaswriter28 luglio 2014

Se si è cresciuti decenni fa, essere intrattenuti era molto più facile molto prima dell’avvento delle tecnologie di oggi. Per Gail Fairchild di Greentown, in Indiana, crescere vicino a un’autostrada molto trafficata di Indianapolis ha avuto certamente i suoi meriti, dato che passava le giornate estive a guardare le corsie del traffico sfrecciando per cercare di vedere i suoi veicoli preferiti. Sono sempre stati gli autocarri Chevy Stepside del 1955 a far battere il cuore alla ragazzina di 11 anni. Con il passare degli anni è diventata sempre più coinvolta in questo hobby. Possedendo una serie di classici, tra cui sia le Chevy del ’48 che le Chevy del 1950.

Più o meno nello stesso periodo, il futuro marito Butch metteva le sue radici in un caldo rodaggio grazie a un profondo apprezzamento per la costruzione di modelli di kit abbinati agli ultimi libricini appena usciti dall’edicola locale. Da giovane adolescente a New Castle, nell’Indiana, ha iniziato a frequentare i garage locali dei ragazzi più grandi del quartiere che possedevano delle hot rod per vederli lavorare su di esse mentre imparava a girare da solo le chiavi inglesi. Questo lo portò a frequenti viaggi sulla Mt. Lawn Speedway e a gareggiare in gare su pista sterrata e in gare d’accelerazione in miglia, man mano che invecchiava.

Quando i due si sono incontrati hanno avuto molto in comune grazie al loro fascino per tutto ciò che riguarda le quattro ruote, soprattutto i classici camion e le hot rod. Questa era una motivazione sufficiente per iniziare una ricerca per individuare un camion adatto e infondere in esso la loro stessa vibrazione. La maggior parte dei camion che incontravano erano troppo lontani o erano stati restaurati in modo eccessivo e non adatti alla guida di tutti i giorni.

Un giorno, durante la visita a Doug Dorn of Dorn’s Auto Craft, a New Castle, Butch si imbatté in una Chevy Stepside del 1955 che stava per essere riverniciata. L’autocarro, all’epoca di proprietà di Scott Fentz, aveva un lignaggio un po’ sconosciuto; tuttavia, era privo di ruggine e una grande base lavorabile. Era il momento perfetto per controllare il trasportatore nei dettagli, perché era completamente distrutto e pronto a cambiare colore dal nero all’argento metallizzato. Una volta che Gail l’ha visto nella cabina di verniciatura sapeva che era destinato ad essere. È stato fatto un accordo con Scott per rimontare lo Stepside e consegnarlo una volta completato al loro negozio di casa.

Articolo molto interessante
1932 Ford Tudor - Il prossimo capitolo del rimpianto

Era un camion perfetto da comprare, da scuotere e da personalizzare, dato che avevano una loro opinione personale su come doveva stare seduto e guidare. Nel creare una base solida come la roccia, il telaio originale è stato pulito e trattato con un fresco strato di nero lucido. Per gestire le asperità della strada è stato messo in posizione un GM 10-bullone posteriore imballato con ingranaggi 2,73:1, ammortizzato da fresche molle a balestra parallele e da pesanti ammortizzatori a tubo NAPA, mentre Butch ha aggiunto i blocchi di abbassamento da 4 pollici della Speedway Motors per portare la parte posteriore più vicina all’asfalto.

Davanti una Camaro IFS del ’76 è stata rinfrescata da Butch con nuove molle e pesanti ammortizzatori a tubo della NAPA per ottenere la giusta posizione. Quando arriva il momento di domare la bestia, il fluido spinge attraverso un master di potenza a doppio serbatoio Camaro del ’76 verso le linee d’acciaio e i tamburi GM di riserva sul retro e i dischi e le pinze GM da 11 pollici sul davanti. Butch ha composto il tutto utilizzando le steelies di Wheel Vintiques insieme ad anelli di bellezza e tappi a ragno, mentre un set di bianchi larghi di Diamond Back completano il look.

Per il massimo dell’affidabilità niente è più affidabile di un piccolo blocco Chevy. Qui, una Chevy 400ci V-8 del 1969 fa il trucco in grande stile. Riempita con componenti GM freschi, tra cui manovella, aste, pistoni e camme, fa scintille di vita attraverso un’accensione PerTronix e scarica i suoi gas esausti attraverso un paio di collettori di scarico di serie alle marmitte Corvette. Butch ha aggiunto una presa d’aria Edelbrock a tre derivazioni sormontata da un trio di carboidrati Rochester 2GC coronata da depuratori d’aria in stile classico. Tocchi gustosi includono coperchi delle valvole Corvette d’epoca, telai a filo di candela custom-fabbed da Butch e un radiatore Walker per un sacco di raffreddamento. Per trasferire l’energia, un trans GM TH400 riscaldato collegato a un albero motore personalizzato da 2 pollici di Pete Gretz di Marion, Indiana, fa il lavoro.

Articolo molto interessante
1970 Plymouth Duster - La perseveranza lo rende

Cominciare con un camion decente e senza ruggine rende il viaggio molto più facile. Prima di arrivare all’Auto Craft di Dorn, Scott aveva eliminato i finestrini di ventilazione e sostituito i parafanghi posteriori, i fianchi del letto e il portellone posteriore. Butch ha aggiunto anche alcuni tocchi personalizzati, tra cui una visiera del parabrezza d’epoca, riposizionando il rifornimento del gas sul parafango posteriore, e ha convertito il rifornimento del carburante di fabbrica in un’antenna a forma di frenched. Doug Dorn ha poi lavorato l’acciaio d’epoca alla perfezione rendendolo affilato come un rasoio e l’ha seguito con una pistola a spruzzo riempita di PPG metallizzato argento brillante per dare l’atmosfera.

Nelle fasi di riassemblaggio il camion è stato poi trattato con una griglia cromata e paraurti freschi dai serbatoi presso la Custom Metal Finishing di Hagerstown. Per assicurarsi che l’autotrasportatore fosse comodo per il lungo raggio, Scott ha installato una nuova schiuma per sedili e ha ricoperto la panca e i pannelli delle portiere con una combinazione di vinile grigio e tweed. Butch, seguito dall’aggiunta di un sacco di fonoassorbente, braccioli Ford del ’49 e uno stereo Pioneer per un sacco di belle melodie. Per facilitare la navigazione, un volante Chevy Impala da 15 pollici del 1959 della Chevy Classic Chevy di Eckler scolpisce gli angoli, mentre i calibri della Classic Instruments controllano i segni vitali. Tutto ciò che sappiamo è che il camion completato ha creato un ottimo equilibrio tra posizione, atteggiamento e prestazioni, facendo in modo che Gail e Butch si mettano in strada in stile vecchia scuola e per noi questo è semplicemente fantastico!

Articolo molto interessante
Convertibile GTX del '67 GTX - Scelta del pacchetto

1955 Chevrolet

Gail e Butch Fairchild

Greentown, Indiana

Telaio

Telaio: stock

Modifiche: nessuna

Riavvolgimento / Rapporto: Chevy 10-bolt / 2.73:1

Sospensione posteriore: molle a balestra con ammortizzatori a tubo e Speedway Motors Blocchi di abbassamento da 4 pollici

Freni posteriori: tamburo GM stock

Sospensione anteriore: ’76 Camaro IFS

Freni anteriori: Disco GM da 11 pollici

Scatola dello sterzo: ’76 Camaro

Ruote anteriori: Ruote Vintiques steelies

Ruote posteriori: Ruote Vintiques steelies

Pneumatici anteriori: Diamante posteriore P215/70R15

Pneumatici posteriori: Diamante posteriore P225/70R15

Serbatoio del gas: 20 galloni

Drivetrain

Motore: 1969 Chevy 400ci

Teste: stock

Coprivalvole: Corvette d’epoca

Collettore / Induzione: Edelbrock / tre Rochester 2GC

Accensione: PerTronix

Collettori: collettori di scarico di serie

Scarico / Silenziatori: custom / Corvette

Trasmissione: Chevy TH400

Modifiche: Derale Performance trans cooler

Shifter: colonna

Corpo

Stile: Stepside

Modifiche: nasello, roll padella posteriore personalizzata, riempitore di gas nel parafango posteriore, antenna frenched

Parafanghi anteriore / posteriore: stock

Cappuccio: stock, naso

Griglia: a magazzino, cromata

Letto: stock con pavimento in rovere

Carrozzeria e vernice: Doug Dorn of Dorn’s Auto Craft, Newcastle, IN

Tipo di vernice / Colore: PPG / argento brillante metallizzato

Fari / Fari posteriori: stock

Specchi esterni: stock

Paraurti: stock, cromo

Interno

Cruscotto: stock

Indicatori: Strumenti classici

Aria condizionata: finestrini avvolgibili

Stereo: Pioneer Head Unit / Dynex

Volante: 1959 Chevy

Piantone dello sterzo: GM tilt

Posti a sedere: panca di stock

Vedi tutte e 2 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento