1955 Oldsmobile 98 – Vecchio amico

Wayne Powell ha trascorso la sua vita con il suo ’55 Olds 98

Vedi tutte le 1 fotoTim BernsauwriterWes DrelleshakphotographerWayne PowellwriterMar 1, 2011

Wayne Powell ha un bel ricordo di tutta la sua vita di appassionato di automobili. “Ho una mia foto scattata nel 1950, quando avevo 4 anni. Ero in piedi nel vialetto di Hands Motor Court lungo la Route 66 ad Albuquerque, New Mexico, con accanto la mia auto a pedali del ‘guidatore quotidiano’ rossa ’47 Ford a pedali del camion dei pompieri Ford. Il mio primo giro in macchina mi ha preso all’amo, ma vivere in New Mexico lungo la ‘strada madre’, vedendo una sfilata di ogni tipo di auto diretta a est e a ovest, è stato probabilmente il colpo di grazia”.

Ricorda di aver partecipato a spettacoli automobilistici in tenera età, di aver costruito kit di modellini AMT e Revell e di aver guardato “ogni programma televisivo in bianco e nero con qualsiasi collegamento all’automobile”. La Ford del ’49 che fu la sua prima auto al liceo, la cabriolet modello A del ’30 che seguì, e la Galaxie del ’62 che seguì, sono tutti ricordi indelebili.

Una cosa che per Wayne è difficile da ricordare è la vita senza questa Oldsmobile del ’55, che era nuova di zecca quando è entrata a far parte della famiglia Powell. “Il ’55 è stato il terzo dei tre acquistati dai miei genitori a partire dal 1953”, ci ha detto Wayne. “La nostra Oldsmobile Olds 88 a due porte del ’53 è stata scambiata con una Oldsmobile 88 a due porte del ’54, con tutte le campane e i fischietti.

“L’inchiostro era appena asciutto sul titolo quando il ’54 è stato disossato mentre era parcheggiato nel nostro garage. Un camion di soda Pleasure Time si è fermato a uno stop ed è stato colpito da un altro veicolo. Ha saltato un marciapiede e ha viaggiato per 6 metri prima di sfondare un muro di blocco e di attraversare il muro del nostro garage. Due settimane dopo, un nuovo hardtop a due porte Holiday DeLuxe a due porte verde menta pallido e bianco del ’55 98 era parcheggiato nel nostro vialetto. Il coupé top di gamma era dotato di servosterzo, freni, sedili e finestrini, oltre che di aria condizionata e di un altoparlante anteriore e posteriore per la radio mono”.

Articolo molto interessante
Trascinare Radial Racing Outtakes - Azione!

La madre di Wayne usava la Oldsmobile per fare le commissioni nel quartiere. All’inizio degli anni ’60, Wayne era abbastanza grande per guidare, e la Olds fungeva da “auto da appuntamento” per portare fuori la sua fidanzatina del liceo, Marcella, “quando le mie auto non erano finite, non riuscivano a partire o non avevano il livello di classe richiesto per le occasioni speciali come i balli di fine anno o le cene fuori casa”. È stata anche l’auto della luna di miele quando Wayne e Marcella si sono sposati, 45 anni fa.

La madre di Wayne ha continuato a guidare la macchina fino al 1984, quando l’ha passata a Wayne. In quasi 30 anni di uso quasi quotidiano, la Olds aveva percorso meno di 90.000 miglia. Altri 23 anni passeranno prima che l’auto possa essere utilizzata ancora. Qualche anno fa, Wayne e Marcella decisero di costruire la vecchia Olds, in onore della longevità dell’auto e del saggio investimento dei genitori di Wayne.

Quando Wayne ha portato la Oldsmobile a Tony Kos alla Mild To Wild Classics di Albuquerque per iniziare la costruzione, la Oldsmobile era originale e completa, fino al manuale d’uso e al portachiavi originale del concessionario. Kos e il suo equipaggio, compresi i suoi figli Eric e Tony Jr., hanno lavorato con Wayne per costruire una leggera custom con un’immagine vicina alla fabbrica e componenti moderni per prestazioni, affidabilità e sicurezza. “Abbiamo avuto conversazioni nel corso di diversi mesi e siamo arrivati a un piano per onorare i progettisti originali dello stile classico e di classe della carrozzeria, assicurarci che fosse un pilota”, ricorda Wayne.

Articolo molto interessante
I NHRA Winternationals

Hanno modificato i “binari” della fabbrica per dare all’auto la giusta altezza di marcia per guidare lungo la strada e la giusta postura bassa per rilassarsi. Le molle, gli ammortizzatori ShockWave e la barra Panhard posteriore sono della Ride Tech. Lo stub anteriore personalizzato è stato costruito con mandrini TCI Engineering, bracci A e una barra antirollio. Il Currie rearend gira 3,50 marce con slittamento limitato.

Un altro significativo aggiornamento è nascosto sotto il cofano. Il Ram Jet 502 della GM Performance Parts produce 502 CV a 5.100 giri al minuto e 565 libbre di coppia a 3.200. Gary Gonzales a Rio Rancho, New Mexico, ha costruito la trasmissione Turbo 700-R4 con un convertitore di coppia a 2.500 stalli, e Mild To Wild ha fornito l’albero motore.

Gli interni sono stati ben curati durante la vita dell’auto. “Le finiture interne, cromate e inossidabili, sono state pulite e reinstallate. Non mancava una vite e tutti sono stati riutilizzati al momento del rimontaggio, così come le unità di alimentazione per il sedile e i finestrini”, dice Wayne. “La pelle originale è rimasta sotto i rivestimenti dei sedili che mia madre aggiunse nel 1963. Quando la pelle di fabbrica fu rimossa, l’imbottitura era in polvere, ma le pelli avevano ancora i timbri con la data tagliata in fabbrica”. Un impianto di aria condizionata Vintage Air ora sostituisce l’unità di aria condizionata di fabbrica, e uno stereo e altoparlanti Pioneer prende il posto della radio AM di serie. Come tocco elettronico finale, è stato installato un sistema di videocamera posteriore nell’auto, con la videocamera montata sul telaio della targa posteriore.

El Paso Electro-Plate si è occupata della cromatura, e i pezzi esterni cromati e inossidabili sembrano quelli del giorno in cui il padre di Wayne ha guidato per la prima volta l’auto a casa. I fari sono ora alogeni; le lenti dei fanali posteriori della Fusick Automotive Products di East Windsor, Connecticut, sono ora a LED.

Articolo molto interessante
1974 Dodge Crew Cab - Dov'è il fuoco (camion)?

“Quando l’auto è stata smontata, hanno trovato un foro di proiettile nella lamiera sotto il radiatore”, rivela Wayne. Il foro di proiettile rimane, ma come ci sia arrivato rimane un mistero. Quando la carrozzeria era completa, la Olds è andata nella cabina di verniciatura Mild To Wild per una verniciatura bicolore Cyber Green e bianca, con vernice Martin Senour.

Invece di scegliere materiale rotabile retrò, Wayne ha deciso per il C-57 a cinque razze di Coys Wheels, e per la gomma ad alte prestazioni Nexen N1000. I pneumatici anteriori 235/40ZR18 sono montati su cerchioni 18×8, mentre i posteriori 275/35ZR20 radiali rotolano su 20×10. I freni sono Wilwood anteriori e posteriori Wilwood da 11 e 12 pollici con un cilindro maestro Classic Performance Products, booster, e valvola di dosaggio, e un gruppo pedale personalizzato da Mild To Wild.

La rinvigorita famiglia Powell Oldsmobile è tornata in strada e sta attirando l’attenzione. Marcella la ama ancora e i loro figli hanno ora i ricordi degli Olds del nonno. I nipoti di Wayne e Marcella hanno aiutato a ripulirla alle fiere automobilistiche fin dalla loro stessa età, quando Wayne si è fatto fotografare sulla Route 66, e senza dubbio stanno raccogliendo i loro ricordi futuri. Sua madre e suo padre non ci sono più, ma Wayne sa che apprezzerebbero la Olds come chiunque altro. “Sono sicuro che mia madre riconoscerebbe l’auto nei suoi nuovi colori, mi chiederebbe cosa ne ho fatto dei coprimozzi, e forse, solo forse, sorriderebbe un po’ al battito della 502”.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2011\03\1103sr-01-o-1955-oldsmobile-98-.jpg

Lascia un commento