1956-1957 Chevrolet El Morocco

The Chevrolet El Morocco was the brainchild of Ruben Allender. See more classic car pictures. La Chevrolet El Morocco è nata da un’idea di Ruben Allender. Vedi altro immagini di auto d’epoca . ©2007 Publications International, Ltd.

La storia di Chevrolet El Morocco inizia con un certo Ruben Allender, milionario industriale di Detroit e appassionato di automobili. Alla fine del 1955, egli riteneva che esistesse un mercato per un’auto a basso prezzo simile alla Cadillac Eldorado decappottabile che aveva appena acquistato, un’auto in cima alla lista dei “sogni” di tutti.

Consapevole della mania di personalizzazione che allora dilagava nella nazione, decise di fare quello che migliaia di persone stavano già facendo: ridisegnare una Chevrolet – solo che lui ne avrebbe costruito delle copie su ordinazione.

Galleria di immagini di auto d’epoca

È stata una grande idea, e Allender era singolarmente ben equipaggiato per perseguirla. Oltre ad avere un sacco di soldi, gli è capitato di possedere un grande magazzino di surplus bellico sulla Van Dyke Avenue a Detroit, vicino a Jefferson Avenue, riempito con gli avanzi di hardware che potevano essere usati per creare la sua illusione automobilistica. Potrebbe anche servire come negozio per costruirlo.

E ha ricevuto un piccolo aiuto inaspettato dalla General Motors, tra tutti i posti, che ha fatto sembrare la Chevrolet del 1956 più simile a una Cadillac rispetto al modello del 1955 che aveva inizialmente previsto di utilizzare.

Articolo molto interessante
1966 Dodge Coronet Hemi

Allender aveva bisogno di un prototipo, così si è rivolto alla Creative Industries, una casa indipendente di Detroit specializzata nello styling e nella produzione di auto da esposizione di Ford Atmos e Packard Panther, che aveva costruito le auto da esposizione Ford Atmos e Packard Panther sotto contratto. Il risultato è stata una bella decappottabile Bel Air del 1956 personalizzata che assomigliava a una Eldorado Biarritz in scala ridotta.

Aveva anche bisogno di un ingegnere di produzione e di un direttore di negozio. Per puro caso, trovò entrambi nella persona del ventottenne Cyril Olbrich, che stava sperimentando strumenti progettati per quel nuovo materiale meraviglioso, la fibra di vetro.

Una volta che la vicina agenzia Don McCullough ha accettato di fornire Bel Airs fresche di fabbrica a circa 50 dollari in più rispetto al costo del concessionario, il terzo piano del magazzino di Allender è stato sgomberato per convertire le Chevys di tutti i giorni in imitazioni di Caddys.

Ma Allender non si è fermato qui. Decidendo che le sue auto dovessero avere un nome proprio, è andato a cercare qualcosa che suonasse un po’ come “Eldorado”, ma non tanto da invitare guai da parte della Cadillac. Alla fine ha scelto “El Morocco”, ed è riuscito a tirare qualche filo per farlo riconoscere dalla legge. Così è nata la Chevrolet El Morocco.

Articolo molto interessante
1962-1963 Ford Thunderbird Sports Roadster

Continua alla pagina successiva per saperne di più sulla Chevrolet El Morocco del 1956.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento