1956-1957 Lincoln Continental Mark II

La Lincoln Continental Mark II è una delle storie più affascinanti della storia della produzione automobilistica. Avrebbe dovuto stabilire il predominio di Dearborn al vertice del mercato – cosa che ha fatto – ma in qualche modo avrebbe dovuto fare soldi – cosa che non ha potuto fare. Ecco l’intrigante storia della rinascita di una grande idea che si è rivelata troppo grande anche per gli anni Cinquanta.

Galleria di immagini di auto d’epoca

1956 lincoln continental mark 2

©2007 Pubblicazioni Internazionali, Ltd.

Il Lincoln Continental Mark II ha avuto un’esistenza breve, brillante e condannata. Vedi altre immagini di auto d’epoca.

Le grandi auto non vengono mai dimenticate, e la Lincoln Continental originale è una di queste. All’inizio degli anni ’50, i ricordi di quell’intramontabile progetto del 1940-1941 spinsero i concessionari e gli aspiranti proprietari a chiedere alla Ford Motor Company un successore, la prima Continental nuova dall’ultima continuazione del dopoguerra, costruita nel 1948. Il risultato fu l’indimenticabile Lincoln Continental 1956-1957 Mark II.

Sì.
Gli indovinelli e i miti sulla fine della prima serie Continental persistono ancora oggi, ma diversi fatti sono indiscutibili. In primo luogo, un modello di seconda generazione fu incluso nei piani della Ford del dopoguerra già all’inizio del 1947, concepito per un passo di 132 pollici da condividere con una nuova limousine al vertice della linea Lincoln.

In secondo luogo, questi piani sono stati drasticamente cambiati – quasi all’undicesima ora – da Ernest R. Breech, secondo in comando al nuovo presidente della società Henry Ford II.

Articolo molto interessante
Opel GT

Sì.
La ragione è stata l’economia. La Ford Motor Company si trovava in gravi difficoltà finanziarie alla fine degli anni ’40, e la riduzione dei costi era indispensabile per la sopravvivenza. La Continental era un obiettivo naturale. Non solo era costosa e quindi aveva un potenziale di vendita limitato, ma era anche vecchia.

Sebbene l’attrezzatura da corsa fosse stata migliorata nel corso degli anni, il suo design di base si rifà ancora al V-12 Zephyr degli anni ’30. Peggio ancora, lo splendido stile originale, eseguito da Eugene T. “Bob” Gregorie, aveva subito un lifting del 1942, che continuò anche dopo la guerra.

Sì.
Ma il motivo principale per cui la Continental è morta dopo il 1948 è che non c’era più nessuno a sponsorizzarla. Il suo creatore, l’ex presidente della società Edsel Ford, morì nel maggio 1943, facendo precipitare una crisi di leadership che non fece che aggravare la situazione finanziaria della sua azienda.

Nonostante l’atmosfera caotica dei primi anni della guerra, ha lavorato a mano con Gregorie e altri su idee per i primi nuovi progetti del dopoguerra. Ma se Edsel aveva delle visioni particolari su una Continental di seconda generazione, se le portava nella tomba. La sua morte ha lasciato un vuoto che il Marco II avrebbe presto colmato.

Sì.
Continua a leggere per saperne di più sulla nascita del Lincoln Continental Mark II.

Articolo molto interessante
1946, 1947, 1948 Chevrolet Stylemaster, Fleetmaster e Fleetline

Sì.
Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento