1956 Chevy Pickup – Mint As In Perfect

Mitch Titus’ ’56 Chevy Pickup

Vedi tutte e 2 le fotoWes DrelleshakwriterJan 11, 2011

Appena ho visto il pickup ’56 di Mitch Titus ho capito che dovevo fare un’ispezione più approfondita. L’ho esaminato con un pettine a denti fini, ma non ho trovato nulla che non mi piacesse. C’era solo un problema: ero al Goodguys’ Kansas Speedway show, e Mitch non si vedeva da nessuna parte. Ho lasciato il mio biglietto da visita sul suo posto venerdì e non ho ricevuto una sua chiamata fino a sabato sera. Mitch stava pulendo la sua auto e ha trovato il biglietto da visita – era saltato sull’altro lato del sedile, vicino al davanzale della porta. Sono contento che abbia trovato il biglietto. Più tardi quel giorno l’abbiamo fotografato in quella che io considererei la luce perfetta: il tramonto.

Quando Mitch si mise in testa di costruire un camion di topo, trovò un ’56 che era già stato abbassato nella parte anteriore con un fermaglio anteriore Camaro del ’78, due serie di porte, due tratteggi, due portelloni posteriori e 350 combinazioni di motore e trasmissione. Mitch pensò: “Perché no? Sarà solo un vecchio pick-up con un po’ di cavalli dietro. Così comprò il ’56 e iniziò la costruzione di tre anni e mezzo. Naturalmente, mentre si è messo in testa di costruire l’asta per topi, non ha potuto farne a meno, ma l’ha resa molto più bella del ratto medio.

Ha iniziato con il telaio e ha ordinato il kit anteriore ShockWaves e il kit posteriore a quattro collegamenti del RideTech. Mitch ha installato i nuovi componenti delle sospensioni nel suo garage con l’aiuto di un saldatore Miller MIG. Il saldatore ha funzionato bene fino a quando non ha cercato di saldare delle lamiere di piccolo calibro sul cruscotto. Ben presto acquistò una saldatrice Miller TIG e la provò sugli stessi pezzi del cruscotto, e presto era in attività. Con due trattini Mitch pensò che sarebbe stato bello tagliare e aggiungere la gobba del cruscotto in più sul lato passeggero. Rimosse il cassetto portaoggetti per far aderire la gobba e vi infilò dietro una radio Pioneer con un coperchio fatto a mano che si apre premendoci sopra. Mitch ha anche montato un volante Corvette del ’56 e uno specchietto retrovisore al centro del cruscotto.

Articolo molto interessante
1947 Chevy Canopy Express - Perfezione post bellica

La carrozzeria era la prossima. Mitch, anche se sarebbe stato bello aggiungere leggeri tocchi di Corvette sulla carrozzeria, così ha riempito le finiture di serie e ha aggiunto alcuni emblemi della Vette.

Successivamente, ha lisciato il firewall e ha creato un compartimento nascosto per nascondere i cavi provenienti dall’interno. Le fessure delle porte erano tra le cose peggiori del camion, ma Mitch è riuscito a riparare la fessura della porta da 3/8 di pollice che si poteva quasi infilare con il pollice. Ha usato il set di porte che erano le più pulite e ha tagliato la ruggine dal fondo dove tutti i detriti amano appendersi e raccogliere l’acqua. Fortunatamente per lui era piuttosto bravo a usare la saldatrice TIG ed era più che sicuro di poter realizzare da solo i pannelli inferiori della porta. Una volta che la ruggine maggiore si è occupata del resto del corpo, i parabordi e il letto sono stati tutti imbullonati.

A questo punto Mitch aveva passato due anni a raddrizzare e lisciare i pannelli della carrozzeria. Durante lo stesso periodo si è reso conto che il camion non avrebbe avuto l’aspetto incompiuto, così ha iniziato a pensare ad un compromesso tra i due mondi: tondino per topi e finito.

Mitch si ricordava di un colore Harley-Davidson che gli piaceva molto e che aveva dipinto su uno dei suoi progetti di moto custom. Invece di dipingere il camion con una finitura lucida, decise di giocare con l’idea di un appiattitore in chiaro. Si esercitò sui parafanghi interni fino a quando la vernice non fu perfetta e poi passò a dipingere il resto del camion nel suo garage.

Articolo molto interessante
1956 Ford F-100 - Cavalli Deluxe

Il motore era il prossimo e con la vernice che usciva più di quanto si aspettasse sapeva che la 350 di serie non sarebbe stata sufficiente. Mitch tornò alle tavole da disegno e guardò alcuni motori di quell’epoca fino a quando uno di essi attirò la sua attenzione. Il vano motore di una Corvette del ’64 era proprio quello che il medico aveva ordinato, quindi il filtro del carburante, i coperchi delle valvole, lo scudo di accensione e il filtro dell’aria copiando il ’64 avrebbero funzionato. Dan Kennedy e Tommy Meiners sono venuti più volte ad assistere Mitch nella costruzione e a convincerlo ad abbandonare lo sguardo incompiuto. Ho quasi dimenticato di menzionare il mantello del radiatore fatto a mano e la piastra del davanzale che Mitch ha realizzato anche con la saldatrice TIG.

Mitch mi ha dimostrato che con un po’ di ingegno e un po’ di tempo su una saldatrice si può davvero fare molto con pochi soldi.

Mitch Titus O VERLAND PARK, KANSAS 1956 CHEVY PICKUP CHASSIS FRAME: ’56 pickup Chevy pickupMODIFICAZIONI: ’78 Camaro anteriore / posteriore a quattro collegamenti RENDIMENTO / RAPPORTO: ’78 SOSPENSIONE 10 bulloni 3:73 SOSPENSIONE SUPERIORE: FRENI POSTERIORI A QUATTRO COLLEGAMENTI: Camaro a tamburo, SOSPENSIONE POSTERIORE 9 pollici: ’78 FRENI CamaroFRONT: disco a disco, scatola da 11 pollici: RUOTE FRONTALIERE: ’55 Chevy, autovettura, 15×5, 3 pollici di spaziatura posteriore RUOTE POSTERIORE: ’55 Chevy, autovettura, 15×5, 3 pollici di spaziatura posteriore RUOTE FRONTALI: P195/75R15 Coker bianco largo bianco radiale pneumatici posteriori: P225/75R15 Coker wide white radialGAS TANK: stockShow All DRIVETRAIN MOTORE: ’71 Chevy 350HEADS: stockVALVE COVERS: 9-fin ’64 CorvetteMANIFOLD: GM ’66 Corvette HolleyIGNITIONE: Mallory UniliteHEADERS: stock ’64 Corvette EXHAUST / MUFFLERS: 2 pollici / DynaflowTRANSMISSION: GM 350, primi anni ’70MODIFICAZIONI: kitSHIFTER: Lokar 23 polliciMostra tutto Vedi tutte e 2 le foto CORPO STILE: ’56 ChevyFENDERS ANTERIORE: stockHOOD: stock / shavedGRILLE: stock paintedBED: tinto e distressedPAINT TYPE / COLOR: Matrice / Base in menta con luci chiare e appiattite / PUNTI DI SCORRRIMENTO: stockBUMPERS: stockShow All INTERNO DASHBOARD: stock con gobba extra sul cruscotto lato passeggeroGAUGGI: stockAIR CONDIZIONANTE: nessuno STEREO: Pioniere con amplificatori 400 WSTEERING WSTEERING WHEEL: ’56 CorvetteSTEERING COLUMN: ’72 Cadillac tilt con telescopioSEDI: Ace Auto FabricMATERIAL / COLORE: acciottolato e argento con blackCARPET: rubber matShow All

Articolo molto interessante
Mike Moran - Ho corso 5s!

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2011\01\1103clt-01-o-1956-chevy-pickup-front-side.jpg

Lascia un commento