1956 Ford F-100 Custom Cab – Clean & Subtle

L’Effie “Famiglia” di Dan e Peggy Carpenter

Vedi tutte le 9 fotoBrandon BurrellphotographerDan CarpenterwriterOct 1, 2009

Mentre assisteva a una corsa con l’asta a Gatlinburg, Tennessee, nel 1977, la mia futura moglie, Peggy, indicò un camion Ford del ’56 così basso che il suo paraurti anteriore stava quasi toccando terra. Ci siamo innamorati entrambi a prima vista del camion.

Dopo essere tornato a casa, ho fatto uno scambio per un ’56 e ho iniziato il processo di costruzione. Con la cabina e il frontend fatti, aveva solo bisogno di un letto, così ho fatto il mio. Dopo un paio d’anni, il camion ha avuto un incidente, ma non prima di aver suscitato un certo interesse da parte di altre persone che volevano che costruissi loro un letto. Così, ho passato i successivi 20 anni a costruire nuovi letti, insieme ad alcuni camion per altri. Nel corso degli anni, avevo raccolto i pezzi per costruire un giorno un altro camion per me, e nel 2002 avevo raccolto abbastanza lamiera buona da poter finalmente iniziare un progetto.

Avevo scambiato dei pezzi con il buon amico Buster Henderson per farmi costruire un nuovo telaio (telaio tubolare, anteriore Monte Carlo, posteriore da 9 pollici). Poi ho avuto un altro buon amico a Washington, Peter Lenn, che mi ha trovato un bel taxi, che mi ha consegnato alla F-100 Supernationals a Pigeon Forge (dove ho anche preso un cofano e una griglia da un vecchio camion dei pompieri). Poi, mentre ero a Carlisle, ho trovato un set di porte antiruggine, che era tutto quello che mi era rimasto per completare tutto il foglio di lamiera. Ora è iniziato il processo di assemblaggio.

Vedi tutte le 9 foto

Quando ho montato la cabina, ho deciso di abbassarla di un centimetro sopra il telaio. Fare lo stesso con la lamiera frontale dà l’impressione di un assetto ancora più basso, ma senza rinunciare alla corsa. Ho seguito il taglio di 1 1 1/4 di pollice dal fondo del parafango anteriore dietro l’apertura della ruota; alzando i supporti della pedana per eliminare il davanzale; e tagliando un pollice dal bordo anteriore più basso del parafango posteriore. Guardando il camion da un lato, questo ha aiutato ad allineare tutto.

Poi ho costruito il letto più largo di 5 centimetri per avere più spazio per i pneumatici, in più ho sempre pensato che questi camion sembrassero troppo stretti da dietro. Ho arrotondato tutti i montanti del letto, l’ho tubinato, ho costruito un portellone posteriore più largo e liscio e ho fatto un roll pan allargato. Per il pavimento del letto, sono andato dal rivenditore locale GM e ho acquistato un pavimento di ricambio in acciaio per un camion Chevy del ’97. Mio cognato, Eric Curlee, ha intagliato gli alloggiamenti dei fanali posteriori nell’officina meccanica, che erano dotati di luci LED Lambert. Dopo che Dennis Carpenter (nessun parente) ha realizzato un set di paraurti lisciati, li ho installati con staffe sezionate per avvicinarli al camion.

Non volendo più il serbatoio del gas all’interno del camion, ho chiesto a Doc’s Kustoms di fare un carro armato per andare tra le “rotaie dietro il retro. Avevo già rialzato il nuovo pavimento del letto, quindi questo mi ha dato più spazio per la zona posteriore, oltre a un buon posto dove mettere il serbatoio del gas. I chiavistelli del portellone posteriore sono fatti su misura e usano una chiave per sbloccare. Con il letto finito, tutto ciò che è rimasto sono state le tavole da corsa stesse – anche qui mi è venuto in aiuto il carpentiereennis Carpenter.

Vedi tutte le 9 foto

Con tutto imbullonato, ho installato un motore di una Chevrolet Chevrolet 502 con un Turbo 400 trans. Ho assunto Jimmy Pedigrew per costruire le testate e lo scarico con marmitte Flowmaster. Ho finito il resto (Vintage Air, indicatori Classic Instruments, Custom Autosound stereo nascosto, imbracatura Ron Francis) prima di smontare tutto per iniziare la carrozzeria e il processo di verniciatura.

Anche se tutti sanno che un processo come questo richiede molto tempo, io di solito non sono sempre all’altezza. Così ho chiesto aiuto a Richard Windstad, Boruff’s Body Shop e Everette Little. Questo processo biennale si è concluso con la copertura del ’56 con il paramotore Mercedes Silver. Poi, con un sedile da banco TEA’s Design installato, abbiamo lasciato il camion da C. Frederick’s Automotive Interiors per il trattamento completo della pelle.

Ora, dopo 25 anni di costruzione di letti per vivere e 28 anni di matrimonio con una brava moglie, sembra che la vita continui a migliorare!

Versione di Peggy Dan ha sempre costruito camion “small-window” – uno per sé e diversi per gli altri. Aveva in testa un sacco di idee su cosa vorrebbe costruire con questo, a partire da un “grande” finestrino posteriore. Aveva delle persone alla ricerca di un buon taxi, e il suo amico Peter ne ha finalmente trovato uno in California. Sulla strada per gli F-100 Supernats dallo Stato di Washington, è andato a sud a prenderlo e a consegnarlo a Dan. Se dovessi dare un nome a questo camion, lo etichetterei sicuramente “Pulito e sottile”; perché questo camion è ovviamente pulito e ordinato, non troppo occupato, e ha molti cambiamenti molto sottili. Vorrei anche aggiungere che questo camion guida – e sì, a volte lo guido io, quando Dan non ha scelta perché sta trainando il nostro rimorchio del venditore o guidando l’altro camion! Guida come un sogno. Sia in città che nell’interstatale, si mette in viaggio alla grande.

Vedi tutte le 9 foto
Norwood, North Carolina 1956 Ford F-100 Custom Cab CHASSIS TELAIO: REAREND / RATIO: Ford 9″ / 3. 10:1 SOSPENSIONE POSTERIORE: quadricollegamento personalizzato con molle elicoidali Vega FRENI POSTERIORI: disco SSBC Force 10 SOSPENSIONE ANTERIORE: ’72 Monte Carlo IFS FRENI FRONTALI: SSBC disco Force 10 SCATOLA DI STERZO: Saginaw FRENI FRONTALI: Budnik, 17×7 RUOTE POSTERIORI: Budnik, 17×10 RUOTE FRONTALI: BFG Comp T/A, 215/60R17 RUOTE POSTERIORI: BFG Comp T/A, 285/60R17 GAS TANK: custom stainless by Doc’s Kustoms, Omega, GA DRIVETRAIN DRIVETRAIN ENGINE: Motore per casse Chevy 502 COPERTURE VALVOLE: Specialità billette MANIFOLD / INDUZIONE: Offenhauser / Demon 750 IGNITIONE: MSD 6AL TESTE: di Jim Pedigrew EXHAUST / MUFFLERS: Jim Pedigrew / Flowmaster TRASMISSIONE: TH400 MODIFICHE: Phillip Rash, Locust, NC SHIFTER: ididit su colonna CORPO STILE: Cabina personalizzata, canalizzata MODIFICHE: Dan Carpenter FENDERS FRONTALE / POSTERIORE: stock, rialzato, bordi inferiori rifilati HOOD: stock, a naso GRILLE: stock BED: Dan Carpenter special (allargato, piano letto Chevy del ’97, tasche per paletti arrotondate/cappucciate) RUNNING BOARDS: Dennis Carpenter, allungato, rialzato BODYWORK BY: proprietario, Richard Windstad (Kodak, TN), Boruff’s Body Shop (Maryville, TN) PAINT BY: proprietario, Boruff’s, Everette Little (Albemarle, NC) PAINT TYPE / COLOR: PPG / Mercedes Silver HEADLIGHTS / TAILLIGHTS: alogena / custom di Eric Curlee, Lambert LEDs BUMPERS: INTERNO DASHBOARD: stock GAUGHE: Classic Instruments AIR CONDITIONING: Vintage Air STEREO: Autosuoni personalizzati, nascosti CABLAGGIO: Ron Francis RUOTA DI STEREO: COLONNA DI STEREO di Juliano COLONNA DI STEREO: ididit SEDILE: Banco di design del TEA UPHOLSTERY BY: C. Frederick’s Automotive Interiors, Charlotte, NC MATERIALE / COLORE: pelle / rosso CARPET: red woolShow All

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites200910910clt-01-pl-1956-ford-f100-custom-cab-front-side-shot.jpg

Lascia un commento