1957 Chevy Pickup Truck – Il nero è bello

La Chevy del ’57 di Ken Rawson

Vedi tutte e 5 le fotoBrad OcockwriterMay 1, 2009

Le aste calde sono sempre state suddivise in due categorie: casalinghe e pro-costruite. Per gli hobbisti che costruiscono nel proprio garage, essere scambiati per una costruzione professionale è un distintivo d’onore. Dice: “La gente pensa che il tuo lavoro sia così buono che avresti dovuto pagare un professionista per farlo, o qualcuno dovrebbe pagarti per farlo”.

Ci sono ancora due categorie, ma le cose sono un po’ cambiate nel corso degli anni. La prima è che molte più persone possono permettersi di avere un’auto costruita in modo professionale, e i ragazzi che non possono permettersela sembrano essere andati dall’altra parte e si limitano a schiaffeggiare un veicolo – bastoni di topo e autisti giornalieri a bassa coda. Di conseguenza, la maggior parte dei veicoli di fascia alta che si vedono oggi sono costruiti da professionisti, non da un tizio e dai suoi amici in garage con qualche attrezzo di base. Ecco perché eravamo così entusiasti di vedere il pickup Chevy del ’57 di Ken Rawson.

Vedi tutte e 5 le foto

Una Chevy di serie ad asse dritto appesa a molle a balestra parallele sotto il naso non è nota per le sue maniere da strada. Dato che Ken guida il suo camion dappertutto, gli aggiornamenti delle sospensioni erano in ordine. La sospensione posteriore è stata portata ad un’altezza ragionevole con un paio di molle di abbassamento da 5 pollici, grilli di abbassamento da 2 pollici, e una tacca a C per liberare un 12 bulloni che i ragazzi hanno riempito con ingranaggi 3,73:1, un Eaton a slittamento limitato, e assi superiori a 30 spine. Gli aggiornamenti delle prestazioni di guida includono una barra di ondeggiamento Ford Bronco da -inch dotata di ingranaggi personalizzati e rotori Impala SS di ultimo modello e pinze a singolo pistone di Montecarlo.

Articolo molto interessante
1955 pickup Chevy Pickup - Doppio Nichel con un soffio 355

La Sawzall e il saldatore sono usciti per la parte anteriore del telaio, sostituendola con un sottotelaio Flat Out Engineering che monta bracci di controllo superiori e inferiori della Corvette del ’90, mandrini, cremagliera, barra oscillante, rotori da 12 pollici e pinze a 2 pistoni, ammortizzati con ammortizzatori Aldan coilover. Il risultato è una sospensione a terra che gestisce come ci si aspetterebbe da parti di Corvette, e in effetti è così bella da guidare, Kenny dice che l’unica cosa che farebbe di diverso è installare un Flat Out Engineering IRS corrispondente sul retro. “Jay si è occupato della fabbricazione del telaio”, ci ha detto Ken, “insieme alla costruzione personalizzata del serbatoio del gas sul retro”.

L’alimentazione proviene da una Chevy 350 a 4 bulloni riempita con un kit di carezze Eagle 383. I punti salienti interni includono aste a trave a I da 5,7 pollici con perni completamente flottanti, proiettili Speed-Pro 9,5:1 e una camma a rullo Crane con durata di 0,508/0,539 lift/228-230. La respirazione è di Dart Sportsman II teste con 2,02/1,60 valvole, 200cc corridori, e 76cc camere; una presa Weiand Stealth; e 600-cfm Edlebrock carb. Mantenendo l’aspetto sommesso, un sistema a serpentina Chevy dell’89 con coperture delle valvole verniciate a ruga finisce il motore. Un HEI Mallory HEI lo illumina, e i pantaloncini Dynomax rivestiti in ceramica che corrono verso Flowmasters lo scaricano. A completare il pacchetto è un 700-R4 con un convertitore Corvette di serie e un kit di miglioramento del cambio della Speedway Transmissions, azionato da un cambio Lokar. Ken usa americani 18×7 e 20×10 calzati in BFG Force T/As per metterlo a terra.

Articolo molto interessante
1972 Chevy C10 - Cheyenne rasata

Vedi tutte e 5 le foto

Per il comfort dell’abitacolo, Ken ha rasato la testa e i braccioli di un sedile di un camion Chevy dell’89 e li ha fatti recuperare da un negozio locale. Gli amici Robby e Tony hanno aiutato a installare il cablaggio e un set completo di autometri per tenerlo informato di quanto accade sotto il cofano. Per un piantone dello sterzo personalizzato, un ididit sormontato da un volante Chevy ultimo modello lo tiene a punta e un’unità di testa Kenwood con altoparlanti sotto il sedile lo intrattiene. Spruzzare il pavimento e la parete posteriore con Line-X prima di posare la moquette e il nuovo headliner aiuta a contenere il rumore della cabina.

Ken ha finito il camion in circa cinque anni con l’aiuto dei suoi amici e dei colleghi di 4Wheel Parts. “Mi sono divertito molto durante la costruzione, lavorando sul camion dall’inizio alla fine con gli amici, facendo quello che potevamo fare noi stessi. Sono pronto per il prossimo progetto”.

Vedi tutte e 5 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento