1958-1959 Ambasciatore Rambler

The added length up front on the Ambassador made for nice dimensions. See more classic car pictures. La lunghezza aggiunta davanti all’Ambasciatore è stata fatta per le belle dimensioni. Vedere di più immagini di auto d’epoca . ©2007 Publications International, Ltd.

Nash e Hudson hanno visto più battute d’arresto che successi negli anni del dopoguerra, dando vita al matrimonio a colpi di fucile che ha dato vita alla American Motors Corporation nel 1954 e che avrebbe portato all’ambasciatore Rambler Ambassador nel 1958-1958. L’auto fu chiamata come la migliore di Nash, mantenendo vivo lo spirito di quelle due targhette, un tempo grandiose, l’anno successivo al loro abbandono da parte della AMC.

Galleria di immagini di auto d’epoca

Arrivato nel 1958, l’Ambasciatore era fondamentalmente quello che Nash e Hudson sarebbero stati se avessero continuato. Beh, non proprio, perché ci sono prove che l’Ambasciatore era infinitamente migliore dei nati morti di Nash e Hudson del 1958.

Come una sorta di lavoro di fretta, l’ambasciatore ha semplicemente preso in prestito la carrozzeria rinnovata del Rambler del 1958, ma l’ha giuntato in un ulteriore nove pollici davanti al firewall per un interasse di 117 pollici. Il cofano più lungo che ne è risultato ha reso le proporzioni migliori, ma nessuno si è lasciato ingannare dal fatto che si trattasse di qualcosa di diverso da un Rambler in ghisa.

Tuttavia, lo stilista della AMC Ed Anderson ha fatto un buon lavoro nel ridisegnare la struttura unitaria di base del Rambler del 1956-1957. A parte la lunghezza del cofano, le griglie, i fanali posteriori e simili, gli Ambassador e i Rambler condividevano lo stesso aspetto squadrato, alleviato solo dalle pinne posteriori in scatola alla moda che sembravano abbastanza modeste rispetto alle ali che spuntavano altrove. Le griglie, tra l’altro, erano pressofuse, non timbrate – più costose ma anche più durevoli.

Articolo molto interessante
1951-1958 Plymouth Belvedere

Tutti i modelli AMC del 1958 erano dotati di quattro porte, ad eccezione dei rinati americani Rambler da 100 pollici a base di ruote. Ambassador – commercializzata come marca separata, non come Rambler – offriva un’unica serie composta da berline e vagoni Cross Country in assetto Super e Custom, oltre a una berlina Cross Country senza colonne e a una berlina Country Club hardtop, entrambe Customs.

La linea Rambler si è trovata di recente suddivisa in Six e Rebel V-8, che comprende berline e vagoni Deluxe, Super e Custom, oltre a sei cilindri Super e otto cilindri Custom Country Clubs.

Come si addice alla sua stazione superiore, l’Ambasciatore portava il nuovo V-8 da 327 pollici cubici di AMC, con una compressione più elevata che aggiungeva 15 cavalli alla cifra del 1957. Il Rambler Sixes è salito di 3 cavalli a 138, mentre il Rebel V-8 da 250 pollici cubici ha ottenuto anche una compressione più stretta ed è passato da una carburazione a due a quattro barili per un guadagno di 25 cavalli a 215.

A safety-minded padded dashboard was on the options list for Ambassador buyers.” ” Nell’elenco delle opzioni per gli acquirenti Ambasciatori era presente un cruscotto imbottito e sicuro. ©2007 Publications International, Ltd.

Per il resto, queste vetture erano molto simili ai prodotti AMC del 1957, anche se non mancavano modifiche tecniche. Per esempio, la GM Hydra-Matic opzionale ha ottenuto il baule in favore della nuova trasmissione a tre velocità “Flight-O-Matic” della Borg-Warner, completa di comandi a pulsante in stile Chrysler (in un pannello in basso a sinistra del volante).

Articolo molto interessante
1966-1967 Cometa Mercurio

Le sospensioni a bobina sono rimaste sostanzialmente invariate, ma gli ammortizzatori posteriori sono stati rivisti, le ruote si sono ridotte di un pollice a 14, e una barra antirollio anteriore è stata resa standard per gli Ambasciatori e opzionale sui Rambler. Il differenziale “Power-Lok” a slittamento limitato era un nuovo extra di 40 dollari, e anche un pacchetto di sicurezza in stile Ford (cruscotto imbottito e parasole) si è aggiunto alla lista degli optional. AMC è entrata anche nella moda delle sospensioni pneumatiche con una configurazione opzionale solo posteriore, anche se pochi acquirenti l’hanno ordinata.

Per conoscere la tecnologia utilizzata nell’Ambasciatore, continuate a leggere nella pagina successiva.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento