1958 Pontiac Chieftain – Ave al Chieftain

Il ’58 di Bob DiNardo è One Wild Mild Ride

Vedi tutte le 9 fotoBill ErdmanphotographerJames MileswriterNov 15, 2006

Si potrebbe dire che le Pontiac sono come le caramelle: non ne hai mai abbastanza. Quindi, non dovrebbe sorprendere che quando si tratta di Chieftain del ’58 di Bob DiNardo e della sua vernice Apricot Brandy, la pensiamo allo stesso modo. Bob è quello che chiameresti un dado certificato Pontiac. Con una collezione che comprende una Bonneville del ’58, un hardtop Chieftain del ’58, una Ventura Tri-Power a quattro velocità del ’61 e un’iscrizione al POCI, il suo garage è pieno fino all’orlo di una berlina a due porte. Ma come ha fatto questa Pontiac ad avere un aspetto così distinto?

Tutto questo è iniziato quando Bob, un abitante di Norwalk, Connecticut, ha deciso che le sue cavalcate con le ossa avevano bisogno di una leggera abitudine a sedersi accanto a loro. Acquistato al basso prezzo di 3.500 dollari (1995), ha contattato Lou Calasibetta all’Old Stillwater Garage per un piccolo remix, in stile “O.S.G.”. Lou e Bob si sono incontrati anni fa, quando c’era da lavorare sulle già citate Pontiac, e da allora sono amici da allora. Così, senza esitazione, la berlina è stata abbandonata. Lasciando il telaio e la carrozzeria collegati – il vecchio capo era in gran forma per la sua età e il suo prezzo – l’equipaggio di Lou ha pulito e verniciato il telaio con DuPont Black Centari.

Dopo aver pulito i pezzi di sospensione originali e sostituito le boccole e gli ammortizzatori con componenti PST, tutto è stato riassemblato, ma non prima di aver tagliato le molle elicoidali per abbassare l’intero pacchetto di 3 pollici. Seduto su ruote di retromarcia cromate 14×8 e avvolto in 205-75R14 Coker Wide Whites, l’abbassamento ha fornito un potente pugno ad un pacchetto dall’aspetto già potente. Nascosto dietro la gomma, i freni a tamburo Chieftain stock ’58 siedono in attesa di una possibilità di rallentare questa bestia. Facendo attenzione a dare anche ad un’installazione originale un vantaggio in più, Lou ha installato un cilindro Wagner a doppio master e una valvola di dosaggio per una maggiore sicurezza. Con un tocco di freni, il posteriore del ’58 si illumina di rosso (grazie a un set di fanali posteriori del ’56 Olds) per far sapere al traffico che Bob sta rallentando. Ma prima che i freni potessero essere messi in funzione, bisognava imparare una nuova lezione di design automobilistico.

Articolo molto interessante
Motorcars uniche 427 Shelby Cobra Replica - Made More Unique

Utilizzando il blocco di stock 370ci, O.S.G. ha ricostruito il motore, alesandolo di 0,030-over per ripulire le pareti del cilindro nel processo. La manovella e le aste di scorta sono state mantenute e rimesse a nuovo, e sono stati installati pistoni e anelli forgiati TRW 0,030-over. L’unica altra deviazione dal magazzino all’interno del motore è una punteria a tazza piatta Comp Cams. La sua macinatura personalizzata è stata tenuta segreta da HPP – ma non di proposito – in quanto la scatola con la scheda della camma è stata gettata via.

Vedi tutte le 9 foto

Quando si è arrivati alla parte superiore, Lou ha dato istruzioni al suo staff di dare ai capi un lavoro di valvola di prestazione. Le parti sono state lavorate e rivestite, poi sono stati utilizzati i bilancieri Federal Mogul, le impronte delle valvole e le valvole. All’estremità superiore c’è un raro collettore Offenhauser a 2-4 barili con doppio Edelbrock 600s che mescola il carburante e l’aria. Protetto con pulitori d’aria N.O.S. Badger, l’aspetto è quello che un passante non dimenticherà. Controllato tramite punti, l’accensione ha visto poco nel modo di aggiornamenti salvare un set di fili Taylor per consegnare il succo alle spine AC Delco. Lo scarico esausto esce da tubi da 2,5 pollici attraverso collettori di riserva, attraverso Flowmaster della stessa dimensione. A sostegno del propulsore, un M22 Rock Crusher a quattro velocità e la frizione Schiefer aiutano a spostare tutta quella potenza verso il differenziale Safe-T-Track 3.08:1 con ingranaggio Safe-T-Track.

Articolo molto interessante
Rinnovo suburbano con un pannello di consegna Chevrolet del 1937

Quando è arrivato il momento di iniziare la carrozzeria, le regole erano semplici: farne una leggera consuetudine. Così Old Stillwater Garage ha rasato le maniglie delle porte e gli emblemi. Spostandosi a destra, hanno messo il naso e messo a terra il Chieftain, hanno aggiunto una bella griglia a tubo personalizzata, hanno lisciato i paraurti e liberato l’antenna. Sistemati i dettagli, si è scelta la vernice e si è preparato il vecchio indiano.

Per aiutare a far apparire la Pontiac così dolce come era, Lou ha personalmente scelto un colore di DuPont chiamato uretano Apricot Brandy, mentre White Pearl è stato usato ovunque. Ma prima che tutto il divertimento potesse iniziare, O.S.G. spruzzò su tre mani di primer DuPont Select e di sabbia di blocco fino a quando la Pontiac non fu dritta a freccia. Poi è arrivato uno strato di sigillante DuPont. Poi la vernice è stata applicata in tre mani, seguita dalla levigatura a umido con carta grana 800. In piedi accanto al marchio DuPont un’ultima volta, Premier Clear è stato applicato quattro volte per un look profondo. Nel regime di levigatura a umido che ne è seguito è stata utilizzata una grana progressivamente più fine, da 1.200 a 1.500-2.000 grane. Una volta completata la verniciatura, l’attenzione si è rivolta all’interno.

Il resto del progetto è stato affidato a Master Upholstery. Utilizzando un mix di vinile White Pearl e Sunset Glow Copper Glow Copper, il materiale è stato sapientemente applicato ai pannelli delle porte e alle panche di stock in un motivo laminato e plissettato.

Articolo molto interessante
1956 Lincoln Continental Mark II - Classe Moore

Ulteriori modifiche includono un cambio di piano Hurst e il Mooneyes tach, mentre rimangono la radio e gli indicatori di fabbrica. Rispetto ad alcune, questa Pontiac può suonare solo a metà, poiché si tratta di un’usanza blanda. Bob dice ad HPP che non solo è fatto, ma non ha altri piani per esso se non partecipare a spettacoli e crociere. “Ho anche comprato un set di punte di campanule per il mio scarico”, dice. “Ma la macchina mi sembra così bella che non riesco a metterle”. Ave al Chieftain!

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento