1959 NASCAR Grand National Recap

This 1961 Oldsmobile Starfire convertible was part of the 1961-66 Oldsmobile Starfire series.

PAGINA SUCCESSIVA

La stagione NASCAR Grand National del 1959 fu piena di emozioni, poiché la primissima Daytona 500 si svolse su una nuova autostrada di 2,5 miglia e mezzo a Daytona Beach. Lo spettacolo del 22 febbraio si è rivelato migliore di una produzione hollywoodiana. Per 500 miglia, senza un solo periodo di attenzione, i migliori macchinari americani hanno combattuto intorno alla nuova Daytona International Speedway in modo vertiginoso. Le velocità erano allarmanti – certamente più veloci di qualsiasi auto di serie e a un soffio dalle velocità massime girate a Indy.

Nelle ultime fasi, la gara si è ridotta a una lotta a tre auto tra la Oldsmobile di Lee Petty, la Thunderbird di Johnny Beauchamp e la Chevy di Joe Weatherly. Il traguardo è stato così vicino che Bill France è intervenuto per annunciare che i risultati erano “non ufficiali” fino a quando tutte le prove disponibili non sono state studiate sotto forma di foto e film. Dopo 61 ore, Lee Petty è stato dichiarato vincitore ufficiale, di circa un piede. Petty ha raggiunto una media di 135,521 mph, 33 mph più veloce di qualsiasi altra gara NASCAR Grand National.

La Daytona 500 è stata un successo elettrico che ha generato più pubblicità di qualsiasi altra gara di stock car fino a quel momento nella storia. Un pubblico di 41.921 spettatori a bordo pista ha assistito alle corse di stock car della NASCAR che stavano per avventurarsi in un nuovo capitolo di velocità ultraveloci. Potete saperne di più su questi eventi e altro ancora nel seguente articolo, dai momenti salienti della stagione alla classifica finale dell’anno, tutti pieni di foto.

1 febbraio 1959: Daytona 500

Sì.
Le sessioni pratiche iniziano sulla nuova Daytona International Speedway in preparazione alla Daytona 500 inaugurale. Gli shakedown vengono effettuati nonostante il guardrail non sia stato completato.

Sì, ma non è stato completato.

Sì.
Galleria immagini NASCAR

.
The banking at Daytona International Speedway was to be the steepest in the country, and it awed many drivers.

Il 31° grado della Daytona International Speedway doveva essere il più ripido del paese, e ha impressionato molti automobilisti. Il pilota modificato Jimmy Thompson ha forse riassunto meglio la situazione quando ha detto: “Ci sono state altre piste che hanno separato gli uomini dai ragazzi. Questa è la pista che separerà i coraggiosi dai deboli dopo che i ragazzi se ne saranno andati. Vedi altre immagini della NASCAR.
22 febbraio 1959

Articolo molto interessante
Come funzionano le tecniche di gioco delle auto da corsa

Sì.
Johnny Beauchamp è segnalato come vincitore della prima Daytona 500 in un fotofinish con Lee Petty. Beauchamp e Petty tagliano il traguardo al traguardo dopo 500 miglia di corsa con la bandiera verde. La maggior parte degli osservatori ritiene che Petty abbia raggiunto il traguardo per primo. Bill France annuncia che i risultati non sono ufficiali e sollecita tutte le foto e i filmati in modo da poter determinare un vincitore decisivo.

Sì.
25 febbraio 1959

Sì.
Lee Petty è ufficialmente dichiarato vincitore della 500 miglia di Daytona 61 ore dopo che la bandiera a scacchi è caduta sulla storica manifestazione. Il presidente della NASCAR Bill France dice che le fotografie e le prove cinematografiche “confermano” che Petty ha vinto la combattuta gara.

Number 99 Shorty Rollins runs just ahead of #98 Marvin Panch in the 100-mile qualifying race for NASCAR Convertibles.

Il numero 99 Shorty Rollins corre davanti al numero 98 Marvin Panch nella gara di qualificazione alle 100 miglia della NASCAR Convertibles. Rollins ha superato Glen Wood nel giro finale e ha vinto la prima gara automobilistica organizzata nel nuovo impianto di Daytona. Panch è arrivato secondo e Lee Petty è arrivato terzo, mentre Wood, vittima di un nuovo fenomeno chiamato “drafting”, è sceso al quarto posto. 29 marzo 1959

Sì.
Junior Johnson vince i 100 metri della Wilson Speedway in North Carolina per la sua prima vittoria della stagione 1959. Meno di un’ora prima della gara, la tribuna di legno prende fuoco e brucia al suolo. Nessuno si infortuna, ma gli 8.000 spettatori devono assistere alla gara mentre sono in piedi lungo il recinto di raccolta.

Sì, ma non ci sono feriti, ma gli 8.000 spettatori devono guardare la gara in piedi lungo la recinzione.

Sì.
2 maggio 1959

Junior Johnson fa rotolare la sua Ford in allenamento, ma guida la macchina frettolosamente riparata verso la vittoria nella gara di 100 miglia della NASCAR Grand National a Hickory Speedway. Johnson finisce due giri prima del secondo classificato Joe Weatherly;
{an8}(N.d.T.: “La macchina è stata riparata in fretta e furia…)
Thirty-eight cars started the NASCAR Grand National 100-mile qualifying race on Friday, Feb. 20. ;br>
Trentotto auto hanno dato il via alla gara di qualificazione NASCAR Grand National di 100 miglia venerdì 20 febbraio. La gara di 40 giri è stata uno sprint aperto fin dall’inizio, con le auto che hanno corso alla massima velocità in una varietà di scanalature. Bob Welborn ha tenuto a bada il fastidioso esordiente Fritz Wilson per vincere la gara di mezza lunghezza. La velocità media di Welborn&apos per i 100 chilometri è stata di 143,198 miglia orarie, che è stato proprio il tempo esatto del più veloce qualificatore Cotton Owens. 17 maggio 1959 ;
{an8}
Tom Pistone, alla guida di una Ford Thunderbird del 1959, ottiene la sua prima vittoria in carriera nella 100 miglia della Trenton Speedway. Il debuttante Bob Burdick, alla sua prima partenza alla NASCAR Grand National, conquista il palo;
{an8}(N.d.T.: “Il giocatore che ha vinto la gara…”)
14 giugno 1959
{an8}
Richard Petty finisce primo nei 100 metri della Lakewood Speedway di Atlanta&apos, ma viene contestato dal secondo classificato, che si dà il caso sia suo padre Lee. Dopo che i funzionari della NASCAR studiano le schede di valutazione, Lee viene ufficialmente dichiarato vincitore con Richard secondo;
{an8}(N.d.T.: “Il secondo posto e’ stato assegnato alla NASCAR”, N.d.T.)
The cars of Weatherly, Petty, and Beauchamp approach the finish line in a three-abreast cluster. {an8} {an8}(N.d.T.)
Le auto di Weatherly, Petty e Beauchamp si avvicinano al traguardo in un cluster a tre pali. Weatherly era due giri indietro e sarebbe arrivato quinto. Petty ha preso il comando a quattro giri dalla fine, ma Beauchamp ha preso un buon pescaggio nella curva finale, ha colto l’opportunità, e ha tirato al fianco di Petty sulla striscia. 4 luglio 1959: Firecracker 250

Fireball Roberts ottiene la sua prima vittoria nella sua città natale guidando una Pontiac alla vittoria nel Firecracker 250 inaugurale al Daytona International Speedway. Roberts supera Joe Weatherly&apos, la Thunderbird convertibile di Joe Weatherly&apos, nell’evento senza precauzioni;
{an8}(N.d.T.: “La Thunderbird convertibile di Joe Weatherly&apos”.)
29 luglio 1959 ;
{an8}[br>
Cerimonie innovative per la nuova Charlotte Motor Speedway si svolgono in un’afosa mattina d’estate. La nuova autostrada sarà costruita da Curtis Turner e Bruton Smith, e la prima gara è prevista per il maggio 1960;
{an8}(*Br&gt.)
1 agosto 1959 ;
{an8}(*Br&gt.)
Ned Jarrett registra la sua prima vittoria alla NASCAR Grand National nella 100 miglia di Myrtle Beach, S.C. Jarrett aveva acquistato l’auto solo un paio di giorni prima con un assegno postdatato che sarebbe stato staccato fino al lunedì dopo la gara;
…e non ha mai ricevuto un assegno..;
Jack Smith's #47 Chevrolet and Richard Petty's Plymouth for the 99-mile NASCAR Grand National race at Hillsboro.;br>
Jack Smith’s #47 Chevrolet e Richard Petty’s Plymouth partono in prima fila per la 99 miglia della NASCAR Grand National race di Hillsboro. E’ stato il primo inizio di carriera in prima fila per il 22enne Petty. Smith ha guidato nelle prime fasi, ma è caduto con un asse rotto. Petty era in seconda posizione negli ultimi giri, quando anche lui si è rotto un asse sullo sterrato sconnesso. E’ comunque arrivato terzo nonostante abbia completato solo 100 dei 110 giri. 7 settembre 1959: Southern 500

Jim Reed cavalca la sua Chevrolet per una grande vittoria nella 10° edizione della Southern 500 annuale a Darlington. Reed regala alla Goodyear Tire & Rubber Co. la sua prima vittoria NASCAR su una super-velocità. Il debuttante Bob Burdick arriva secondo;
…e la sua prima vittoria nella NASCAR..;
25 ottobre 1959 ;
,
Jack Smith vince la finale NASCAR Grand National del 1959 a Concord, N.C., per la sua quarta vittoria della stagione. Invece di accettare un assegno del vincitore di 1.500 dollari, Smith sceglie di portare a casa una nuova Ford del 1960 offerta dal promotore Bruton Smith. Lee Petty conclude il suo terzo campionato con 1.830 punti su Cotton Owens.

Articolo molto interessante
Come funziona la tecnologia dei pneumatici NASCAR

Continua alla pagina successiva per conoscere i risultati completi della stagione NASCAR Grand National del 1959.

Per ulteriori informazioni su tutto ciò che riguarda la NASCAR, vedere:

  • Home Page di NASCAR
  • Ricapitolazioni stagionali NASCAR
  • Tracce NASCAR
  • Risultati NASCAR
  • Driver NASCAR
  • Come funzionano le auto da corsa NASCAR
  • Come funziona la Daytona 500

Lascia un commento