1959 Studebaker – Astute Stude

Vecchia scuola che funziona

Vedi tutte le 8 fotoJeremy CookwriterMar 9, 2004

Per chi non lo sapesse già, il movimento della nostalgia si è evoluto da quello che molti pensavano fosse una moda a una vera e propria rivoluzione. La ricerca di un look old-school è diventata popolare tanto quanto la costruzione di un cabinato di lusso o di un cabinato di lusso e, in molti casi, aggiunge elementi di carattere e di personalizzazione che altrimenti potrebbero sembrare fuori luogo.

Uno degli argomenti contro la costruzione di un camion dall’aspetto tradizionale è che alcune persone trascurano i numerosi aggiornamenti disponibili per lo sterzo, i freni e le sospensioni solo per il gusto di essere fedeli allo stile. Mentre i veicoli di questo tipo esistono (li abbiamo visti tutti agli spettacoli – ci chiediamo se ci sono arrivati con le loro forze), la maggior parte dei camion che incontriamo, per non parlare di tutti i camion di cui disponiamo, hanno avuto gli aggiornamenti necessari. In alcuni casi, quello che sembra essere un camion tradizionale pulito si rivela avere prestazioni e modalità di gestione sufficienti per superare la Camaro o la Mustang locale.

Prendete questa Studebaker del ’59 di Greg Porter, per esempio. Come se una Stude nera come uno specchio, vecchia scuola, non fosse abbastanza impressionante, ma ha le basi e il motore per far correre qualsiasi camion ad alta tecnologia. Greg viene da Greenville, South Carolina, dove gestisce il Body Shop Greg Porter. Ha trovato il camion in un altro negozio con una lamiera decente ma senza motore. Gli piaceva la rotondità della cabina e dei parafanghi e pensava che si sarebbe prestato bene a un progetto vecchio stile. L’affare è stato concluso e il camioncino è stato subito abbattuto fino al telaio nudo.

Articolo molto interessante
2006 Hot Rods of May Up Front

Con l’aiuto di Ronnie Rule, è stato eseguito un intervento chirurgico importante sul telaio Stude stock per portarlo alla pari. Sul davanti, l’intera clip anteriore di una Nova del ’68 è stata innestata, mentre sul retro è stata costruita una nuova clip posteriore in acciaio 2×3. Sono state appese nuove foglie per localizzare il rearend Ford da 9 pollici. Greg si è poi spinto all’estremo e ha aggiunto sia i freni a disco Wilwood che gli ammortizzatori Carrera coilover ad ogni curva. Per un look nostalgico, un set di Astro Supremes è stato accoppiato con i radiali bianchi larghi di Coker nella parte anteriore e con le gomme slick di Diamondback Classics nella parte posteriore.

Mettere il corpo in forma è stato tutto compito di Greg, e anche lui non ha perso tempo. La cabina e il letto sono stati incanalati sul telaio, e il firewall è stato levigato e incassato. Il portellone posteriore è stato saldato e lisciato, e un roll pan costruito su misura è stato modellato al suo posto. Greg ha anche lisciato le estremità del letto e le ha riempite con i fanali posteriori della Ford del ’39. Infine, per un tocco new-school che sembra proprio a casa sulla Stude, è stato innestato nel cofano una paletta per il cofano della Dodge Viper. Greg ha sparato al camion con la Dupont nera e ha posato sul cofano un motivo a fiamma in perla di rame con un gessato bianco. Il logo Studebaker sul portellone posteriore era finito in modo da combaciare. Il camion fu riassemblato con un inserto di griglia Rambler del ’58, un paraurti anteriore Plymouth del ’49, fari Adjure e un pavimento del letto costruito a mano in legno di teak.

Articolo molto interessante
La Chevy Camaro del 1972 di Mike Roth - Quick Car

Il sapore della vecchia scuola è stato davvero portato in vita all’interno del taxi della Stude. Greg ha costruito il cruscotto su misura e gli ha dato, oltre al piantone dello sterzo ididit, anche il trattamento al rame. Il cruscotto è stato riempito con gli indicatori della strumentazione Classic Classic con la faccia bianca e un volante Cal Custom bianco in cima al piantone. Infine, Jack Mahaffey ha cablato il camion prima che Jimmy Rickard di 3 R’s Trim Shop recuperasse i secchi Impala del ’62 in vinile metalflake grigio e bianco e finisse i pannelli delle portiere e dei calci per abbinarli.

Greg e sua moglie Kelly si divertono a far girare il camion nei fine settimana da più di un anno. Il primo spettacolo a cui hanno partecipato per la prima volta è stato il Goodguys Charlotte del 2002, dove la Stude si è portata a casa il premio Cool Commercial. Una cosa è certa: non c’è nemmeno bisogno di vedere il piccolo blocco soffiato, Wilwoods, o coilovers per sapere che questo camion è stato costruito bene, ma se lo fai, saprai che funziona bene come sembra.

Vedi tutte le 8 foto

Greg PorterGreenville, South Carolina1959 StudebakerCHASSISFrame’59 StudebakerModifications’68 Nova clip anteriore, clip posteriore realizzata a mano in acciaio 2×3″ da Ronnie RuleRearend / RatioFord 9″ / 3. 90: 1 PosiSospensione posterioreFoglie ribassate con Carrera coiloversFreno posterioreWilwood discFront suspension’68 Nova con Carrera coiloversFreno anterioreFreno anterioreWilwood discSteering boxAGRFront marca ruota, sizeAstro Supreme, 15x7Ruota posteriore, sizeAstro Supreme, 15x8Ruota anteriore, 15x8Ruota anteriore, sizeCoker Classic P215/70R15R15Ruota posteriore marca, dimensioniDiamondback classici truffatore slicks, 9x27x15Gas tanktainless da Rock ValleyENGINEYear e make’70 ChevyDisplacement383 ciCamshaftSchneiderHeadscast ferro Coperture valvolaSpeedwayManifold / Induzione

Articolo molto interessante
13 auto di seconda generazione costruite con parti di Junkyard - Il vecchio di San Diego

Accensione / FilatiMSD / TaylorHeadersDynatechExhaust / Silenziatori3. 5″ senza silenziatori da proprietarioTRANSMISSIONMISSIONMake e modelChevy 350 TurboModificationsTCI converter, shift kit di Stegall’sShifterLokarBODYBody style / Materialpickup / steelManufacturerStudebakerFenders front / rearsteelModificationschanneled, shaved and smoothed, firewall incassatoCappelli lisciati e in forma con ’01 Viper scoopGrille’58 RamblerBedchanneled 3″, portellone posteriore e pannello posteriore modellato, ’39 fanali posteriori Ford in pannello personalizzato, pavimento del letto in legno di teakBodywork and Paint byownerPaint type / ColorDupont / nero con cruscotto in rame perlato e fiamme del cofano, strisce bianche da parte del proprietarioFari /

Taillightstri-bar / ’39 FordBumpers’49 Plymouth / custom roll panINTERIORDashboardcustom-costruito dal proprietarioGaugesClassic Instruments white faceWiring bycustom by Jack MahaffeyAir conditioningnoneSteering wheelCal CustomSteats’62 ImpalaMaterial / ColorZodiac metalflake / white and charcoalCarpetblackStereononeShow All

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento