1960-1969 Cadillac

A more elegant, cleaner design marked the 1960s Cadillacs. Pictured here is a 1960 Cadillac Eldorado Biarritz. See more pictures of the 1960-1969 Cadillac. Un design più elegante e più pulito ha segnato la Cadillac degli anni ’60. Nella foto è raffigurata una Cadillac Eldorado Biarritz del 1960. Vedi altre immagini della Cadillac del 1960-1969 .

La Cadillac ha esteso il suo successo degli anni Cinquanta ad altezze da record negli anni Sessanta. Anche se Lincoln e Imperial erano rivali più forti in questi anni di quanto lo fossero stati negli anni ’50, nessuno dei due poteva eguagliare il cachet del marchio Cadillac, l’ampia linea di modelli o l’astuto marketing.

Aggiungete uno stile progressivamente più pulito, nuove caratteristiche di praticità e un nuovo audace Eldorado, e non c’è da meravigliarsi che la Cadillac sia rimasta la preferita d’America nel lusso per tutti gli anni Sessanta. Ha anche contribuito a far sì che l’economia nazionale si riprendesse fortemente dalla “Recessione Eisenhower” del 1957-60.

Dopo il sgargiante razzo del 1959, le Cadillac del 1960 furono salutate come un segno di benvenuto che le teste più sane stavano prevalendo alla gigantesca General Motors. Queste auto erano solo un lifting del design del ’59, ma erano probabilmente più eleganti con le loro griglie più pulite e, in un’inversione di rotta per la Cadillac, abbassavano le pinne posteriori.

Le offerte del modello Cadillac del 1960 sono rimaste le stesse. Così come i prezzi, che vanno da 4.892 dollari per la coupé hardtop serie 62 a 9.748 dollari per la grande limousine serie 75. Anche le specifiche meccaniche sono rimaste invariate.

La Cadillac si era classificata al nono posto nella produzione dell’anno modello statunitense per il 1956-57, per poi scendere al decimo posto, dove sarebbe rimasta fino al 1964. Tuttavia, è stata una scelta impressionante per una produzione di lusso.

Per il 1961 è arrivato un altro nuovo corpo C della GM per la Cadillac più pulita degli ultimi anni. Questo rifletteva l’influenza di Bill Mitchell, che preferiva un look più cesellato e meno cromato rispetto alla Harley Earl. La griglia fu ridotta a una modesta griglia, e i parabrezza avvolti furono abbandonati (tranne che sulla Serie 75, che avrebbe mantenuto i loro corpi D esistenti fino al ’66). La Eldorado Seville hardtop coupé e la berlina Brougham sparirono per mancanza di vendite, mentre la Biarritz convertibile fu declassata allo stesso V-8 da 325 cavalli degli altri modelli.

The 1962 Cadillac Series 62 hardtop sported lower fins and less chrome than earlier versions.” ” La Cadillac Serie 62 hardtop del 1962 presentava alette inferiori e meno cromo rispetto alle versioni precedenti.

La GM si stabilì in un solco stilistico sotto Mitchell, quindi le Cadillac del 1962 erano fondamentalmente degli anni ’61. Le pinne sono state abbassate di nuovo, le luci di curva del parafango anteriore sono apparse come una nuova opzione, e le luci di backup/giro/arresto sono state combinate dietro una singola lente bianca per un aspetto ultra-tidy. Le berline a quattro finestrini ricevettero linee del tetto più ortodosse, ma includevano ancora un paio di varianti a corto ponte, ora chiamate Town Sedan della Serie 62 e De Ville Park Avenue. Anticipando i futuri requisiti federali, c’era un nuovo sistema frenante “di sicurezza” con doppio cilindro maestro e linee idrauliche anteriori e posteriori separate. La produzione dell’anno del modello è salita a quasi 161.000 unità, con un incremento di circa 23.000 unità rispetto al ’61.

Articolo molto interessante
Chiaramente dimensionati tra le compatte di facciata dell'anno e i nuovissimi "standard", hanno dato a Plymouth e Dodge l'accesso immediato alla classe intermedia che poi è spuntata a Detroit. Sì. Costruite sulla piattaforma del corpo B della Chrysler, entrambe sono state completamente rinnovate nel 1966. Anche se molto più attraenti, riflettevano ancora la filosofia stilistica del vicepresidente Elwood Engel. Engel prediligeva le auto che in pianta "riempivano il rettangolo", imponendo fiancate dritte e frontali e posteriori a tutta larghezza. Il guaio è che nel 1966 anche Pontiac e Ford hanno rinnovato i loro intermedi. I loro stilisti impiegarono forme molto più sinuose. Ancora una volta, la Pontiac ha aperto la strada con le sue LeMans/GTO con fari impilati verticalmente e fiancate ondulate che hanno ripreso le voluttuose forme "Coca-Cola-bottiglia" introdotte sulle Pontiac a grandezza naturale un anno prima. Sì.Un altro tocco originale sui tetti rigidi a due porte e sulle coupé è stato il caratteristico tetto a "contrafforte volante" con la sua retroilluminazione incassata. Anche la Ford Fairlane rimodellata non è stata una passeggiata nel settore dell'estetica. Così, anche se il Coronet lineare e il Belvedere erano tutti nuovi, erano stilisticamente datati non appena entrati negli showroom. Per ulteriori immagini e articoli sulle grandi auto, vedere: Auto d'epocaMuscle CarsAuto sportiveGuida per il consumatore AutomotiveGuida del consumatore Ricerca auto usate

Importanti modifiche al motore, con il risultato di una guida ancora più fluida e silenziosa, erano alla spina dorsale della Cadillac del 1963. I modelli del 1963 e del 1964 sono discussi in seguito.

Per ulteriori informazioni sulla Cadillac, vedere:

  • Cadillac: Imparate la storia della più importante auto di lusso d’America, dai classici degli anni ’30 ai più recenti modelli Cadillac di oggi.
  • Guida per il consumatore Recensioni e prezzi delle nuove auto: Risultati dei test su strada, foto, specifiche e prezzi per le Cadillac 2007 e centinaia di altre auto nuove, camion, minivan e SUV.
  • 1950-1959 Cadillac: Cadillac simboleggia l’ottimismo di un’America spavalda con pinne posteriori svettanti e glamour dell’era Elvis.
  • 1970-1979 Cadillac: Guardate come Cadillac ha mantenuto la sua posizione sul mercato dei prodotti di fascia alta cambiando radicalmente le richieste dei consumatori.

Lascia un commento