1960 Mercurio

The 1960 Mercury Park Lane Sedan came in both ragtop and convertible models. See more classic car pictures. La berlina Mercury Park Lane Sedan del 1960 era disponibile sia in versione stracciona che convertibile. Vedi altro immagini di auto d’epoca . ©Bull-Dozer

La Mercury del 1960 era una presenza più tranquilla rispetto ai modelli precedenti, più audaci. I modelli di Mercurio della fine degli anni Cinquanta potevano far gridare di orrore un’anima sensibile. Ricordate oggi come vere e proprie icone del loro tempo, le grandi barche erano cariche di cromo, con angoli taglienti e scolpiti, e i parabrezza così fortemente curvati da sfidare l’immaginazione – tutto ciò, in breve, che significava eccesso.

Galleria di immagini di auto d’epoca

Certo, le vendite sono diminuite nel 1958 – l’anno di quello che molti considerano il Mercurio più eccessivo di tutti, e un anno difficile per il settore. Sì, ne sono state vendute meno nel 1959, quando il Mercury ha mostrato un aspetto un po’ meno disordinato – ma ha aggiunto anche più centimetri. Ciononostante, migliaia di americani si sono presi a cuore questi Mercury in eccesso e li hanno portati a casa con entusiasmo; così come migliaia di altri sono stati felicissimi di acquistare l’ultima Edsel.

Ciò che sembra orribile in retrospettiva, naturalmente, non sembrava così brutto all’epoca – almeno nella mente di molti automobilisti della classe media. E oggi, molti collezionisti bramano i più lampanti esempi di overstyling americano.

Mercurio non era l’unico a soddisfare gusti discutibili, per essere sicuri; molte marche erano relativamente barocche. A seconda dei gusti, Mercurio era il migliore o il peggiore esempio del lotto. Se non altro, erano unici, con un’identità innegabile.

Articolo molto interessante
1949-1955 Rolls-Royce Silver Dawn

Nel complesso, il lifting di Mercurio del 1960 è stato un miglioramento, con meno decorazioni cromate e linee arrotondate che ammorbidiscono i vecchi spigoli vivi, anche se le forme e le linee del tetto di base sono rimaste.

I sottili fanali posteriori verticali racchiusi all’interno dei paraurti verticali hanno sostituito le enormi lenti triangolari del 1959, e anche se le pinne vestigiali erano riconoscibili sopra, hanno reso l’atteggiamento più sottile. I fari quadrupli si spostarono verso il basso nella nuova griglia concava, conferendo alla parte anteriore un’impostazione meno immensa e a forma di blocco. Sia i parabrezza che i retroilluminati mostravano ancora una volta curve composte sorprendenti.

Proseguendo su un passo di 126 pollici, le Mercury del 1960 erano auto di grandi dimensioni, offerte su tre livelli. Montereys trasportava un 312-cid V-8 (383-cid opzionale), mentre la più costosa Montclair e la più sofisticata Park Lane rimasero con il loro 430-cid V-8 di derivazione Lincoln, ridotto a 310 CV dalla precedente 345, grazie alla compressione ridotta. La riduzione della potenza fu una sorpresa dopo la corsa dei cavalli degli anni Cinquanta, ma fu innescata dalla grave recessione del 1958.

Anche per l’economia, gli assali 2,71:1 e 2,91:1 erano disponibili con il motore 383- o 430-cid. Tuttavia, con 460 libbre/piedi di coppia alla spina, il 430 V-8 rimaneva una macchina potente. Non c’era bisogno di temere, in ogni caso: in breve tempo, le cifre dei CV sarebbero aumentate di nuovo.

Articolo molto interessante
1960-1969 Volkswagen Maggiolino

Maggiori dettagli sulle differenze tra il Mercury Monterey del 1960, Montclair e Park Lane nella pagina successiva.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento