1961-1963 Pontiac Tempest

For a time, it was expected Pontiac's compact car would be a variation of the air-cooled, rear-engine Chevy Corvair. This mockup from April 6, 1959, wears the name Ventura; Polaris was also considered. See more classic car pictures. Per un certo periodo, ci si aspettava che la compatta della Pontiac fosse una variante del motore posteriore raffreddato ad aria Chevy Corvair. Questo modello del 6 aprile 1959 porta il nome Ventura; anche la Polaris è stata presa in considerazione. Vedi più immagini di auto d’epoca . ©2007 Publications International Ltd.

Nello spazio tra l’ortodossia della Ford Falcon e il non tradizionalismo della Chevrolet Corvair, Pontiac si è imposta sul proprio territorio quando ha creato la compatta Pontiac Tempest del 1961-1963.

Con il successo consolidato della Volkswagen in America e la recessione economica del 1958, le tre grandi case automobilistiche americane hanno iniziato a pensare oltre il credo di “più lungo, più basso, più ampio” per sviluppare auto compatte per soddisfare le richieste di questo mercato in piena espansione. Mentre la risposta della Ford all’appello, la Falcon del 1960, fu il travolgente successo di vendite, anche la Valiant della Chrysler fu molto popolare, grazie al suo stile di influenza europea e al robusto motore Slant Six. Anche la Studebaker e la AMC erano in gioco, e lo erano state prima che una qualsiasi delle Tre Grandi portasse sul mercato i loro veicoli ridimensionati.

Galleria di immagini di auto d’epoca

General Motors offriva la linea più diversificata di auto compatte, dalla radicale Corvair del 1960 a motore posteriore alla Chevy II completamente convenzionale che debuttò due anni dopo. Tra queste due Chevrolet, in termini di cronologia e tecnologia, c’erano le compatte “B-O-P”: Buick Special, Oldsmobile F-85 e Pontiac Tempest.

Articolo molto interessante
Ferrari 410 Superamerica

Le terzine fraterne erano basate su una piattaforma di 112 pollici a base di ruote con una costruzione unitaria e lo stesso corpo di base Fisher. Meccanicamente, però, c’erano differenze significative tra di loro. Senza dubbio, la Tempest presentava la trasmissione più insolita del trio, uno dei sistemi tecnologicamente più avanzati offerti in un’auto americana fino a quel momento.

La storia dietro lo sviluppo della Tempesta è una storia di sfida divisionale e di innovazione consapevole dei costi. Forse la motivazione più forte per il suo sviluppo è stata la Corvair, o più specificamente il desiderio di Pontiac di non ottenere una versione con il badge.

La direzione aziendale stava cercando di estendere il raggio d’azione della piattaforma ad altre divisioni, aumentando il volume delle vendite per compensare i costi di sviluppo dell’unica compatta a motore posteriore. La scelta più logica è stata quella di Pontiac, che è stata la prossima della Chevrolet nella linea GM, ma Oldsmobile e Buick sono state prese in considerazione anche per le loro versioni.

Il direttore generale di Pontiac dell’epoca, Semon E. “Bunkie” Knudsen, non voleva un Corvair tartassato (da chiamarsi Polaris) come Pontiac. In un’intervista del 1994 a Thomas A. DeMauro, allora redattore tecnico della rivista High Performance Pontiac, Knudsen ne spiegò il motivo: “Prima di tutto, se un concessionario dice alla gente che si tratta di un design nuovo e più avanzato, come giustificherà il venditore i tradizionali schemi di trasmissione che si trovano nelle altre linee di Pontiac? Secondo, la Corvair è un’auto a motore posteriore raffreddata ad aria. Come posso renderla diversa? Non c’è una calandra da rinnovare e il motore non può essere sostituito con un propulsore Pontiac. Quindi, come giustifico i 500-1.000 dollari in più aggiunti al prezzo per venderla con una targa Pontiac?

Articolo molto interessante
1965-1966 Plymouth Sport Fury e VIP

Anche se la Pontiac sapeva quello che non voleva fare, doveva scegliere una direzione per la sua nuova compatta. Nella pagina successiva, scoprite come John Z. DeLorean ha contribuito a plasmare la Pontiac Tempest.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Ricerca auto nuove
  • Ricerca auto usate

Lascia un commento