1961 Ford Starliner – Un lungo periodo di lavoro

Ron Reitenback ha trascorso una “vita” in attesa del suo Starliner dei sogni

Vedi tutte e 4 le fotoRandy LorentzenphotographerBrian BrennanwriterFeb 17, 2014

Solo i fatti

Anno: 1961

Marca: Ford

Modello: Starliner

Proprietario: Ron Reitenbach

Stato: California

La storia mi è familiare. “Voglio la macchina che avevo quando ero giovane”. Molti appassionati di roding, a un certo punto della loro “carriera di roditori”, vogliono l’auto che avevano una volta o un’auto che vorrebbero avere. In entrambi i casi, entrambi i sogni riportano a galla un sacco di bei ricordi. Fa parte di ciò che rende il roding così divertente, puoi averlo a modo tuo, proprio come il tuo hamburger preferito.

Ron Reitenbach del lago di Isabella, California, ricorda il periodo in cui aveva appena acquistato una Ford Starliner nuova di zecca del 1961 da un concessionario e per i successivi otto anni lui e Judy, la sua futura moglie, ci hanno girato intorno, tra appuntamenti, fidanzamenti, matrimoni, fuori dalla porta del ricevimento per andare in luna di miele, e la famiglia. Questa è storia!

Un’altra storia che molti hanno sentito è quella di sbarazzarsi di un’auto perché la famiglia e la vita hanno portato dei cambiamenti; cambiamenti che dovevano accadere per far andare avanti la nuova famiglia. Ron ha venduto lo Starliner ma non ha mai dimenticato i bei tempi in una grande macchina. Dal modello A alla Chevrolet del 1951, Ron ha passato molto tempo in giro per le auto, ma ha sempre saputo dov’era il suo vero amore per l’auto, cioè l’auto! Passarono anni, diciamo decenni, e Ron si rese conto di avere ancora una passione per lo Starliner del 1961 e se il tempo e il luogo fossero sorti, avrebbe avuto di nuovo la sua auto preferita.

La vita continua e ben presto Ron si ritrova in preda al ritiro e ripensa alla macchina che aveva quando aveva 20 anni e desiderava tutto da capo. Suo fratello Bill, nel tentativo di aiutare il fratello a realizzare il suo sogno, trova un candidato perfetto in Nuova Scozia, Canada, e lo fa spedire nella sua nuova casa.

Nel mondo dell’hot rod building, tre anni per eseguire una ricostruzione a telaio di un progetto degli anni ’60 non sono lunghi. Ron, lavorando con suo figlio Randy, che ha fatto gran parte della costruzione e ha aiutato a modificare il progetto, sono stati tre anni di desiderio e di speranza, insieme a dosi abbondanti di buono e non buono, ma alla fine la perseveranza ha dato i suoi frutti, dando vita a un progetto che ha fatto lievitare il budget e che è tutto ciò che Ron aveva desiderato.

Il telaio è basato su un Galaxie di serie con passo da 118 pollici levigato a terra, seguito da una verniciatura a polvere. CRC Transmissions ha ricostruito la Ford 9 pollici rearend, non c’è da stupirsi, ma ora è dotato di 4,11 marce, un Detroit Locker, e assi a 32 scanalature; un serio rearend per fare lo scooter Ford full-size. Le barre Traction Masters, la barra di oscillazione da 3/4 di pollice e gli ammortizzatori Monroe sono a loro agio anche sulla 9 pollici, insieme ai freni a tamburo Ford da 12 pollici. (A un certo punto in futuro i tamburi potrebbero essere sostituiti da dischi, secondo Ron). L’IFS è praticamente la Ford del 1961, ora equipaggiata con fuseruole da 2 pollici a caduta, ammortizzatori Monroe, rotori da 11 pollici sormontati da freni a disco, azionati da una valvola dosatrice Wilwood e da un cilindro maestro. Lo sterzo è la scatola Saginaw che passa attraverso il piantone dello sterzo e il volante della fabbrica. Agli angoli ci sono le ruote Boss Motorsports che misurano 20×8 davanti e 20×10 dietro, tutte calzate con le misure di gomma Hankook a 245/45ZR20 davanti e 255/45ZR20 dietro.

Il cavallo di battaglia della Ford V-8 alla fine degli anni ’50 fino alla metà degli anni ’70 era la FE. (Introdotto da Ford nel 1958 per la Edsel misurava 332 cubi, e nel 1965 disponibile nei camion Ford a 351 cubi. La designazione della lettera “FE” è spesso scritta come riferimento “Ford-Edsel”, anche se ancora aperta all’interpretazione). Ron ha arruolato Jim Grubbs Motor Sports (Valencia, CA) per ricostruire e modernizzare il V-8. L’attuale FE sfoggia ancora i suoi 390 cubi originali, 401 CV e 425 libbre-ft di coppia. Il pezzo di coronamento di attrezzature di velocità su questo FE è l’originale fabbrica tre-deuce setup basato su Holley due barili. È impressionante e reattivo, il che lo rende ideale per una hot rod guidata dalla strada. (OK, può anche non avere la guidabilità di un moderno EFI, ma il “fattore freddo” è fuori scala!) I gas esausti vengono fatti uscire attraverso un sistema di scarico Morris Muffler fab’d basato su tubi da 2-1/2 pollici che passano attraverso i silenziatori della serie 45 Flowmaster. Un sistema a serpentina March Performance è adattato al V-8 d’epoca, fornendo il necessario “succo”, il servofreno e lo sterzo, e l’alimentazione A/C.

C’è stata una leggera rasatura con la rimozione di diversi distintivi; “Ford” dal cofano, “Starliner” dai parafanghi anteriori, e “Galaxie” dal decklid, insieme al cilindro della serratura a chiave. Da qui altri tocchi includono la lucidatura, la placcatura da parte della DMP Enterprises (Chatsworth, CA), e l’indirizzamento di tutto il lavoro luminoso in tutta l’auto. Il tocco finale è stato dato dalla vernice Chesapeake Blue del paramotore (colore originale per uno Starliner del 1961) applicata da Chino’z Auto Body (Canoga Park, CA) sulla propria carrozzeria e su quella del figlio di Ron, Randy.

La panchina di serie che si trova davanti e dietro è rivestita di vinile e stoffa in un blu tricolore che si sarebbe trovato in una Ford dell’epoca. Il cruscotto di fabbrica conserva i calibri originali ma è stato completamente ricostruito e allestito per un uso moderno da Redline. La radio della fabbrica è stata ricostruita dalla Vintage Radio Restoration. Da qui un Vibrasonic degli anni ’60 è stato accoppiato alla radio della fabbrica con questa installazione gestita da Ron e Randy. Hanno anche usato un kit EZ Wire per gestire l’impianto elettrico dell’auto.

Come scritto in precedenza tre anni non è un tempo lungo da passare a costruire l’auto dei vostri sogni, ma aspettare più di 40 anni per iniziare lo è. Una cosa è certa: Tutte cose buone nel tempo.

Vedi tutte e 4 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento