1962 Nash Rambler Wagon – Slambler

In che altro modo chiameresti un vagone di Rambler del ’62?

Vedi tutte e 4 le fotoDamon LeewriterMar 1, 2006

Non si dimentica mai la prima macchina. E se sei fortunato, la tua prima auto è bella, divertente, veloce, o almeno abbastanza interessante da meritare di essere ricordata.

La prima auto di Scotty Gray è stata una Rambler. Non era esattamente il set di ruote più sexy alla fine degli anni ’50 o all’inizio degli anni ’60, ma è il tipo di auto che si è guadagnata una rispettabilità stravagante e stravagante nel corso degli anni. Scotty ricorda con affetto che un giorno ha notato una Rambler Wagon del ’62 mentre visitava il Rockwall di Richard Stokes, Texas, negozio Stoked-Out Specialties (www.stokedoutspecialties.com). Nelle settimane successive ha tenuto d’occhio la macchina.

“Ho assistito alla trasformazione da un carro pulito a un’auto portata al livello successivo”, dice Scotty. Quella trasformazione ha incluso l’installazione di un IFS di Heidt, un rearend S-10 dell’86 con bracci di controllo in stile ladder bar, e molle ad aria Air Ride Technologies ad ogni angolo. Il telaio rinnovato è stato anche trattato con freni a disco anteriori Wilwood, una colonna d’inclinazione ididit e ruote Vintec Billet Specialties (18×8 e 20×8) avvolte in gomma Nitto

.
Vedi tutte e 4 le foto

Il corpo del Rambler era abbastanza pulito e insolito da essere rimasto essenzialmente stock e dipingeva un caratteristico Standox Cyber Green con un top Cool White. A quel punto, Scotty non riusciva più a contenersi e fece un accordo per acquistare il tettuccio compatto per sua moglie Nancy. Ma prima voleva che la Stoked-Out Specialties fosse un po’ più raffinata per rendere l’auto un po’ più raffinata e di suo gradimento.

Il processo di messa a punto ha incluso la lisciatura del firewall, la costruzione di parafanghi interni personalizzati e l’approfondimento dei dettagli del motore e del suo compartimento. All’interno, il cruscotto è stato analogamente lisciato, verniciato e poi riempito con quadranti Classic Instruments e prese d’aria Phipps per il sistema Hot Rod Air. I sedili a secchiello di ultimo modello, la console personalizzata e i nuovi pannelli delle portiere erano tutti avvolti in Ultraleather color pecan. Le immagini dei surfisti cucite sui sedili anteriori e dipinte sul filtro dell’aria sono state arricchite da una vera tavola da surf nelle settimane successive al nostro servizio fotografico.

“Quest’auto è stata una vera gioia per me e Nancy possederla”, dice Scotty. “L’attenzione che riceve è davvero incredibile”. In altre parole, è un’auto piccola ma di grande appeal, una classica compatta in grado di generare sorrisi agli spettacoli, di trasportare il culo sull’autostrada e di portare a casa la spesa. È il tipo di auto che è facile da ricordare, anche se non è la prima.

Vedi tutte e 4 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento