1962 Pontiac Grand Prix – La mia Pontiac ed io

Questo Grand Prix del ’62 ha insegnato al suo proprietario molto sul restauro, e i risultati parlano da soli

Vedi tutte e 4 le fotoShelly StuckwriterMike StuckwriterJan 13, 2011

Mike e Shelly Stuck, St. Charles, MO

Mia moglie, Shelly, ed io siamo i proprietari molto orgogliosi di questo Gran Premio Pontiac del ’62. Sono sempre stato un appassionato di Pontiac, avendo posseduto una Firebird Esprit del ’77, una Grand Am dell’89 con motore Quad-4 e una Bonneville del ’95.

Abbiamo acquistato la nostra Pontiac più recente da un amico nel 2005. Era in buone condizioni generali, ma mancavano il fermaglio anteriore, il motore e la trasmissione. Non c’era molta ruggine nelle zone abituali e il telaio era solido, ma c’era una piega sul lato del guidatore tra la porta e il passaruota posteriore. Nell’accordo erano inclusi un cofano NOS e il pannello di toppa per la piega.

Ho iniziato il restauro del body-off nel mio garage e ho fatto molto da solo. Questo è stato il mio primo restauro; ho imparato molto durante il processo, compresa la pazienza. Ho dovuto fabbricare alcune cose e saldare il patch panel (il mio primo lavoro di saldatura). Per mia fortuna, mio suocero è un attrezzista; era lì per insegnarmi le corde. Durante il processo, ho anche imparato a fare i cablaggi per auto, la carrozzeria, la vernice, la tappezzeria e il fatto che le cose non vanno sempre come dovrebbero. A volte i compiti più semplici richiedono più tempo.

Articolo molto interessante
Barbari al cancello - 2004 Concorrenti del concorso Engine Masters

Tutto sulla vettura è nuovo, NOS, o ricostruito, con l’eccezione di alcuni elementi di fissaggio speciali, che sono stati media-blaccati e/o verniciati. Ho acquistato pezzi di ricambio da tutto il paese, dato che non ci sono molte fonti di ricambi per questa Big-Car. Il parafango del passeggero era del Michigan, il parafango del guidatore e un’auto di ricambio venivano dal Texas, e ho comprato molte parti da eBay.

Il nostro GP del primo anno ha una ricostruita ’69 400 annoiata 0,030 oltre, la riproduzione di collettori di scarico a lungo raggio di RARE, una Tri-Power del ’66 completamente ricostruita dal membro locale del club di Pontiac Jon Havens, una Turbo 400 ricostruita da Accurate Transmissions ad Arnold, Missouri, e una 3.42 Safe-T-Track che è stata assemblata con tutti i nuovi componenti dall’amico Mike Schiele.

Ho installato un nuovo moltiplicatore di potenza a doppio diaframma da 8 pollici e un cilindro maestro, tutti i nuovi ammortizzatori e molle, nonché i freni e i tubi del carburante in acciaio inossidabile. Ho aggiunto l’aria condizionata di fabbrica, le famose ruote della Pontiac 8-Lug e alcune altre opzioni che l’auto non aveva in origine (luce del bagagliaio, cinture di sicurezza e doppi specchietti parafango). Tutti i vetri e i telai sono nuovi. L’interno è stato completamente rifatto con uno strato di Dynamat, seguito da una nuova moquette, tappezzeria dei sedili, ferramenta per le portiere, pannelli delle portiere, rivestimento del tetto e visiere.

Articolo molto interessante
Come "Flat-Paint" una Project Car - Come "Flat-Paint" una Badass Car - Progetto E-Rod Z28

La scelta del colore esterno è non-Pontiac: Patriot Blue e Sophia White in cima per abbinarsi all’interno. Il mio Grand Prix è sempre coperto e in garage quando non lo guidiamo. Ci piace andare ai saloni dell’auto e alle crociere, e guidarla in giro per la città. Gli sguardi e i pollici in su che riceviamo ci danno una sensazione meravigliosa.

Sono molto orgoglioso del mio risultato e soddisfatto dell’esito del mio primo restauro di body off.

Vedi tutte e 4 le foto

Il mio lettore di Pontiac ed io facciamo esperienza con le loro Pontiac con le loro stesse parole. Per essere presi in considerazione per la pubblicazione, inviate diverse foto a colori di alta qualità (ogni foto deve essere più grande di 1 megabyte in formato JPG – nessun altro formato, per favore), la vostra storia Pontiac (dattilografata, circa 500 parole), il vostro nome, indirizzo e numero di telefono a:

Rivista ad alte prestazioni Pontiac Magazine

La mia Pontiac e me

c/o Christopher Phillip

9036 Brittany Way

Tampa, FL 33619

oppure christopher.phillip@sorc.com

Nota bene: HPP paga $50 se la tua storia viene stampata. Sarà necessario un liberatorio per il contratto e un W-9 con il tuo numero di previdenza sociale.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2011\01\hppp-1103-01-1962-pontiac-grand-prix.jpg

Lascia un commento