1963, 1964, 1965 Ford Falcon Futura Sprint

The 1963-1965 Ford Falcon Futura Sprint had a more chiseled, square look than its previous versions. See more classic car pictures. La Ford Falcon Futura Sprint del 1963-1965 aveva un aspetto più squadrato e squadrato rispetto alle versioni precedenti. Vedi più immagini di auto d’epoca . ©2007 Publications International, Ltd.

I modelli Ford Falcon Futura Sprint del 1963-1965 hanno rappresentato un’evoluzione nell’approccio progettuale della Ford per un breve periodo di anni, e pochi avrebbero pensato alle prime Falcon, al debutto per il modellismo del 1960, come automobili che entusiasmano.

Galleria di immagini di auto d’epoca

La loro missione era il trasporto pratico, e alcuni li hanno persino proclamati come moderni successori dell’eterno modello A Ford. Altri hanno avuto un’opinione più debole, marchiando i Falcons come esempi paradigmatici dell’automobile usa e getta di breve durata.

L’apparizione del Futura a due porte nel 1962, con tanto di sedili a secchiello, suscitò solo una fitta di interesse tra il set sportivo. Ma solo una fitta. Dopotutto, le Falcon erano alimentate da un minimo di 144-cid sei: facili da riparare, abbastanza affidabili, ma anemiche quando si preme il pedale, soprattutto se equipaggiate con una Fordomatic a due velocità.

L’aggiornamento al più grande 170-cid sei con i suoi 101 cavalli non ha portato ad un grande miglioramento. I falchi cavalcavano piacevolmente ed erano sorprendentemente spaziosi all’interno – ma raramente davano emozioni.

Poi venne il 1963, e due grandi cambiamenti: arrivo di una bella piccola Falcon Futura convertibile, accompagnata dall’installazione di un motore V-8 nella serie Sprint aggiunto a metà anno. Si rende disponibile anche una coupé Sprint hardtop, che indossava abbastanza bene la carrozzeria arrotondata della Falcon, con la sua griglia a barra orizzontale rinnovata.

Articolo molto interessante
1941-1942 Willys Americar

Il primo dei V-8 è stato un piccolo blocco “Challenger” da 260 cavalli di cilindrata, con una potenza di 164 cavalli. Solo alla fine del 1964 ne arrivò uno più grande di 289, con una potenza di sollevamento fino a 200 CV. L’imbottitura di un V-8 dava ai Falcons un impulso alle prestazioni di cui avevano bisogno, ma senza perdere gran parte del risparmio di carburante per il quale erano diventati famosi.

Gli sprint avevano un assetto speciale, che comprendeva una paletta del cofano simulata, sedili a secchio accanto a una console e una strumentazione completa – compreso un contagiri da 6.000 giri/min. montato in cima al cruscotto.l’assetto in vinile simile alla pelle era disponibile in cinque colori, mentre i copriruota simulati in filo metallico e un volante di tipo sportivo completavano il pacchetto. Il cambio al suolo a quattro velocità si è rivelato più piacevole del consueto cambio a colonna a tre velocità di Falcon.

L’auto e il pilota hanno corso un primo V-8 Sprint attraverso i suoi passi, andando a 60 in un tempo relativamente piacevole di 12,1 secondi. Un quarto di miglio di corsa (in senso figurato) ha richiesto 18 secondi, con lo Sprint che ha raggiunto le 73 miglia orarie. Motor Trend è stato più veloce, facendo il viaggio a 60 miglia all’ora in 10,9 secondi.

In termini di muscle-car, non c’era niente di cui entusiasmarsi qui; ma per un Falcon, questo era un viaggio molto veloce.

Articolo molto interessante
Ferrari 288 GTO

Continua a leggere per saperne di più sull’eventuale successo della Ford Falcon Futura Sprint del 1963-1965.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento