1963 Dodge 426 Ramcharger

La Dodge 426 Ramcharger del 1963 fu la risposta impulsiva di Chrysler all’escalation della guerra dei pollici cubici. Conosciuta come Ramcharger e immodestamente bollata come la “centrale elettrica più performante da una linea di produzione”, questo modello Max Wedge fu il passo successivo rispetto alla 413 V-8 del 1962.

1963 Dodge 426 Ramcharger

La superpotente Dodge 426 Ramcharger del 1963 era

una dura contendente tra le muscle car.

La ricerca di Chrysler di cavalli bruti ha portato più cambiamenti che un semplice aumento di cilindrata, tuttavia. In sostanza, il 426 Ramcharger di Dodge era un 413 V-8, annoiato da 4,19 a 4,25 pollici, pensava che l’ex corsa da 3,75 pollici fosse stata mantenuta. E ad eccezione di un cambio di colore dalla vernice turchese sulla 413 alla Race Hemi Orange sulla 426, i due motori sembravano identici.

Ma ci sono stati molti seri cambiamenti sotto la superficie, tra cui le teste dei cilindri a grande porta, un albero a gomiti in acciaio forgiato, bielle in acciaio forgiato, bielle con bulloni ad alta resistenza e pistoni in alluminio forgiato ad alta compressione.

Ogni asta è stata ispezionata con il magnaflux per rilevare eventuali incrinature o imperfezioni. Sono stati utilizzati sollevatori meccanici (solidi) e un treno di valvole per impieghi gravosi ha tenuto molle e fermi più rigidi per prevenire il “galleggiamento” della valvola ad alta velocità. Chrysler ha detto che il treno valvole era stabile a 6500 giri/min.

Per facilitare il flusso d’aria, i Ramchargers utilizzavano valvole da 2,08 pollici e avevano valvole di scarico più grandi di 1/4 di pollice rispetto allo standard. Le aree delle porte di ogni testata erano circa il 25% più grandi rispetto allo standard 413 per aumentare l’efficienza volumetrica. Un sistema di scarico sovradimensionato utilizzava collettori di scarico in ghisa, a sezione lunga, con bocchette di scarico da tre pollici e tubi di scarico da due pollici. Il distributore a doppio punto offre un avanzamento centrifugo completo.

Nella sua forma iniziale, due carburatori Carter AFB-3447SAfour-barrel Carter cavalcavano su un collettore di aspirazione a corsa breve. Un albero a camme a sollevamento solido con 300 gradi di durata e 0,509 pollici ascensore spinto valvole verso 81-cc (minimo) teste di camera. Miglioramenti di metà anno incluso carburatori CarterAFB-3705SA più grandi, più alto (.520 pollici) ascensore valvola, più lunga (308 gradi) durata della valvola di scarico, e più grande volume della camera di combustione camera di combustione. Nell’edizione modificata sono stati aggiunti anche i collettori di scarico Tri-Y.

Articolo molto interessante
1935 Duesenberg Speedster-Roadster

Dodge ha valutato il Ramcharger V-8 a 415 cavalli con compressione standard 11,0:1 o 425 cavalli con il rapporto di compressione opzionale 13,5:1. La maggior parte degli osservatori ritiene che le prestazioni reali siano molto più elevate.

L’invio di tutta questa potenza alle ruote posteriori era uno speciale cambio manuale a tre velocità con cambio al suolo e rapporti ravvicinati (2,10,1,44 e 1,0 a 1). Era disponibile anche un robusto TorqueFlite automatico con selezione del cambio a pulsante ed è stato impostato per cambiare fino a 5600 giri/min. L’asse posteriore “Sure-Grip” aveva un rapporto standard di 3,91:1, ma l’opzione elencava rapporti da 2,93:1 a 4,89:1.

Se le normali molle posteriori per impieghi gravosi non sono sufficienti, una configurazione opzionale con molla destra più rigida fornisce una trazione ancora maggiore rispetto ai pneumatici standard 7,50 × 14 Tyrex-cordoncino. Coloro che volevano dei biggrabber sul retro potevano chiedere al concessionario delle pelli 9,00´14.

E’ importante ricordare che questo motore era disponibile in qualsiasi Dodge, tranne che nel Dart compatto. La sua applicazione più potente era nella gamma Polara di medie dimensioni. Estesa di tre pollici a partire dal ’62, la Polara da 119 pollici con passo a ruota era disponibile in coupé, berlina, hardtop e cabrio, anche se i più seri potrebbero preferire un innocuo involucro per il loro Max Wedge, magari una bella berlina a due porte di base.

La Polara aveva assunto una nuova forma per il ’63, con parafanghi anteriori allungati, fari a doppio set e pannelli posteriori scolpiti. Era simile alla nuova Dart, più piccola e compatta. Come la precedente (1962) Dart di medie dimensioni, la Polara del ’63 aveva un cruscotto arrotondato con strumentazione “GeorgeJetson” in stile baccello, che appariva come un’unità separata. Lo stile degli interni era futuristico nel complesso, infatti, come tutti i prodotti Chrysler dell’epoca, con maniglie delle portiere, manovelle delle finestre e braccioli.

Articolo molto interessante
1976 Cadillac Eldorado

Gli appassionati delle prestazioni Dodge avevano quattro 383-cubic-inchV-8 tra cui scegliere nel ’63, tra cui il 383 B-Wedge High PerformanceV-8 che ha sfornato 330 cavalli con un singolo Carter AFB o 390 cavalli conwo. Conosciuto come il 383 “Polara” nelle installazioni Dodge, questo V-8 di piccola cilindrata aveva buone maniere su strada e affidabilità ben prima dei 426 Ramcharger. Il 413 da 340 cavalli era il motore più grande tra quelli più considerati dagli acquirenti per la strada.

Con la potenza bruta dei cavalli del 426, la camerabilità e i problemi di stabilità che lo rendevano difficile da gestire per l’uso quotidiano. Anche la brochure di vendita avvertiva che il motore Ramcharger si riscaldava lentamente perché non metteva il calore sul collettore di aspirazione.

Dodge, infatti, ha emesso un chiaro avvertimento che il 426 Ramcharger, dotato di potenza, “non era una macchina da strada”, ma, aggiunge l’opuscolo, era stato “progettato per essere eseguito in una competizione a strascico supervisionata e sanzionata da coloro che sono qualificati….Eppure, è in stock in ogni senso della parola”.

Il capo ingegnere capo della Dodge George Gibson ha detto che le lezioni di sviluppo apprese sulla Ramcharger sono scese ad altre Dodge. Un “motore a massime prestazioni esplora nuove idee”, ha detto. “Sottopone i motori, le trasmissioni e gli altri componenti del gruppo propulsore a sollecitazioni e sollecitazioni molto maggiori di quelle che si incontreranno mai nella guida normale”. E come risultato, studia come migliorare la lubrificazione, l’accensione, la carburazione, il raffreddamento e il trasferimento di calore – solo per citare alcuni esempi”.

In pista, il superpotente Dodgeearned rispetto immediato. Il potente 425-cavallo, 426 Ramchargerblister 426 a doppia squadra, ha battuto i record dell’NHRA con tempi di un quarto di miglio nella gamma dei 12 secondi. In forma leggera in fabbrica, indossando un frontend in alluminio, la Dodge del 1963 ha superato la bilancia a 3200 libbre – non male per una taglia media con un grosso blocco sotto il cofano.

Articolo molto interessante
1967 Oldsmobile Cutlass 4-4-2 W-30

Con i parafanghi anteriori in alluminio disponibili, il cofano e i paraurti anteriori e due grandi prese d’aria che alimentano i carboidrati a quattro barili a doppio montante, il Ramcharger 1964 è stato il più difficile dei concorrenti. Il componente in alluminioDodges è stato ripulito in una speciale categoria “Produzione limitata”.

“Quando una Dodge perde di questi tempi”, si vantava della pubblicità del MoPar, “è per un’altra Dodge”.

Durante il 1964, i fan dei muscoli della strada potevano ordinare una versione disattivata del Ramcharger con compressione 10.3:1, una camma più leggera e nessuna impostazione di induzione a ram. Quello si è rilassato molto di più, rendendolo più pratico per la strada. Anche la rivisitata Hemi V-8 era in attesa nelle ali per il debutto all’inizio del ’64.

Tuttavia, le Ramcharger Dodges del 1963 (e l’equivalente Super Stock Plymouth) hanno un significato speciale per i MoParphiles come protagonisti della storia dei primi muscoli.

Tipo di motore V-8/RB-Wedge V-8/RB-Wedge Spostamento (cid)426 426426Potenza @ giri/min: 415 @ 5600 425 @ 5600Torque (pounds/feet) @ giri/min 470 @ 4400 480 @ 4400Compression Ratio 11.0:1 13,5:1Foro (pollici) 4,25 4,25 Corsa (pollici) 3,75 3,75 Sollevatori a valvole MeccanicoMeccanicoDisponibilità Dodge, tutti tranne Dart

Tempi*:

0-60 mph (sec)N/A0-100 mph (sec) N/A1/4 miglia (sec) 12,00 @ 117 mph Velocità massima (mph)120 (est)Rapporto assiale 4,56:1 Tipo di motore 426 (425 CV Pilota leggero)

*Fonte: Muscle Car Review (1987)

Ritorno alla Biblioteca di Muscle Cars Classiche.

Per maggiori informazioni sulle muscle car, date un’occhiata:

  • Muscle Cars: Ottenere informazioni su più di 100 giostre per ragazzi difficili.
  • Come funzionano le auto muscolose: Scopri la storia completa delle muscle car, dal periodo classico degli anni ’60 ad oggi.
  • Dodge Muscle Cars: Scopri di più sulle più grandi Dodge Muscle Cars.

Lascia un commento