1964, 1965, 1966 Ford Thunderbird

Ford wanted to use sequential rear turn signals on the redesigned Thunderbirds, but feared Federal regulations would prohibit them. See more classic car pictures. Ford voleva utilizzare gli indicatori di direzione posteriori sequenziali sui Thunderbirds riprogettati, ma temeva che le norme federali li avrebbero vietati. Vedi più immagini di auto d’epoca . ©2007 Publications International, Ltd.

I modelli Ford Thunderbird di quarta generazione 1964-1966 non erano molto lontani dalla terza generazione, mantenendo la stessa sottostruttura di base e le stesse stampigliature interne del corpo macchina, mentre l’interasse è aumentato in modo frazionario fino a 113,2 pollici.

Galleria di immagini di auto d’epoca

Ma una completa scuoiatura li ha notevolmente alterati in superficie. “C’è un look più potente che gli stilisti hanno ottenuto allungando il cofano e accorciando le linee del tetto”, ha detto Car Life. “E c’è un posteriore più pulito, più forte, ottenuto con due dei più grandi fanali di coda/giro/fermo mai visti su un’automobile”.

I segnali di svolta del 1964 dovevano essere sequenziali, ma Ford si trovò in difficoltà con alcune norme statali e fu costretto ad aspettare un anno per ottenere le necessarie autorizzazioni.

Nel dettaglio, il 1964 ha mantenuto una somiglianza familiare con il 1963, ma era ovviamente nuovo. Il profilo appuntito era ancora evidente, ma da davanti o da dietro era completamente alterato. I fari quadrupli sono stati spostati all’estremità del bordo estremo dei parafanghi, dove hanno tagliato la faccia dell’auto con ritagli ovali in canted.

La parte posteriore era l’elemento di design migliore, valorizzata da due fanali posteriori oblunghi circondati da paraurti di protezione. Un pannello inferiore, verniciato nel colore della carrozzeria, conteneva le luci di riserva. Il sottocoperta conservava il tema del “doppio pontone” dei modelli precedenti. Sotto di esso c’era un nuovo baule “a pozzo profondo”, che dava molto più spazio ai bagagli, portando la ruota di scorta ben in avanti.

Articolo molto interessante
1948-1957 Raggio di sole Talbot 90

La linea del tetto del 1964 ha mantenuto l’aria formale del passato, ma, sfruttando un’area a bassa pressione dietro la retroilluminazione, ora è stata dotata di Silent-Flo, il primo sistema di ventilazione a flusso d’aria a finestre chiuse su un’auto americana. Con una leva della console, il guidatore poteva azionare un servo di aspirazione che apriva una presa d’aria sotto il lunotto posteriore.

Questo ha aiutato a far passare l’aria fresca attraverso l’auto. La ventilazione a flusso d’aria era stata introdotta dalla Mercedes sulla sua coupé 300SL del 1954 a gabbiano, e la Mercury aveva usato l’approccio “meat-ax” per crearla con i suoi retroilluminati retrattili nel 1957, ma la Thunderbird era un design elegante e funzionale, e fu presto ampiamente imitata.

I progettisti avevano creato più spazio nella Thunderbird del 1964, ma probabilmente non aveva importanza. Il tipico abitante della Thunderbirder era un abitante del sedile anteriore. Rannicchiato in un grande secchio di vinile, trattenuto da una cintura di sicurezza che si estendeva da un mulinello retrattile integrato nel bordo del sedile, e circondato da leve, pulsanti, quadranti e ruote, il guidatore si trovava di fronte a tutti gli espedienti al comando di Dearborn.

Si è trattato di un’esperienza Car Life descritta come “mendicante e … Dovrebbe tenere occupati i ragazzi di tutte le età”. La pubblicità della Ford ripeteva lo slogan: “Piano di volo cancellato – procedere a Thunderbird”.

Articolo molto interessante
1967, 1968, 1969 Chevrolet Camaro Z-28

Continua a leggere per saperne di più su eventuali modifiche al design e alle prestazioni della Ford Thunderbird.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento