1964 Ford Thunderbolt

Anche con i loro forti 427-cid V-8 e i frontali alleggeriti, le grandi Ford Galaxies body-on-frame non potevano competere con le muscle car Dodge e Plymouth unibody più leggere. La soluzione ovvia era quella di infilare il 427 nella Fairlane di medie dimensioni. Niente di buono è facile. Con l’aiuto di Dearborn Steel Tubing, un costruttore di auto a contratto, Dearborn inventò la Ford Thunderbolt del 1964, pronta per la gara e legale per la strada, se non esattamente stabile.

Galleria di immagini di Muscle Car
1964 Ford Thunderbolt had a racing engine, bringing this muscle car the stock-car racing NHRA's Manufacturer's Cup.

©2007 Pubblicazioni Internazionali, Ltd.

Per competere nelle gare di accelerazione con i rivali di muscle car più leggeri, la Ford ha riempito il suo

più grande V-8 nel corpo della Fairlane di medie dimensioni per creare la Ford Thunderbolt del 1964. Vedi altre immagini di muscle car. Sono state necessarie ampie modifiche all’anteriore per adattare il blocco grande, e otto collettori di scarico di uguale lunghezza hanno dovuto essere serpeggiati attraverso i componenti delle sospensioni. Il collettore del 427 della concorrenza ha elevato il filtro dell’aria sopra la linea del parafango, richiedendo una bolla del cofano a forma di goccia. Esso sgranocchiava l’aria attraverso le ghiere dei fari interne schermate. Le trasmissioni erano un Hurst-shift a quattro velocità con 4,44:1 marce o un automatico con 4,58:1. Le massicce barre di trazione, le molle posteriori asimmetriche e la batteria dell’autobus da 95 libbre montata sul cofano hanno contribuito a ridurre i 500 CV. 1964 Ford Thunderbolt had a racing engine, bringing this muscle car the stock-car racing NHRA's Manufacturer's Cup.

Articolo molto interessante
1987-1990 BMW M3

©2007 Pubblicazioni Internazionali, Ltd.

Le cornici dei fari trasformate in prese d’aria alimentano il motore tramite enormi tubi flessibili. Il taglio dei pesi è stato impietoso: vetri in plexiglas e pannelli frontali in fibra di vetro della carrozzeria, paraurti e porte. Le visiere del sole, lo specchio, il silenziatore, i braccioli – anche il martinetto e la chiave inglese – sono stati rimossi.
1964 Ford Thunderbolt had a racing engine, bringing this muscle car the stock-car racing NHRA's Manufacturer's Cup.

©2007 Pubblicazioni Internazionali, Ltd.

I pannelli in fibra di vetro e una cabina ultra-stark hanno mantenuto il loro peso. Il sedile posteriore è rimasto, ma i frontali erano leggeri secchielli di Econoline per camion. A 3225 libbre, il bullone a T pesava più di un Fairlane stock. Ma era solo 20 libbre in più rispetto al suo minimo di classe NHRA. Finalmente, la Ford aveva un vincitore. Gli ET negli 11 guadagnarono alla Thunderbolt la corona di Top Stock e alla Ford la NHRA Manufacturer’s Cup del ’64.

>.

Sì.
Chiunque abbia 3.780 dollari (200 dollari in più per l’automatico) potrebbe entrare in un concessionario Ford e ordinare una Thunderbolt. Tuttavia, solo una è stata assemblata nel 1963, 100 sono state costruite nel ’64, e due sono state costruite nel ’65. Queste erano vere auto da corsa, e poche andavano a combattere sulle strade pubbliche. 1964 Ford Thunderbolt had a racing engine, bringing this muscle car the stock-car racing NHRA's Manufacturer's Cup.

©2007 Pubblicazioni Internazionali, Ltd.

Anche se tecnicamente legale per l’uso stradale, il Thunderbolt era troppo
.
rauca per le strade pubbliche. Ne sono stati costruiti poco più di 100,

Articolo molto interessante
1967 Cometa Mercurio 427

e tutti hanno passato quasi ogni minuto alla drag strip. Come ha avvertito Hot Rod, il bullone a T era “non adatto a guidare da e per la striscia, figuriamoci per la strada nell’uso quotidiano”
.
Le specifiche della Ford ThunderboltSpecifications
del 1964
Passo, pollici: 115,5

Peso, libbre: 3225

Numero costruito: 100

Prezzo di base: $3,780

Sì.
Motore standard

Tipo: ohv V-8

Spostamento, cid: 427

Impianto di alimentazione: 2 x 4bbl.

Rapporto di compressione: 12,7:1
.
Potenza @ giri al minuto: 425 @ 6000

Coppia @ giri al minuto: 480 @ 3700

Sì.
Prestazioni rappresentative

0-60 mph, sec: NA

1/4 di miglio, sec. @ mph: 11.76 @ 122.7

Ritorno alla Biblioteca di Muscle Cars Classiche.

Per ulteriori informazioni sulle muscle car, vedi:
.

  • Alcune delle migliori macchine a tutto tondo dell’epoca erano le Ford muscle car. Vedi i profili, le foto e le specifiche delle muscle car Ford.
  • Le auto muscolose erano disponibili in molte forme e dimensioni. Ecco le caratteristiche di oltre 100 muscle car, con foto e specifiche per ogni modello.
  • Le auto muscolose hanno creato la loro cultura. Per saperne di più, leggi Come funzionano le Muscle Cars.

Questi profili di muscle car includono foto e specifiche per ogni modello:

  • Cougar è uscito dall’ombra del Mustang con il Mercury Cougar Eliminator del 1969 a strisce e rovinato.
  • Bip, bip! Fate largo a una delle muscle car più cattive di tutti i tempi, la Plymouth Road Runner Hemi del 1970.
  • La Pontiac Firebird Trans Am del 1970 combinava la maneggevolezza delle auto sportive con la potenza delle muscle car.
  • Un V-8 tutto in alluminio, collaudato in gara, ha definito la rara e malvagia Chevrolet Camaro ZL1 del 1969.
Articolo molto interessante
1940 Packard Darrin One-Eighty Victoria Convertible

Per informazioni relative all’auto, vai a questi articoli:

  • Il motore è ciò che dà a una muscle car la sua personalità sgargiante. Per imparare tutto quello che c’è da sapere sui motori delle auto, vedi Come funzionano i motori delle auto.
  • Le auto muscolose non avrebbero molti muscoli senza cavalli, ma cos’è esattamente la potenza? Come funziona la potenza in cavalli risponde a questa domanda.
  • Le auto da corsa NASCAR incarnano la filosofia della muscle car del potere. Leggi come funzionano le auto da corsa NASCAR per scoprire cosa fa andare questi corridori carichi.
  • Stai pensando di comprare una muscle car del 2007, o qualsiasi altra auto? Consulta le recensioni, i prezzi e le informazioni della guida per i consumatori Automotive’s New-Car Reviews, Prices, and Information.

Lascia un commento