1964 Plymouth Belvedere – Rara scoperta

Un piccolo (e Ellerman) Trova

Vedi tutte e 6 le fotoDave YoungwriterMar 1, 2009

Una grande parte dell’hobby automobilistico è il collezionismo, quindi non c’è da meravigliarsi che molti appassionati di Mopar finiscano con più di un progetto nel loro vialetto o garage. Vince Lockyer della California del sud non fa eccezione a questa regola, avendo non meno di otto Mopar nella sua scuderia. Anche se Vince ha certamente un sacco di auto a progetto su cui lavorare, quando il suo vicino Edgar Vera gli si è avvicinato lo scorso anno a Spring Fling e gli ha detto che aveva una “vecchia auto da corsa Plymouth” nel suo cortile, non ha potuto resistere all’impulso di controllare la macchina da solo.

Dato che Edgar viveva solo a un paio di chilometri di distanza, Vince andò quel pomeriggio a dare un’occhiata alla macchina. All’esterno, Vince notò alcune cose della Plymouth del ’64 che suscitarono il suo interesse, ma nel complesso l’auto assomigliava semplicemente a un’auto da corsa consumata e obsoleta. Aprendo il cofano, tuttavia, riconobbe subito il collettore di aspirazione Max-Wedge, e sapeva di essere interessato all’acquisto dell’auto, così iniziò a fare domande sul pedigree dell’auto. Ciò che ha imparato nel processo non è stato meno che sorprendente.

Alla domanda sul patrimonio automobilistico da corsa, Edgar ha tirato fuori un album fotografico che documenta l’autenticità dell’auto e la ricca storia delle corse. Non si trattava di un’auto qualsiasi della Max-Wedge; si trattava del Belvedere del ’64 costruito e guidato da Bob Small, e più tardi guidato da Bill Ellerman, durante diverse stagioni di gare vincenti alla fine degli anni ’60 e all’inizio degli anni ’70. Campagnati come la Plymouth “Small and Ellerman”, questa vettura non solo ha vinto, ma ha anche vinto grandi gare, tra cui le Winternationals del ’71 e del ’72, e ha anche stabilito il record nazionale NHRA nel 1972. Anche se Bob Small ammette di avere problemi con almeno un ispettore tecnico dell’NHRA, che sembrava fissato su un handicap per le dominanti Mopar dell’epoca, lui e Bill Ellerman riuscirono comunque a vincere non solo, ma anche a vincere molto.

Vedi tutte e 6 le foto

Dopo aver notato il successo della squadra, i funzionari della Chrysler si sono rivolti a Small e Ellerman per costruire una Hemi del ’65 per la stagione successiva, e hanno iniziato a costruire una nuova auto. Sentendo che i funzionari tecnici dell’NHRA erano contro di loro, tuttavia, Bob e Bill presero la difficile decisione di abbandonare del tutto le gare di accelerazione. Nel 1973 l’auto vincente del ’64 Max Wedge fu venduta a un corridore locale di nome Ross Thompson che, secondo quanto riferito, la guidò una volta, ma si spaventò quando l’auto fece un cavalletto. L’auto fu poi parcheggiata sullo stesso rimorchio su cui Vince la trovò circa 35 anni dopo.

Dopo averne appreso l’eredità, Vince sapeva di volere l’auto e ha tentato di concludere l’affare immediatamente, ma non è riuscito ad ottenere un prezzo fisso da Edgar. Sembrava che Edgar non volesse tanto vendere l’auto, quanto assicurarsi che il nuovo proprietario apprezzasse il lignaggio dell’auto e che la restaurasse invece di girarla su eBay al miglior offerente. Dopo diversi mesi di “intervista con Edgar”, Vince ha avuto la possibilità di fare un’offerta e ha offerto 14.000 dollari in contanti per l’auto. Edgar si è messo a ridere e ha detto: “Parlami di 30.000 dollari”. Le successive trattative hanno portato a un prezzo di vendita di 26.000 dollari per l’auto, il rimorchio e un’auto senza parti arrugginite.

Da quando ha acquistato la Small e la Ellerman Plymouth, Vince ha contattato Bob Small che ha verificato la storia del veicolo. Vince sta progettando un restauro completo dell’auto per riportarla in assetto “as-raced”, e il museo NHRA di Pomona ha addirittura espresso interesse ad esporre l’auto una volta completato il restauro. Non vediamo l’ora di vedere il prodotto finito e ci congratuliamo con Vince Lockyer per il suo raro ritrovamento.

Vedi tutte e 6 le foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento