1964 Plymouth Belvedere – Se vuoi qualcosa di giusto…

1964 Plymouth Belvedere Super Stock Clone ¿ 485-Inch Hemi ¿ 485-Inch Hemi ¿ 727 Reverse Manual-Shift Torqueflite ¿ Tubbed And Caged

Vedi tutte le 8 fotoKevin ShawwriterDoug ReedphotographerMay 9, 2007

Nella stagione ’64, il divieto di corse aziendali da parte di General Motor ha lasciato un vuoto che Ford e Chrysler sono stati felici di colmare. I motori 413 e 426 a cuneo furono sostituiti con la rinata Hemi di quell’anno, e Ford si mise al passo con la loro 427 Hi-Riser. Luoghi come i Winternationals del ’64 divennero il luogo di incontri di rancore sponsorizzati dalle aziende tra i corridori dell’ovale blu e quelli della Mopar. La Chrysler si rifiutò di essere battuta e prese tutti gli accordi per vincere, indipendentemente dal costo.

L’avvento dell’auto da corsa leggera di fabbrica ha causato tappi bianchi in una piscina già increspata. Le Plymouth e le Dodge del ’64 sono state spogliate del peso inutile, come i sedili regolabili, i riscaldatori, l’aria condizionata e le radio. le clip anteriori dei veicoli sono state sostituite con paraurti in alluminio, supporti, parafanghi e un cofano con una paletta distinguibile. Inoltre, Plymouth ha eliminato i chili di troppo eliminando i due fari centrali dalla griglia e coprendo i fori con la giunzione di due griglie. Il fronte aggressivo della Chrysler sul circuito dell’NHRA ha dato un forte colpo al mondo delle corse e degli appassionati.

Vedi tutte le 8 foto Vedi tutte le 8 foto

Quarant’anni e molte altre auto si sarebbero messe tra Larry e la sua fantasia automobilistica adolescenziale di possedere una di quelle Plymouth B-Bodies con l’elefante. Una roadster del ’32, una F100 del ’56 e una Riviera del ’64 gli avrebbero stuzzicato la fantasia, ma non avrebbero mai placato il suo desiderio per la 426 Hemi di prima generazione.

Cinque anni fa, Larry ha acquistato un palo pulito a due porte Savoy che era stato convertito in un concorrente di Pro Street con 340 motori. Anche con il Savoia nel suo garage, Larry ha continuato a cercare fino a quando non si è imbattuto in questo Belvedere Pro Street del ’64. Non era un autentico B-Body leggero di fabbrica, ma sembrava abbastanza vicino, e in più aveva già il giusto propulsore: la Hemi.

Articolo molto interessante
1969 Chevy C10 - Sperimentare l'eccellenza!

Vedi tutte le 8 foto

Una volta a casa, Larry cominciò a notare sempre più difetti con il Belvedere alterato. Tanto che decise che sarebbe stato meglio ricostruire la Plymouth da solo, con l’aiuto e l’abilità dell’amico e costruttore di auto, Galen Frick.

Durante il viaggio verso la casa di Galen, un sollevatore a rulli si è frantumato, inviando detriti attraverso la pianta, masticando l’albero della pompa dell’olio e succhiando l’Hemi secco di pressione dell’olio. Temendo un completo e catastrofico guasto al motore, Larry e Galen hanno tirato l’impianto e l’hanno mandato al costruttore di motori Duane Saum della Saum Engineering di Wichita.

Il blocco di colata del ’68 è stato sottoposto al trattamento completo di officina, aperto, pulito e accarezzato per un totale di 485 pollici con un albero a gomiti da 4.150 pollici. un albero a camme Bullet con sollevatori idraulici Crane controlla le valvole Manley inossidabili. Il blocco e le teste, fusioni in ferro del ’68, sono gli unici componenti che sono rimasti gli stessi di quando Larry l’ha acquistato. Un’aspirazione in alluminio a doppio piano Mopar Performance è stata leggermente modificata per migliorare il flusso e l’accoppiamento delle porte. Un Dominator Holley 1050 Dominator fornisce il carburante alla centrale elettrica, mentre un distributore Joe Hunt e una scatola MSD 6AL alimentano il fuoco. Grandi testate tti rivestite scorrono sotto le assi del pavimento in una coppia di Flowmaster da 3 pollici che forniscono pochissimo, se non nulla, isolamento acustico.

Mentre l’Hemi era in costruzione nel negozio di Duane Saum, il corpo è stato inviato a Dale Henderson a St. Egli spogliava il corpo B-Body fino a farne un guscio, riparava la carrozzeria necessaria, rattoppava i pannelli arrugginiti e raddrizzava la pelle. Larry, impegnato a perlustrare Internet e a scambiare i dati, si procurò un paio di torri d’urto N.O.S. e alcuni altri componenti chiave. il Belvedere fu poi dipinto nella fabbrica originale del ’64 di Plymouth bianca.

Vedi tutte le 8 foto

Una volta verniciata, l’auto e le sue centinaia di pezzi sono stati restituiti al garage di Galen per il rimontaggio. Grazie all’abilità di Galen e all’abilità di Larry nella caccia ai pezzi, due griglie del ’64 incontaminate sono state unite in un unico sorriso in stile Super Stock.

Articolo molto interessante
Ford personalizzata F100 - Spellbinder

Una volta riassemblata la Plymouth, l’auto è stata consegnata a Rick Fisher ad Augusta, Kansas, per gli interni. Rick custom ha fatto scorrere il brillante tappeto rosso per passare dall’interno del firewall, fino alle ruote in movimento, e nel cassetto portapacchi posteriore. Ricuciva anche i bellissimi rivestimenti dei sedili in vinile e installava i pannelli delle portiere con la riproduzione di Gary Hall nell’abitacolo tutto rosso. Un quadro strumenti ricondizionato e il volante N.O.S. completavano il cruscotto, mentre sotto il cruscotto veniva montata un’unità di misura separata, con ginocchiere elettriche.

Vedi tutte le 8 foto

Fatti veloci: ’64 Plymouth Belvedere Larry Wolfe Mulvane, KS Mopar Power Motore: Un sollevatore a rulli difettoso ha sputato dei pezzi che hanno danneggiato l’albero della pompa dell’olio, che a sua volta ha drenato l’Hemi di tutta la pressione dell’olio. Larry e il suo amico, Galen Frick, hanno tirato fuori l’impianto e l’hanno spedito alla Duane Saum della Saum Enterprises di Wichita, Kansas, dove il blocco di fabbrica del ’68 era annoiato e dotato di una manovella da 4.150 pollici di corsa. Con tutto tranne il blocco e le teste sostituite, l’elefante 485ci è alimentato da un nuovo albero a camme idraulico Bullet, sollevatori idraulici Crane e valvole Manley. Sormontato da una M1 a doppio piano in alluminio Mopar e da un Dominator Holley 1050 Dominator, l’impianto produce abbastanza punch per affrontare quei Super Stocker che hanno ispirato Larry 40 anni fa. Un distributore Joe Hunt con una scatola MSD 6AL sputa fuoco, e il tunnel dei fumi esausti attraverso le testate tti e i Flowmaster da 3 pollici.

Trasmissione:

Riavviare: Precedentemente ristretta per le vasche giganti, la Dana 60 è riempita di robustissimi assi da corsa Moser a 35 linee e di una robusta bobina sposata con un anello e un pignone a 4,11 marce.

Dato che l’Hemi non è mai stata dyno’d, Larry non ha nessun numero di cavalli at-the-flywheel, e non ha nemmeno un salto temporale dalla pista locale. . . beh, non ancora.

Articolo molto interessante
1969 Plymouth GTX Convertibile - Capsula del tempo

Sure Grip Sospensione: Con i persici spostati drasticamente verso l’interno, le foglie posteriori sono state sostituite con molle Eaton Super Stock. La parte anteriore rimane relativamente stock, anche utilizzando le torri di stock N.O.S. Hemi.

Vedi tutte le 8 foto

Freni: Il posteriore mantiene i tamburi originali, mentre l’anteriore è stato aggiornato con una conversione dei freni a disco in acciaio inossidabile.

Ruote: Le tagliapizza 15×5 sono seguite da saldature 15×15.

Rubber: Skinnies up front, fatties out back è la massima qui – Moroso Drag Special 7.10x15s al naso e 22.6×33 alla coda.

Alto impatto Corpo: Mentre il motore veniva riparato, il corpo è stato inviato a Dale Henderson a St. Francis, Kansas. Lì, Dale smontava la carrozzeria e gli interni per sostituire i pannelli arrugginiti troppo corrosi per la riparazione. Un paio di griglie in condizioni perfette sono state giuntate insieme per formare un’unica griglia per fari, un’unica griglia per fari, in perfetto stato di conservazione. Un Joey Cole riproduzione alluminio riproduzione Joey Cole Hemi Super Stock scoop è stato aggiunto al cofano. Una volta applicata la vernice, il corpo è stato inviato a Galen Frick per il rimontaggio.

Vedi tutte le 8 foto

Dipingere: Dopo che il corpo è stato raddrizzato, è stato ridipinto nella Plymouth White del ’64 corretta in fabbrica da Dale Henderson.

Interno: riassemblata dopo la polimerizzazione della vernice, la Plymouth è stata mandata a Rick Fisher ad Augusta, Kansas. Lì sono stati installati i pannelli delle porte di Gary Ball, mentre Rick ha cucito il resto del vinile rosso brillante e la moquette. Un quadro strumenti ricondizionato e un volante N.O.S. che appare in fabbrica sono stati installati anche quando Rick ha bloccato la radio e le piastre di controllo del riscaldamento, proprio come la A990 Super Stockers di ieri.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento