1964 Plymouth Belvedere Wagon – Spostati, Griswald

Il Belvedere del ’64 di Doug Miller, motorizzato Hemi, non è il tipico carro delle vacanze.

Vedi tutte e 3 le fotoRob ReaserwriterSep 1, 2000

Quando si parla di viaggi su strada interstatali, non c’è nulla che corrisponda al divertimento e al feeling di un’auto d’epoca con un V8 performante. Per i lunghi tragitti con bagagli pesanti e più di due passeggeri, tuttavia, le muscle car degli anni ’60 tendono a sforzare la soglia del comfort e dell’utilità. Camion, SUV e minivan sono, forse, la soluzione più pratica per il turismo di fondo, ma dov’è il divertimento?

Oggi sempre più appassionati di auto d’epoca si rendono conto che possono avere la loro torta e mangiarla. Basta chiedere a Doug Miller di Williamsburg, Ontario. Questo proprietario di un negozio di Mopar-head e di trasmissioni conosce il valore di un muscolo V8 pesante e pesante avvolto in ferro d’epoca. È anche uno dei sempre più numerosi ad apprezzare la praticità, il potenziale e la stranezza delle prime station wagon. Doug è sempre stato un appassionato di carri, e data la sua passione per le prestazioni, non c’è da stupirsi che alla fine i due si incontrino.

Doug ha acquistato questo carro Belvedere del ’64 nel 1988. Era un’auto della Florida, ma, come dice lui, “aveva un gran bisogno di un restauro”. Nei due anni successivi la carrozzeria fu curata dal figliastro di Doug, Scott Douglas. Nel 1990, Scott ha ripulito la lamiera e ha applicato un nuovo strato del bianco originale. Doug ha poi lasciato cadere in un 383 e ha rimesso il carro sulla strada. Ma le cose non andarono troppo bene con quel particolare mulino. Alla ricerca di una spinta di potenza significativa, Doug decise che una Hemi sarebbe stata una scelta migliore. Trovò una versione ricostruita in stock e la lasciò cadere sotto il cofano nel 1995 al posto della 383. Un viaggio a Carlisle l’estate successiva cambiò ancora una volta il corso del progetto.

Articolo molto interessante
1976 Trans Am - Il grande 5 - 0

Vedi tutte e 3 le foto

“Siamo andati a Carlisle nel 1996”, dice Doug. “C’erano circa 110 gradi, così ho detto: ‘Basta così’. Voglio aria”. ‘”

Il carro era originariamente dotato di un sistema di condizionamento dell’aria in fabbrica, ma Doug lo aveva già utilizzato all’inizio del gioco. Questa volta ha scelto un sistema Vintage Air per sostituire l’originale, mantenendo i condotti di fabbrica per mantenere l’aspetto originale, e ha nascosto i controlli all’interno del vano portaoggetti.

Tutto è andato bene per un breve periodo di tempo, ma la configurazione di serie di Hemi abbinata al nuovo sistema di condizionamento dell’aria non ha funzionato. Troppa compressione e la difficoltà di ottenere il giusto tipo di carburante per mantenere le cose in funzione hanno sottolineato la necessità di alcune modifiche.

Ancora una volta Doug ha tirato fuori il motore dal suo carro. Questa volta Doug ha consegnato il lavoro a Don MacCallum, che ha completamente spogliato la vecchia Hemi di 11 anni e ha iniziato da zero. Il blocco è stato annoiato e accarezzato per alzare la cilindrata a 456 pollici cubi. Questo, insieme alle aste Mopar Performance, ai pistoni Venolia e alle teste in alluminio Mopar Performance, ha portato la compressione a 9,5:1. Don ha poi aggiunto una leggera camma Lunati per azionare i sollevatori idraulici e il treno valvole di riserva in modo che l’Hemi fosse più compatibile con l’unità A/C e il combustibile a 91 ottani. Il lavoro del motore è stato completato con l’installazione del doppio Carter sull’aspirazione di magazzino, e l’aggiunta di un’accensione e di un distributore Mopar Performance. Posizionata su un banco prova, la Hemi erogava 515 CV a 5.700 giri/min. Ora il carro aveva un po’ più di senso della passeggiata, ma il divertimento non era ancora finito.

Articolo molto interessante
1966 Dodge Charger - Ritorno Kid

Doug dice che “guidare a 70 mph a 3.200 giri al minuto non era troppo piacevole”, così l’anno successivo ha visto alcuni “piccoli” aggiustamenti al trans automatico. Un convertitore di coppia di blocco dinamico da 11 pollici è stato messo davanti a una moderna valigia 360 trans, a cui Doug ha aggiunto 47R4 V10 in stile overdrive diesel per ridurre il numero di giri dell’autostrada. Comprensibilmente, questo ha richiesto molto lavoro di modifica per l’applicazione del carro, ma con qualche trucco di fabbricazione alla traversa e al pavimento, più la sua piastra adattatore per montare la cassa del blocco piccolo al blocco grande, la missione è stata compiuta. Riuscì anche a mantenere la selezione del pulsante.

Doug dice che l’ultima cosa che voleva era essere a circa 1.000 miglia da casa e far andare a sud la sua linea di trasmissione. Per assicurarsi che tutto fosse a prova di proiettile da davanti a dietro, ha installato un albero motore personalizzato Bears Performance che porta ad una Dana 60 posteriore con ingranaggi Mopar a slittamento limitato da 3,54. Si potrebbe lanciare una granata sotto questa trasmissione e non se ne accorgerebbe. Per finire, con i freni a disco anteriori Charger del ’71 e un trasportatore familiare del genere renderebbe Clark Griswald verde di invidia.

Naturalmente, ponendo l’accento sulla guida nel mondo reale, Doug ha dedicato un po’ di tempo all’allestimento degli interni per migliorare lo stile e il comfort di guida. A Carlisle è stato installato un abitacolo Sport Fury in tinta con il colore originale del carro. Doug ha anche convertito l’impianto audio in AM/FM e ha aggiunto un elegante volante in legno Plymouth del ’66. Con gli interni Sport Fury, Doug è stato in grado di localizzare gli interruttori overdrive e lock-up nella console dove il cambio era originariamente posizionato.

Articolo molto interessante
1928 Ford Modello A - Jerry Cole's

Vedi tutte e 3 le foto

Il carro è rimasto nella sua forma attuale negli ultimi due anni, ma non è stato coccolato neanche un po’. Ha fatto 20.000 miglia con la macchina dal 1998, e abbiamo anche visto la macchina alla crociera del venerdì sera qui a Lakeland, in Florida, quando Doug è venuto con MacCallum per fare un po’ di corsa a Orlando. Doug è fermamente convinto che questa non è la regina del rimorchio… in nessun modo, in nessun modo. E ha le storie di guerra che lo dimostrano. Una storia particolarmente divertente è accaduta alla Woodward Avenue Dream Cruise del ’98.

“Una ‘vette si è accostata a noi”, dice Doug, “e nel carro c’erano cinque di noi. Il tipo della ‘vette’ sta facendo rimbalzare la parte anteriore, e mi ha provocato, sapete? Così, comunque, gli abbiamo pulito l’orologio… cinque ragazzi in una station wagon. Non credo che sia andato a casa e l’abbia detto ai suoi amici. Al semaforo è sceso di circa un’auto, ma prima che arrivassimo alla fine della prima marcia, l’abbiamo superato. Al semaforo successivo ha girato a sinistra quando ha sentito cinque ragazzi che ridevano di lui”.

Come abbiamo detto, questo non è il solito camion per le vacanze in famiglia.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento