1965-1966 Buick

Le Buick del 1965-1966 sono state create quando l’azienda era nel pieno di una rinascita. Stava correndo un solido quinto nella corsa alle vendite del settore sulla base di una crescita costante del volume d’affari, tendenze che sarebbero continuate per il resto del decennio. La sua linea di prodotti disponeva di auto per soddisfare una varietà di clienti i cui desideri potevano includere l’economia, la sala passeggeri, le prestazioni audaci o il lusso alla moda.

Galleria immagini di Buick
The basic 1956 LeSabre four-door sedan was Buick's full-size popularity leader.

La LeSabre di base (questa è una berlina a quattro porte del 1966) a quattro porte era

.
Il leader della popolarità della Buick a grandezza naturale. Guarda altre immagini di Buick.

Naturalmente, il concetto di “rinascimento” suggerisce una rinascita, un restauro di ciò che è stato. Appena un decennio prima, nell’anno inebriante del 1955, c’era stata una Buick – una Buick decisamente di prezzo medio – fino al terzo posto nelle vendite, dietro alle perenni leader del mercato di massa Chevrolet e Ford.

Quasi tre quarti di un milione di Buick sono state prodotte per l’anno di modello 1955, la cresta di un’onda che era in aumento da diversi anni. Ma non sarebbe durata, non sotto il peso di uno stile discutibile e di una qualità dubbia.

Anche allora, una recessione economica che ha iniziato a prendere piede alla fine del 1957 ha tenuto in disparte molti potenziali acquirenti di auto. La Buick ha prodotto solo 241.908 dei suoi modelli del 1958, l’anno più lento dal 1948, quando ancora produceva auto riscaldate nel periodo anteguerra.

Articolo molto interessante
1951 Chrysler Saratoga Club Coupé

I dati di vendita di ciascuno dei due anni successivi sono stati un po’ migliori, ma non sono migliorati allo stesso ritmo di quelli di altre marche. Nel 1960, quando ha costruito 254.000 vetture per il modellismo, la Buick è scesa al nono posto, la sua peggiore classifica del settore dal 1905.

La General Motors non si è accontentata di lasciare che la sua divisione principale si afflosciasse. La nuova linfa manageriale arrivò nella primavera del 1959, quando Edward Rollert, che aveva un ampio background produttivo, fu nominato a capo della Buick. Nel 1962, la produzione raggiungeva le 400.000 vetture e la Buick era al quinto posto nelle vendite. Due anni dopo, la produzione ammontava a più di 500.000 unità.

Buick stava realizzando questa crescita con una gamma di veicoli in espansione. Come da tendenza del settore, la linea di prodotti ha iniziato a diversificarsi all’inizio degli anni ’60. Nel 1961, la mania delle piccole auto dell’epoca fu affrontata alla Buick dalla Special, una delle “compatte senior” della General Motors che crebbe fino a diventare la nuova classe intermedia per il 1964.

Poi c’è stata anche la suggestiva Riviera che è arrivata nel 1963 per entrare nel campo delle “personal car”, prima picchettata dalla Ford Thunderbird.

Ma nonostante l’aumento di queste e di altre nuove fasce di mercato, le varie divisioni delle Big Three automobilistiche si affidano ancora alle loro auto “standard” a grandezza naturale per generare la maggior parte delle loro vendite. La Buick non faceva eccezione.

Articolo molto interessante
1955 Lincoln Capri

Più della metà della sua produzione in ogni model year dal 1961 al 1964 era costituita dalle auto di serie. Questo modello era destinato a continuare nel 1965-1966, quando fu lanciata una famiglia di full-sizer splendidamente rinnovata per offrire ai clienti Buick la scelta di valore, prestazioni o lusso di cui avevano bisogno. Per conoscere la prima di queste auto, la LeSabre, passate alla pagina successiva.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento