1965 Dodge Coronet 426 Street Wedge

Dodge ha messo un nuovo nome sulla strada nel 1965, il Coronet 426 Street Wedge. Era un nuovo intermedio, costruito su un passo di 117 pollici e disponibile in versione hardtop, berlina, cabriolet e carrozzeria. Ora che Detroit aveva spostato l’enfasi sulle prestazioni verso la gamma di medie dimensioni, il Coronet sarebbe stato il fulcro degli sforzi di Dodge per le strade e le strisce più calde.

Il più bello di tutti, naturalmente, era l’imponente 426 Hemi. La Dodge ha offerto questo motore nel Coronet per il ’65, ma solo con un’acuta sintonia di compressione 12,5:1. Non era molto stabile, era molto costoso, e in pochi hanno trovato la strada per uscire dalla striscia di trascinamento.

1965 Dodge Coronet 500

La Dodge Coronet 500 del 1965 aveva una console centrale standard,

ma un cambio automatico a pavimento era opzionale.

Ma c’è stato un altro 426 che ha preso la strada con impatto e aplomb nel Coronet del ’65. Nella sua incarnazione più mite, ha usato un singolo carburatore a quattro barili, sollevatori idraulici, e un rapporto di compressione 10,3:1 per sfornare 365 cavalli a 4800 giri/min e 470 libbre/piedi di coppia a 3200. Conosciuto popolarmente come il 426 Street Wedge, questo era “il propulsore opzionale per i veri appassionati”, diceva la brochure di Dodge, “non lascia nulla all’immaginazione”.

Il pacchetto di prestazioni 426 Street Wedge ha aggiunto 513,60 dollari al prezzo base di un hardtop Coronet 500 da 2.674 dollari. Non c’erano più le sgargianti testate di scarico con corno d’ariete del 413 Max Wedge, ma mentre il 426 Street Wedge non sembrava così selvaggio, era altrettanto potente. Motor Trend sega a 60 mph in 7,7 secondi e un quarto di 15,7 secondi a 89 mph in una StreetWedge Coronet del ’65.

Articolo molto interessante
1967 1968 Ford Mustang

Per chi potesse immaginare di più, Dodge hada 426 Max Wedge in uno stato ancora più alto di sintonia, che la casa automobilistica ha chiamato ilRamcharger V-8. Questo era valutato a 425 cavalli a 5600 giri al minuto e 480 libbre/piedi di coppia a 4400. Aveva un rapporto di compressione di 12,5:1, sollevatori di solidi e collettori di scarico di fabbrica. Sembrava persino intimidatorio con la sua vernice RaceHemi Orange, la grafica Ramcharger e due carburatori Carter AFB a quattro canne montati in tandem.

Si trattava fondamentalmente dello stesso mulino del 426 Max Wedge da 425 cavalli che era stato conosciuto come il motore Stage III della linea ad altissime prestazioni del 1964 del MoPar. Il cosiddetto 426 Fase II, che era valutato a 415 cavalli con una compressione di 11,0:1, non fu offerto per il ’65.

Dietro il 426 c’era una scelta di trasmissione manuale Chryslerfour-speed o TorqueFlite. Il rapporto standard dell’asse posteriore era di 3,23:1, ma le scelte opzionali andavano da 2,93:1 a 4,89:1 e includevano il differenzialeSure-Grip.

Solo una manciata di Coronet ha ricevuto il 426 Street Wedge e meno ancora il motore Ramcharger. Questi 426 alla fine sarebbero diventati i V-8 da 440 pollici cubici che si contenderanno il titolo di capobranco per la strada e la striscia. Ma il ’65 fu il loro ultimo urrà. Chrysler li ha ritirati dopo quest’anno, e un’intera generazione di fan muscolosi inizierà a dimenticare che “426” una volta significava qualcosa di diverso da Hemi.

Articolo molto interessante
1950 e 1960 Chrysler Turbine Concept Cars

Ritorno alla Biblioteca di Muscle Cars Classiche.

Per maggiori informazioni sulle muscle car, date un’occhiata:

  • Muscle Cars: Ottenere informazioni su più di 100 giostre per ragazzi difficili.
  • Come funzionano le auto muscolose: Scopri la storia completa delle muscle car, dal periodo classico degli anni ’60 ad oggi.
  • Dodge Muscle Cars: Scopri di più sulle più grandi Dodge Muscle Cars.

Lascia un commento